Libri e ragazzi

In questi giorni, in cui siamo tutti costretti a casa, mi sono decisa a pulire la stanza di Mirko. Mirko è mio figlio, un ragazzo adolescente di quasi 17 anni, quindi potete immaginare quello che non ho trovato entrando là dentro: un vero e proprio campo di battaglia! Mi sono armata di secchio, straccio e tanta ma tanta pazienza, e ho iniziato. Armadio, mensole, scrivania… Quando sono arrivata alla libreria mi sono sentita rimescolare di emozioni.Tra gli scaffali ci sono ancora tutti i libri che leggevo per lui da piccolo: Gianni Rodari, Roald Dahl, Sanit Excuperie, Mario Lodi, Jules Verne, Collodi,  Susanna Tamaro; abbiamo letto praticamente di tutto insieme. Ci mettevamo la sera sul letto, lui comodamente accomodato sotto il piumone e io a sedere a fianco a lui, con solo la piccola luce del comodino a fare da ponte tra questo mondo e quello della fantasia. Io leggevo e lui immaginava vite sempre diverse. Continua a leggere

La passione per i libri


Mi chiamo Sara, ho 42 anni  e vivo immersa tra le colline del Chianti Classico vicino Siena. Sono mamma di un ragazzo di 16 anni  e moglie paziente; lavoro per una importante azienda agricola a pochi chilometri da qui e a tempo perso coltivo la passione per la scrittura. E sono una lettrice compulsiva!
Il mio amore per i libri, ironia della sorte, parte da una punizione a scuola.
Immaginate la scena.


Scuole Medie… la classe stava facendo un baccano enorme e la prof di italiano, pur di farci stare zitti, ci fece alzare uno ad uno per scegliere un libro dalla piccola libreria in fondo all’aula.
Potete immaginare il gelo che scese nei minuti successivi quando disse che avremmo dovuto farci su una relazione così dettagliata che avremmo dovuto chiedere carta di identità, patente e codice fiscale all’autore!

Continua a leggere

Favole al telefono #iorestoacasa

FAVOLE AL TELEFONO

Un omaggio a Rodari per sentirsi più vicini!

Per restare vicino alla sua bambina anche quando era lontano da casa, il ragionier Bianchi, protagonista dell’incipit di “Favole al telefono” di Gianni Rodari, le telefonava ogni sera per raccontarle una storia. Sono storie tutte un po’ corte: per forza, il ragionier Bianchi pagava il telefono di tasca sua, non poteva fare telefonate troppo lunghe. Ma quando il signor Bianchi chiamava la figlia le signorine del centralino sospendevano tutte le telefonate per ascoltare le sue storie.

Per questo nelle giornate di domenica 15, lunedì 16, martedì 17, mercoledì 18 marzo 2020 grazie a una squadra di lettori coordinati da MEDEM, tutte le famiglie che ne faranno richiesta potranno ricevere una favola al telefono per i propri bambini direttamente a casa propria!

Prenotazioni, a partire da sabato 14 marzo, al numero 3931492045 (solo messaggi via whatsapp) indicando:

– nome del bambino/bambina per cui si richiede la favola,

– età del bambino/bambina,

– città da cui proviene la richiesta,

– eventuali preferenze di date e orari.

Nella risposta sarete messi in contatto con un lettore vi sarà comunicta data e ora della favolosa chiamata. Continua a leggere

Figlio del lupo: il Jack London di Romana Petri

Pugile, lavandaio, contrabbandiere di ostriche, cacciatore di foche, cercatore d’oro, e naturalmente giornalista e scrittore furono solo alcuni dei mestieri a cui si dedicò l’aitante e vulcanico Jack London, uno fra gli autori statunitensi d’inizio Novecento più noti e più amati dal pubblico.

La biografia romanzata “Figlio del lupo” di Romana Petri (Mondadori, Milano 2020) ricostruisce l’avventurosa vita dello scrittore, dalla nascita oscura come figlio illegittimo di un astrologo ambulante fino allo straordinario successo come romanziere.

Un capitolo particolarmente significativo e affascinante della sua vita riguarda il periodo, precedente al primo matrimonio, in cui London si avventurò in un viaggio nel Klondike per partecipare alla leggendaria caccia all’oro. Come la maggior parte dei cercatori contagiati dalla “febbre dell’oro”, fece ritorno in California senza aver trovato metalli preziosi; ma, diversamente dagli altri, aveva guadagnato in quel viaggio una grande quantità di spunti per scrivere racconti, ambientati appunto in quell’inospitale regione del Nord. Continua a leggere

Da oggi voglio essere felice di Valeria Benatti

Da oggi voglio essere felice di Valeria Benatti – Giunti editore

Nino è un bambino piccolo- “un mucchietto d’ossa”- sballottato come un pacco; malnutrito, malvissuto, silenzioso spettatore d’una vita nella quale sua madre Gianna, non lo vuole. Lo vorrebbe amare, ma non può. Gianna è arrabbiata, imprigionata in una vita che non le permette di dimenticare i demoni che ha incontrato e che le hanno distrutto i sogni di bambina, perchè ha poco più di 16 anni quando diventa ragazza madre. Ragazza madre, tossicodipendente, che si trascina di giorno in giorno, verso la prossima dose con una piccola ombra accanto: suo figlio.

Ma la loro maledetta routine – fortutamente – viene spezzata quando Gianna viene ricoverata per overdose e il piccolo Nino preso in custodia dagli assistenti sociali. Per la ragazza ora c’è l’obbligo di riprendere in mano la sua vita, disintossicandosi; per Nino è l’inizio di tutto: entra in una comunità dove verrà accudito e custodito come mai finora, incrocerà sguardi di altri bambini come lui, vittime di adulti e di dinamiche familiari non umanamente comprensibili… in questa struttura fatta di pareti pulite, aria, vita, quotidianità e operatori volenterosi di donare tranquillità e amore, senza chiedere nulla di viscido in cambio; Nino e il suo cuore troveranno nuova linfa per cominciare a battere ritmi non più serrati, al contrario di quando viveva in apnea emotiva, in mezzo alla caotica vita con sua madre. Continua a leggere

Pink Magazine Italia – Inverno 2020

Un numero frizzante e leggero quello che state per leggere, con interviste, curiosità e tanto spettacolo. Abbiamo intervistato il noto conduttore TV Claudio Dominech, siamo andati a visitare la Roma del Gran Tour e abbiamo letto tanti libri. Pink Magazine Italia è sempre à la page per voi. 

Cinzia Giorgio

Editor-in-Chief

clicca qui per scaricare la tua copia gratuita: Pink Magazine Italia – Inverno 2020

8tto Edizioni. Quattro donne, quattro realtà, un amore… per i libri

8tto Edizioni è una nuova casa editrice indipendente specializzata in narrativa inglese, fondata da quattro splendide donne che hanno unito le loro forze e si sono strette in un abbraccio umano e professionale per dare nuova linfa al mondo editoriale, proponendo i loro romanzi.

Quattro donne, quattro realtà: un solo grande amore, quello per i libri.

Alessandra, Benedetta, Cristina & Manola sono il cuore di questo progetto che ha base a Milano e ha già all’attivo la pubblicazione di due romanzi: “Da dove entra la luce” di Clare Fisher e “Talk!” di Linda Rosenkrantz .

Quando ho iniziato a fare delle ricerche per la vostra intervista, mi ha subito colpito il vostro nome, caratteristico intreccio di un numero con delle lettere. Così singolare, che non può non essere apprezzato. Cosa significa: 8tto edizioni?

I numeri vengono spesso considerati qualcosa di inaccessibile e da evitare per gli amanti della letteratura, ma è un’idea limitante. I numeri definiscono ogni cosa che ci circonda e anche noi stessi. Raccontano storie ancora inesplorate, un po’ come vogliamo fare noi di 8tto. Tra i tanti numeri abbiamo scelto 8 prima di tutto perché assomiglia molto al simbolo dell’infinito, si può tracciare più e più volte senza mai staccare la penna dal foglio. Non ha un inizio né una fine, e rappresenta pienamente i viaggi – fisici e interiori – che la letteratura offre. Inoltre 8 è un numero idoneo, potente, pratico e naturale. Oltre che un numero è un nome e indica un’identità, o molte. È il numero atomico dell’ossigeno. Ci farà respirare dentro e fuori da storie vicine o lontanissime che avranno la forza, il coraggio e la presunzione di spiegarci infinitesimi tasselli di ciò che siamo e di ciò che ci circonda. Continua a leggere

Castelli di sabbia di Alice e Claude Askew

“Amore e ricchezza erano a portata di mano. Stava per diventare la regina del cuore di Pierce Maloney, e anche del suo castello irlandese. E dimenticava che esistono anche quelli che si chiamano castelli in aria; che esistono anche castelli costruiti sulla sabbia”.

Un romanzo (pubblicato da Scrittura&Scritture) dalle atmosfere sospiranti alla Jane Austen, ma anche cupo, con un susseguirsi di colpi di scena incalzanti che terranno il lettore incollato alle pagine fino all’ultima riga. Sicuramente un romanzo di nicchia. Fin dall’incipit nel giro di poche pagine arriverete persino a biasimare e a credere ingenua la protagonista Maggie. Continua a leggere

RUMORI. Musica e letteratura in un unico evento

“Lo senti il rumore?

Delle onde che s’infrangono sul cuore,

mentre noi due ci avviciniamo,

quando il giorno

muore?”

Non So Dirti Quando – Silvio Mauro

Lunedì 25 novembre alle 18:00 presso l’A&M Bookstore di Napoli ci sarà la prima presentazione di RUMORI, libro che il cantautore Silvio Mauro ha pubblicato con la Diogene Edizioni e che offre un approfondimento del suo album AMANTI EROI: emozioni, musica ed introspezione raccontate inchiostro su carta.

“Rumori è un’opera che merita di essere letta e divulgata, al fine di comprendere meglio, e successivamente diffondere, la sensibilità di un giovane artista che ama la musica ed il canto.”

Scrive il giornalista Fabio Pistoia sul Blog di Corigliano Calabro.

Continua a leggere

Il giallo Pasolini di Massimo Lugli

Il giallo Pasolini. Il romanzo di un delitto italiano (M. Lugli – Newton Compton Editore)

2 Novembre 1975, Idroscalo di Ostia- litorale romano: tra le baracche e il degrado viene ritrovato in un piazzale battuto dal vento maestrale il corpo martoriato, esanime e lacerato di uno degli uomini più talentuosi del 900. Quel cadavere è di Pier Paolo Pasolini, scrittore, poeta, regista e giornalista, tanto famoso e geniale quanto scomodo e ingombrante nel panorama culturale italiano, per le sue idee e i perentori giudizi; tanto da divenire, dopo la sua morte, emblema di uno degli omicidi irrisolti più famosi del nostro paese.

Il mondo del giornalismo non rimane inerme alla notizia, anzi ne subisce un forte impatto; tra le schiere dei reporter che rimangono totalmente travolti, c’è il giovane Marco Corvino, collaboratore in prova e alle prime armi che ha dalla sua la voglia di scoprire la realtà dei fatti accaduti quella notte e di scrivere la verità su chi ha assalito e ucciso Pasolini.

Continua a leggere