Classici in inglese

Ciao booklovers,

siete amanti dei grandi classici della letteratura? Vi piacerebbe leggerli in inglese?

Ho scovato per voi su Amazon delle antologie illustrate da non perdere, anche perchè si possono scaricare gratuitamente.

Tutte le opere di Jane Austen, Virginia Woolf, William Shakespeare e tantissimi altri grandi classici direttamente sul vostro kindle.

Ecco a voi le cover ed i link per scaricarli. ( da questi potete accedere a tutti gli altri)

Buona lettura

Isabella

 

Link di acquisto: Shakespeare

Link di acquisto: Austen

 

 

Shakespeare e Giulietta: il manoscritto di Verona

Ciao booklovers,
13062732_1701666250104298_5393191_oPronti per la festa dedicata a noi lettori? Sabato infatti sarà la giornata mondiale del libro e non solo; il 23 aprile ricorrono infatti i 400 anni dalla morte di uno dei più grandi nomi della letteratura mondiale: William Shakespeare.

Tra i tantissimi eventi legati alle due celebrazioni, vi consiglio di andare a Verona, città che incarna perfettamente lo spirito letterario shakesperiano.

Dopo oltre due mesi di ininterrotta attività scrittoria ad opera di cittadini, turisti e studenti, Romeo e Giulietta, il manoscritto di Verona verrà disvelato il 23 aprile, 400° anniversario della data di morte di Shakespeare e 20ª Giornata Mondiale del Libro indetta dallUNESCO, presso la Biblioteca Civica di Verona:

ore 10 Sala della Teologia
anteprima riservata a stampa e autorità

ore 11 Sala Farinati
cerimonia ufficiale con presentazione al pubblico

Ospite della manifestazione il professor Masolino d’Amico, uno dei più noti traduttori delle opere shakespeariane, che parlerà degli adattamenti italiani di Romeo e Giulietta e racconterà esperienze e aneddoti relativi alla sua collaborazione con Franco Zeffirelli nella realizzazione dell’omonimo film.

La particolarità di Romeo e Giulietta, il manoscritto di Verona, è stata quella di aver compiuto un percorso inverso a quello usuale: visto che il manoscritto originale – da cui sono state realizzate la copie a stampa – non è mai stato ritrovato, si è partiti dalle pagine a stampa per dare alla luce, attraverso le vive calligrafie dei partecipanti, la versione manoscritta.

L’estesa partecipazione di persone provenienti da tutto il mondo che hanno deposto il proprio mattoncino calligrafico per realizzare l’opera manoscritta, richiamerà inoltre simbolicamente il messaggio finale di pace contenuto nei versi conclusivi del componimento e si ricollegherà anche all’ideale esposto nella parte conclusiva del secondo paragrafo della Risoluzione UNESCO relativa alla proclamazione della Giornata Mondiale del Libro.

“La Conferenza Generale, considerando che storicamente i libri sono stati il fattore più potente nella diffusione della conoscenza e il mezzo più efficace di conservarla,
considerando quindi che tutti i mezzi per promuovere la loro diffusione non serviranno solamente a illuminare grandemente tutti coloro che hanno accesso ad essi, ma anche a sviluppare una più profonda consapevolezza collettiva relativa alle tradizioni culturali di tutto il mondo ispirando così un comportamento basato sulla comprensione, la tolleranza e il dialogo […]”

Il progetto (che ha ricevuto il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO) a cura del Club di Giulietta, da un idea-progetto di Luca Brunoro, e svolto in collaborazione con il Comune e la Biblioteca Civica di Verona, ha visto la partecipazione di varie autorità tra cui il sindaco di Verona Flavio Tosi, che ha scritto il primo verso, e il presidente della provincia di Verona Antonio Pastorello ed ha coinvolto scuole e differenti realtà associative territoriali che hanno contribuito a realizzare alcune pagine distintive contenute nel manoscritto: alcune delle quali evocheranno simbolicamente la propensione di Shakespeare verso gli elementi magici:
acqua, aria, terra e fuoco saranno presenti dunque nel codice manoscritto attraverso pagine manoscritte sott’acqua, in volo, e recheranno tracce della pozione bevuta da Giulietta, del vino versato nella festa, della cera caduta dal candeliere sorretto da Romeo, ecc. L’attività scrittoria ha visto anche la partecipazione di alcuni esperti calligrafi che hanno contribuito a dare un tocco di preziosità alle pagine stesse.

Per tutte le curiosità potete consultare il sito
http://www.julietclub.com

#herstory #jesuisJuliet #Shakespeare

Isabella

The Shakespeare’s Tube!

Ciao booklovers,
13059775_1701334420137481_1953346908_ntra i tantissimi eventi e le molte iniziative per la celebrazione dei 400 anni dalla morte di William Shakespeare la più sensazionale ed imperdibile è di certo l’idea dello Shakespeare’s Globe Theatre in collaborazione con l’azienda trasporti di Londra: la metropolitana di Londra a tema shakespeariano.
Le 14 linee della metropolitana più famosa del mondo con le loro 367 stazioni sono state ribattezzate, in pieno tema celebrativo, con i nomi dei personaggi delle tragedie e delle commedie di Shakespeare.
Sul sito web sono attivi i preorder delle due versioni delle mappe: un vero e proprio cimelio per noi amanti della letteratura!
Ecco il link per l’acquisto:  Shakespeare Anniversary_London Museum Shop
Continuate a seguirci, anche noi stiamo preparando delle sorprese
#staytuned
Isabella

HerStory #1 Ophelia, Cathy e Anna

Carissimi, ecco i primi, meravigliosi contributi che sono arrivati in redazione!

#JeSuisOphelia

Drowning Ophelia di Karen Natasja Wikstrand (underwater self portrait 2012)

Drowning Ophelia di Karen Natasja Wikstrand (underwater self portrait 2012)

#JeSuisCatherineEarnshow

Cathy

Cime Tempestose – Emily Bronte by Redazione di Pink Magazine Italia 

#JeSuisAnnaKarenina

12828487_566030346895311_8423333287166722160_o

Anna Karenina – Lev Tolstoj by Linda Bertasi

12322891_566030310228648_36602028360794057_o

Anna Karenina – Lev Tolstoj by Linda Bertasi

 

 

Shakespeare forever!

Ciao booklovers,

12207712_1640754509528806_1225068001_n Eccoci di nuovo qui per la rubrica del lunedì “dalla mia libreria”. Oggi voglio parlarvi di un’altra delle mie collezioni “librose”: “i capolavori di William Shakespeare”. A mio avviso, sono eccezionali le politiche editoriali dei quotidiani ,che decidono di farsi promotori di cultura attraverso edizioni da collezione di alto pregio e per di più dai costi contenuti.

La cultura passa così anche per un canale diverso, quello delle edicole, raggiungendo un’altra bella fetta di pubblico. Questa collezione di Shakespeare, in particolare, nata da una partership tra Il Corriere della Sera e la Bur, è stata davvero un grosso regalo a noi lettori. Solitamente è difficile riuscire ad avere l’intera opera di uno scrittore di questa levatura; alcune opere non sono così “note” e possono sfuggire anche ai palati letterari più attenti.

Commentare Shakespeare direi che è fin troppo facile, fosse una recensione sarebbe oltre le classiche 5 stelline; definirlo è più difficile: poeta, commediografo, drammaturgo, cantore, storico…entrare nel suo mondo permette di viaggiare nei più grandi sentimenti dell’animo umano.

12180134_1640754626195461_952664161_nCi innamoriamo con Giulietta e Romeo, ci tormentiamo con Amleto, ci inebriamo di potere con Giulio Cesare ed Enrico VIII, ci ingelosiamo con Otello e molto altro ancora…

La forza della sua scrittura risiede nell’immortalità delle sensazioni che ne scaturiscono. Con Shakespeare si riempie di senso l’espressione “ classico della letteratura”: opera senza tempo, attuale in ogni momento storico e ridefinibile nella lettura in ogni epoca.

Ovviamente ho delle opere preferite e sicuramente “Romeo e Giulietta” è in cima alla mia Shakespeare list; ne colleziono le edizioni e credo che, con il suo film, Zeffirelli sia riuscito a fare una trasposizione cinematografica perfetta.

Vi consiglio però di non perdere “la bisbetica domata” e “sogno di una notte di mezza estate: irrinunciabili per un lettore di serie a.

Vi aspetto lunedì prossimo per sbirciare nella mia libreria e come sempre rinnovo l’invito a condividere con noi, tramite commento, i vostri libri del cuore.

Isabella