È online il nuovo Pink Book: Un Natale da Strega

È online il nuovo eBook natalizio targato Pink Magazine Italia disponibile in esclusiva su Amazon.

Si tratta di Un Natale da Strega, la commedia romantica dai toni fantastici della scrittrice francese Margot Valois.

La trama: Arlette è una strega parigina che vive a New York, dove dirige una galleria d’arte a due passi da Madison Avenue. È indaffarata come non mai per i preparativi di Natale e non si aspetta davvero di ricevere una richiesta molto particolare da una ricca e viziata cliente dell’Upper East Side. A farle compagnia, durante la bufera di neve che investe Manhattan, una serie di personaggi bizzarri tra cui anche Merlino, il suo bellissimo gatto nero. L’ombra del passato sta per tornare nella vita di Arlette, per sconvolgerle tutti i piani. Un passato che porta il nome di Lance…

Ecco qui il link per scaricare il nostro eBook natalizio a soli € 0,99:

MARGOT VALOIS – UN NATALE DA STREGA

Dai un’occhiata ai nostri #PinkBooks

clicca qui: I NOSTRI PINK BOOKS

Annunci

One World Trade Center Restaurant

Il sogno si è avverato! Cena al OneDine o meglio conosciuto come One World Observatory Restaurant. Dove ci troviamo? Naturalmente a New York in cima al “One World Trace Center” o Freedom Tower. D’obbligo è la visita e le fotografie all’osservatorio che domina l’intera città.

Mettere sulla carta le sensazioni provate è assai difficile, ma vi assicuro che erano infinite. Lo spettacolo mozzafiato sulla metropoli, che questo grattacielo offre, è indescrivibile specie se a tale visione si unisce anche un incredibile tramonto; inoltre il luogo è suggestivo e possiede quella lieve malinconia che non serve nemmeno spiegarla. Eppure è tutto allegro, leggiadro e spudoratamente U.S.A.

Torniamo al ristorante che accetta i clienti solo previa prenotazione anche online; io ho prenotato il tavolo dall’Italia poco prima di partire. L’arredo è tipicamente americano e moderno; si è circondati da ampie vetrate. Si può mangiare anche al bancone del bar, come si vede nei film. I tavoli sono disposti strategicamente per allietare la cena con il tramonto sul Hudson River e poco più in là si può ammirare lo Stato del New Jersey. I colori incantano, come l’atmosfera in cui si è avvolti.

Come da prassi si cena sulla nuda tavola, non ci sono nemmeno le classiche tovagliette americane. L’acqua viene servita immediatamente ed è gratuita. Il menù non è molto vario, ma troviamo anche la classica pasta. Preparatevi psicologicamente ai prezzi che sono vergognosamente alti, rigorosamente senza iva e senza la tipo mancia, che in America è d’obbligo. Ma siamo seduti al OneDine quindi tutto il resto non conta, gli si può perdonare tutto anche pagare un piatto di bucatini 24$. Bisogna sempre tenere a mente che una pietanza dal nome italiano non equivale e non interpreta la vera cucina italiana, quindi arrendetevi al senso di adattamento. Come bisogna rassegnarsi ai loro dolci: burrosi, asciutti, abbondanti e accompagnati sempre da una pallina di gelato. Adorato e morbido pan di spagna in America non ti conoscono.

Servizio impeccabile e cordiale, i camerieri sono gentili e sorridenti, hanno bene a mente che siete voi a elargire la mancia, che varia dal 15% al 20%, al momento del conto e non è un’opzione.

Alla fine della cena ci si alza con rammarico dal tavolo, non tanto per la succulenta cena quanto per il panorama che ha allieto i nostri occhi, ma la discesa verso il piano terra è qualcosa di sorprendente. Gli ascensori ultramoderni, silenziosi e veloci ti accompagnano in una realtà virtuale che difficilmente dimenticherai, con immagini ad alta risoluzione che scorrono a mano a mano che procedi verso la vetta.

Il One World Trace Center ha 104 piani e la velocità degli ascensori è di 37km/h, impiega 60 secondi dal piano terra al 102° piano. Il ristorante è al 103° piano ed è raggiungibile tramite le scale.

Informazioni utili:

La prenotazione è necessaria sia per la vita all’osservatorio sia al ristorante.

https://oneworldobservatory.com/en-US/ticket-packages

Stefania P. Nosnan

 

 

Una Fashion Victim a New York con Megan Hess

Prima e unica capitale della moda oltreoceano, New York è sempre più la meta dei fashionisti alla ricerca di nuovi trend, locations di culto. L’illustratrice di moda Megan Hess ci propone una guida illustrata dedicata proprio a chi ama la moda, segnalando le attività e i luoghi da non perdere nella Grande Mela: dai locali di tendenza alle boutique più glamour, dai musei del costume alle sfilate durante la Fashion Week, dagli innumerevoli eventi legati al mondo della moda alle redazioni dei femminili più trendy. Non mancano poi annotazioni e consigli sugli eventi mondani del fashion set newyorkese, come l’annuale Gala del Metropolitan Museum.

Megan Hess è un’illustratrice doc, nota a livello internazionale e con all’attivo collaborazioni con Chanel, Dior, Fendi, Prada, Cartier, Montblanc e Tiffany ma è anche l’illustratrice ufficiale di Bloomingdale, nonché autrice delle cover di Sex and the City di Candace Bushnell. Ha collaborato con Michelle Obama e Gwyneth Paltrow.