Pink Magazine Italia – Primavera Estate 2019

Eccoci arrivati al semestre più caldo di Pink Magazine Italia. E come sempre eccoci di fronte alle novità: Pink si rinnova nella sua veste grafica e nelle tematiche: sarà sempre più à la page e ricco di immagini e contenuti interessanti. Io e il mio vice direttore abbiamo deciso di dedicare i mesi caldi alla moda e alla bellezza. D’ora in avanti ogni numero di Pink, infatti, avrà un tema dominante. Ci saranno più uscite e più foto, più approfondimenti con richiami al nostro mondo social che vi invito a seguire: siamo su Instagram, su Twitter e su Facebook, pronti a condividere con voi The Pink Side of Life.

Cinzia Giorgio
Clicca qui per scaricare gratuitamente il nuovo numero della rivista:

Pink Magazine Italia – Spring Summer 2019

Annunci

JLo sfila per Versace

Una Dea in passerella da Versace

La Milano fashion week ha avto ieri il suo apice, durante la sfilata Versace che ha lasciato la passerella alla divina Jennifer Lopez.

La stella mondiale del cinema e della discografia ha “graffiato” il défilé della casa di moda italiana, indossando nuovamente il famossissimo e mai dimenticato Jungle dress già apparso a fasciare le curve della Lopez ai Grammy nel lontano 2000.

Continua a leggere

La voce calda del rock firmato Hangarvain

Nati nel 2013 nella periferia orientale di Napoli, gli Hangarvain sono una delle rock band italiane più conosciute nella scena indipendente, che vede il grande Sergio “Toledo” Mosca alla voce ed Alessandro Liccardo alla chitarra come membri in line up ed Alessandro Stellano al basso, Andrea Gianangeli alla batteria, Mark Basile e Johnny Dema alle tastiere.

Con un sound solido e d’impatto, che unisce southern rock e post grunge, la band ha all’attivo una discografia piuttosto corposa: partendo dall’album d’esordio Best Ride Horse nel 2014, la loro impegnata carriera musicale è stata fin da subito meritata! Continua a leggere

Cosa abbiamo imparato da Una mamma per amica

Risultati immagini per una mamma per amica

Ricordo benissimo, proprio come se fosse ieri, il primo episodio di Una mamma per amica.

Avevo ventidue anni, seguivo diverse serie tv nel tempo libero, quando non lavoravo e non uscivo con le amiche, eppure già dalla prima puntata avevo intuito che la mia storia con Lorelai e Rory Gilmore, madre e figlia, sarebbe stata lunga e duratura.

E, in effetti, è ancora così, alle soglie dei quarantanni, nessuna serie è riuscita a prendere il mio cuore così, completamente, tanto da ritrovarmi ancora qui a parlarne. Continua a leggere

Sliding doors, il concorso letterario

L’𝐀𝐜𝐜𝐚𝐝𝐞𝐦𝐢𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐮𝐫𝐚, diretta da Monique Scisci, dà il via il suo 1° 𝐂𝐨𝐧𝐜𝐨𝐫𝐬𝐨 𝐋𝐞𝐭𝐭𝐞𝐫𝐚𝐫𝐢𝐨 in collaborazione con Pink Magazine Italia.

Potete partecipare inviando un racconto inedito di max 20.000 battute entro e non oltre il 20 Dicembre 2019. Il racconto selezionato sarà pubblicato sul magazine a Febbraio 2020.

Il concorso è aperto a tutti gli scrittori che hanno voglia di mettersi alla prova.

“𝐒𝐥𝐢𝐝𝐢𝐧𝐠 𝐃𝐨𝐨𝐫𝐬, 𝐥𝐚 𝐟𝐢𝐥𝐨𝐬𝐨𝐟𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐋𝐞𝐢𝐛𝐧𝐢𝐳 𝐬𝐞𝐜𝐨𝐧𝐝𝐨 𝐯𝐨𝐢”

Se non avete visto il film di Peter Howitt del 1998, interpretato da Gwyneth Paltrow, avrete sicuramente sentito parlare dei mondi possibili. Per ognuno di noi esiste un numero infinito di possibilità. Tutto dipende da due fattori: scelte e tempo. Continua a leggere

Chiara Ferragni Unposted

Chiara Ferragni Unposted, un Truman Show consapevole

Che cosa si nasconde dietro il mondo zuccheroso, glamour e apparentemente fatato della nota influencer Chiara Ferragni? Questo doveva essere l’intento, si spera, del documentario prodotto da Rai Cinema in collaborazione con Amazon Prime Chiara Ferragni Unposted, scritto e diretto dalla regista Elisa Amoruso. L’obiettivo non è stato raggiunto, se l’intenzione era di entrare nel mondo della giovane influencer cremonese e di analizzare le ragioni del suo successo. Perché questo documentario autorizzato dalla stessa Ferragni, ovviamente, non è uno studio antropologico, tantomeno un pretesto per raccontare la nostra società. Continua a leggere

Emma, una ragazza con un dono speciale

Questa è una di quelle interviste che ti entrano sottopelle e per un bel po’ senti la loro presenza. Emma Orlando è una ragazzina di 13 anni, bella e spensierata come sanno esserlo solo le ragazze della sua età. Emma è affetta da autismo, ma se hai a fianco una famiglia con la F maiuscola che sa supportarti, stimolarti e pensare a te anche quando il mondo va a dormire, allora nulla potrà impedirti di arrivare dove vuoi. Questo è ciò che è accaduto a lei: giovane pittrice in erba che nel mescolare colori, provare nuove tecniche ha trovato forse la sua reale dimensione.

 

Arrivo a casa Orlando che è quasi ora di cena, ci sono tutti, papà Valerio, mamma Simona, i figli Alice, Emma e Diego. Mi fanno accomodare in salotto, dove già scorgo diverse tele accatastate le une alle altre, ma non rilevo confusione, ogni cosa ha un suo posto logico e il caos non regna sovrano. Immediatamente, oltre a mamma e papà, che fanno gli onori di casa scortandomi verso il tavolo, si palesano i ragazzi che diligentemente si posizionano sul divano, Emma sta nel mezzo. Non una mosca volerà durante l’intervista, nessuno dei tre si alzerà per tutto il tempo che io sarò lì; mentre papà e mamma racconteranno di Emma, ma anche di loro, perché famiglia è questo: fare quadrato e aiutarsi l’uno l’altro sempre.

Continua a leggere

Rollettes: la nostra danza in carrozzina

Risultati immagini per le Rollettes: ballerine in sedia a rotelle

«Chi ha disabilità non deve sentirsi solo. Vogliamo cambiare il modo in cui le persone pensano alla disabilità e mostrare a tutti quello che possiamo fare, invece di concentrarci su ciò che non possiamo» afferma Chelsie Hill, insegnante di danza in carrozzina.

Il sogno di Chelsie è sempre stato sin da piccola quello di diventare una ballerina professionista, sogno che sembrò infranto a causa di un incidente in macchina che le ha spezzato la spina dorsale.

Con costanza, determinazione e senza arrendersi, ha lottato per realizzare questo sogno ed è proprio così che sono nate le Rollettes, a Monterey in California: compagnia di danza divenuta famosa in tutto il mondo grazie al ballo hip hop in carrozzina. Continua a leggere

Non è colpa mia!

Non è colpa mia

Voci di uomini che hanno ucciso le donne.

Di Lucia Magionami e Vanna Ugolini

Morlacchi editore 

Una giornalista e una psicologa- psicoterapeuta uniscono le loro competenze per capire cosa passa nella mente e nel cuore degli uomini che hanno ucciso le loro donne, per tentare di riconnettere esperienze di femminicidi alla realtà dei fatti ma, anche, al contesto culturale e al percorso psicologico che porta uomini normali a diventare assassini e a non assumersene, però, nel profondo, la responsabilità.  Continua a leggere

Le fiabe come metafora di crescita personale

Le fiabe di ogni epoca e cultura nascondono, nel loro significato più profondo, un messaggio allegorico.

Ogni mito, leggenda, favola o storia può essere letta come una metafora, la rappresentazione di un viaggio di trasformazione dell’animo umano.

Il mito dell’eroe, per esempio, rappresenta il percorso di crescita che ognuno di noi deve intraprendere nel corso della propria esistenza. Le difficoltà, gli ostacoli e le lotte che l’eroe deve affrontare nel suo viaggio sono archetipi che simboleggiano, le lotte, difficoltà e sofferenze che ognuno di noi deve incontrare nella propria vita. Ed ognuno di noi può accettare quelle sfide, affrontando quelle prove con coraggio, grinta e determinazione. Proprio come farebbe un eroe. Nel nostro piccolo, possiamo essere tutti eroici, nei nostri gesti e nelle scelte che operiamo.

Continua a leggere

Sadie di Courtney Summers

Un thriller che ti lascia con il fiato sospeso. Stiamo parlando di “Sadie” di Courtney Summers.

Titolo: Sadie
Autore: Courtney Summers
Editore: Rizzoli
Pagine: 366
Prezzo ebook: 8,99€
Prezzo cartaceo: 17,00€

Quando il popolare conduttore radiofonico West McCray riceve una telefonata da una donna che lo implora di cercare Sadie Hunter, diciannove anni, scomparsa da alcuni mesi, l’uomo non è davvero convinto che quella sarà una storia da raccontare: è tristemente consapevole che di ragazze scomparse ce ne siano molte, troppe, ogni giorno. Ma quando viene a sapere che Sadie si è allontanata da casa dopo il brutale omicidio irrisolto della sorella Mattie, tredici anni, parte alla volta di Cold Creek, Colorado, per cercare di saperne di più.Sadie non ha idea che la sua storia stia per diventare il soggetto di un podcast di successo seguito da una costa all’altra degli Stati Uniti. Tutto ciò che vuole è vendetta: armata di un coltello a serramanico e del suo lacerante dolore, Sadie colleziona una serie di confusi indizi che seguono le tracce dell’uomo che è convinta abbia ucciso la sorella.Mentre West ricostruisce il viaggio di Sadie, ritrovandosi sempre più coinvolto dalla storia della ragazza e ossessionato dal pensiero di ritrovarla, un mistero inquietante comincia a prendere forma e a svelarsi. Riuscirà West a ricomporre il puzzle della verità prima che per Sadie sia troppo tardi?Alternando le puntate del podcast alla lucida voce di Sadie, che racconta in prima persona la sua caccia all’uomo, Courtney Summers ci regala una storia struggente che resta sulla pelle ben oltre la sua ultima pagina.

Continua a leggere