Dex Pascal: dalla Sicilia con furore!

Fabio Aiello, in arte Dex Pascal, è un giovane cantautore siciliano originario di Partanna.

Fin dalla più tenera età, Dex ha amato la musica ed a 17 anni ha imparato a suonare la chitarra elettrica da autodidatta, così da poter creare corposi sound per le sue prime canzoni, rifacendosi principalmente al grunge dei Nirvana e degli Offspring.

Il suo vero e proprio percorso artistico ha avuto inizio con i Blackout, una alternative band che lo vede impegnato con il fratello (leader) e con cui suona rock a numerosi festival siciliani.

Negli ultimi anni, l’approccio alla chitarra acustica ha completamente stravolto il suo timbro musicale: ispirandosi ad artisti attuali come Mannarino e Max Gazzè, senza tralasciare le influenze dei “big” italiani del passato, i suoi testi parlano di ciò che prova e della società sbagliata in cui vive, venendo messi in scena da sapienti melodie. Continua a leggere

Annunci

Taobuk festival di Taormina

Ciao booklovers,

14247590_1760633597540896_1366684128_o-pngIeri sera la nostra redazione ha seguito per voi in diretta la serata inaugurale della sesta edizione del Taobuk il festival internazionale delle belle lettere di Taormina (potete visionare i video delle dirette e le foto sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/pinkmagazineitalia/)

Nella suggestiva cornice del Teatro Antico, Franco Di Mare e Antonella Ferrara rispettivamente direttore e presidente della manifestazione, hanno presentato, intervistato e premiato grandi artisti nazionali ed internazionali, tra i tanti ospiti: Giuseppe Tornatore, Claudio Magris, Lina Sastri, Michael Cunningham e Leo Gullotta.

14273532_1760633367540919_521778152_oDa sfondo a questi grandi nomi, non solo la maestosità del Teatro e la bellezza del Golfo di Naxos, ma soprattutto l’Orchestra del Teatro Bellini di Catania che si è esibita in arie dalla carica emotiva intramontabile.

Gli Altri sarà il tema e il centro gravitazionale di dibattiti e idee della VI edizione del Taormina International Book Festival, in programma dal 10 al 16 settembre 2016. L’Altro-da-Noi, colui che è portatore ed esecutore di scelte diverse, fa parte del nostro campo di esperienza quotidiano, e l’interculturalità sembra essere la “ricetta” vincente, capace di valorizzare e sondare la diversità stessa”

Per tutte le informazioni potete consultare il sito http://www.taobuk.it

Isabella

Isola Bella Gioielli

Ciao Pink ladies,
13820497_1738371943100395_1683026654_nPronte per un nuovo week-end di spiaggia, gite fuori porta, mostre, letture? Qualsiasi cosa decidiate si fare, avrete sempre un buon motivo per lasciarvi catturare dalla forza positiva che molti gioielli riescono ad infondere. Piccoli oggetti, a cui spesso non diamo importanza o valore ,che hanno la capacità di farci sentire speciali e semplicemente noi stesse in ogni momento della giornata.
Se poi i gioielli sono ispirati all’isola del sole, del mare, delle spiagge e della forza del vulcano, allora non si tratta più di piccoli oggetti, ma di grandi storie.
Isola Bella Gioielli, marchio siciliano, giovane e colorato, ci trasporta con le sue creazioni in ogni angolo della Sicilia rappresentando con essa anche una parte di noi.
Scorci paesaggistici, simboli sacri, amuleti, e moltissimo altro ancora.
Conoscete ad esempio la storia legata alle teste di moro tanto presenti in Sicilia?

13714381_1738371659767090_1484318910_n“Si narra che nel quartiere arabo di Palermo, la Kalsa, durante la dominazione araba, vi abitasse una bellissima fanciulla che trascorreva le giornate a curare i fiori del suo balcone.Un giorno, un giovane moro, passando sotto il balcone della fanciulla, la notò mentre accudiva le sue piante e se ne invaghì perdutamente. Le dichiarò subito il suo amore e la bella ragazza, colpita dall’audacia del pretendente, ricambiò il sentimento.
Purtroppo il giovane moro era già sposato e aveva un paio di figli e quando la fanciulla seppe che sarebbe partito per tornare dalla sua famiglia in Oriente, attese la notte e lo uccise in pieno sonno.
Gli tagliò la testa, ne fece una “grasta” in cui piantò dell’odoroso basilico e lo mise in bella mostra fuori dal balcone. Il moro, così, non potendo più “partire” rimase per sempre con lei: la pianta innaffiata ogni mattina con le sue lacrime, crebbe rigoglioso e destò l’invidia degli abitanti del quartiere che, per non essere da meno, si fecero fabbricare dei vasi di terracotta a foggia di testa di moro”.

Una storia d’amore un po’ macabra, ma che nasconde forza e determinazione.

Nella collezione su http://www.isolabellagioielli.it troverete tantissime suggestioni.

Ecco a voi una piccola carrellata di immagini tratte dalla pagina facebook dedicata ai gioielli in cui trovate anche tantissime promozioni. https://m.facebook.com/IsolaBellaGioielli/

La magia della storia, del mito e del paesaggio in un solo marchio.

#IsolabellaGioielli #Sicilia

Isabella

13814476_1738371893100400_1206981542_n13823495_1738286716442251_58958254_n