Novità Graphofeel edizioni

Ciao booklovers,

Oggi vi presentiamo alcune novità editoriali Graphofeel da non perdere.

cpj_NelMioPaese-228x228

“Nel mio Paese c’era la guerra, non potevo più giocare a calcio per le strade, perché da un momento all’altro cominciavano a sparare e noi ragazzi non capivamo perché.”

Nel mio Paese c’era la guerra è una raccolta di racconti sul fenomeno della migrazione umana, realizzati dagli studenti durante un laboratorio di scrittura creativa in una scuola romana, a partire da fatti di cronaca realmente accaduti. Il libro rappresenta un esempio di scrittura collettiva di estremo fascino per  chi voglia riflettere e sorprendersi della ricchezza e freschezza dell’immaginario degli adolescenti.

Link di acquisto: ( sino al 7 maggio utilizzando il codice coupon 003SCHOOL sconto del 15%)  Nel mio paese c’era la guerra

cpj_LoScrittore-228x228

“Ogni giorno vado a Roma con il treno. Passo almeno tre ore della giornata su quel mezzo, conosco molta gente, ne ascolto i discorsi, ne osservo i volti, le espressioni, i gesti. Incontro quasi sempre le stesse persone, ormai riesco a notarne i nervosismi, i cambiamenti di umore, le stanchezze, le gioie. Entro senza volerlo nel loro privato, a cogliere briciole di vita, spaccati di situazioni familiari, appuntamenti con amici, tresche o contatti di lavoro. Un microcosmo misconosciuto, trasportato tra disagi e ritardi sulle rotaie che portano al lavoro e riconducono a casa, giorno dopo giorno, viaggio dopo viaggio”.

Andrea, bibliotecario pendolare, ha due passioni: la scrittura e il jazz. La sua esistenza tranquilla, scandita dai viaggi, dal lavoro, dalla vita familiare, dalla frequentazione degli amici di sempre, viene un giorno scardinata dall’irrompere del sogno di ogni persona che scrive: la fama. E niente è più come prima; o magari sì?

Link di acquisto: Lo scrittore non ha fame

Annunci

L’essenza del Natale

cpj_natale-500x500Un Natale crudo quello raccontato da questa raccolta, alienato da sé, specchio di questi tempi e di questa società avvilenti, agghiacciante come una notte buia senza speranza ma che contiene tra le righe un disperato bisogno d’amore. Amore per la vita, amore per l’altro, per se stessi.

Un Natale ridotto all’osso, un’Essenza distillata di dolore, quel dolore che alberga in ogni animo, in cui ognuno si riconosce perché connaturato all’esistenza umana.

Sono otto gli autori contemporanei che hanno concorso a dare la loro lettura particolare del Natale in chiave del tutto personale e secondo il proprio stile: Amadei, Boldrini, Colombo, Intelisano, La Face, Pacelli, Pacifici, Valente.

La Filastrocca di apertura e gli aforismi in coda abbracciano sei racconti intitolati ad altrettanti profumi: Vanilla, Verbena, Vischio, Caprifoglio, Agrifoglio, e l’esotico Cocco: racconti brevi ispirati dal e al Natale.

Liberato da orpelli e sovrastrutture ipocrite, il Natale è stato messo a nudo. Banditi il sentimentalismo e gli stereotipi perbenisti, il risultato è doppiamente alternativo: nei contenuti e nel messaggio generale veicolato dalla raccolta coraggiosa di questi peculiari racconti che hanno il Natale come filo conduttore.

Ognuno ne ha trasmesso un’emozione; ognuno ha innescato una riflessione costringendo a guardarsi dentro.

C’è una via nel mio cuore che più di ogni altra mi emoziona, la Via dei sogni salvati. (Sante Boldrini)

Romina Angelici

Un grazie particolare a Laura Pacelli e alle Edizioni Graphofeel:

http://www.graphofeel.it/index.php/bookshop/catalogo/product/84-l-essenza-del-natale

Il Grand Tour del barone!

Ciao booklovers,
Oggi vi segnalo un romanzo storico davvero eccezionale in uscita il 20 maggio per la Graphofeel edizioni.

13230814_1711412875796302_995235877_oLa fine del ’700: il Grand tour del barone borbonico Francesco Antonio si trasforma ben presto in una rocambolesca sequenza di avventure cui fanno da sfondo l’Italia e il Mediterraneo dei pirati barbareschi, la Sicilia e Malta, fino all’Egitto delle antichissime divinità teriomorfe e dei loro orripi-lanti misteri. Sulle tracce di un enigmatico ritratto di donna trafugato dalla dimora del Cardinale de la Caravela, il barone di Santamaria di Calòria percorrerà i mari e gli Stati, in compagnia di preti avventurieri e bestemmiatori, di sbirri negromanti dall’ambigua bellezza, braccato dai sicari della Chiesa e dalle spie del «Catapano» di Doràntia: l’ex inquisitore, «il porruto» Nicolás Deseado.
Rapimenti, duelli, le prime esperienze dei sensi. Dalle sabbie del deserto africano al ritorno – attra-verso le segrete e i roghi dell’Inquisizione – nella città dorata dove ogni cosa ha avuto inizio. La Storia si fonde con l’Immaginario. Le lingue, le parlate e i dialetti si amalgamano nella narrazione torrenziale, senza soluzione di continuità, delle alterne venture. Sfilano tableaux ricchissimi e vivaci di luoghi; comparse e personaggi mai del tutto decifrabili, ciascuno col proprio insospettabile se-greto. E soprattutto scorre davanti ai nostri occhi il racconto della Notte che incalza invano il Matti-no e le sue rivelazioni: poiché sa che, quando infine li avrà raggiunti, non sarà in grado di ricono-scerli. Verità e Finzione, Ragione e Follia, Voce e Silenzio, si danno convegno per raccontare una vita.

«Alterne venture, viaggi e peripezie, come li visse il giovine Francesco Antonio, Barone di Santa-maria di Calòria, narrati da lui medesimo».

Da non perdere

Isabella

La signora dei Baci

Ciao booklovers,

oggi vorrei segnalarvi una bellissima nuova uscita per Graphofeel edizioni: La signora dei Baci di Maria Letizia Putti e Roberta Ricca. La biografia romanzata di Luisa Spagnoli, la donna che nella sua vita inventò tutto. A lei si devono la creazione del Bacio Perugina, della caramella Rossana, e della casa di moda che ancora oggi porta il suo nome. Ad una vita pubblica di successo si aggiunse cpj_LaSignoraDeiBaci-500x500una vita privata intensa e modernissima, veramente da romanzo.

“Luisa si guardò allo specchio, soddisfatta, alzò l’orlo della gonna lunga fino a terra per rimirarsi le gambe, vederle fasciate dalle calze di seta lucida era il particolare che l’affascinava di più, roba da signori, insieme alle scarpe con il tacco a rocchetto e ai pettini di tartaruga, infilati tra i capelli per fermare sulla nuca le ciocche ribelli. Le mancava d’indossare il bolero, ancorò il cappello ai capelli con tre o quattro spilloni dalla capocchia nera come il velluto. Il vento che sferzava Perugia richiedeva misure eccezionali per non far volare via alla prima folata quel monumento a larghe falde che le sormontava il capo. Ancora un’occhiata allo specchio, si vide in abiti alla moda, da dama dell’alta società, mai era stata così elegante; il risultato la rese più tranquilla. La paura di sfigurare con la famiglia Spagnoli non l’abbandonava da giorni, erano dei signori in confronto ai Sargentini, che solo da qualche tempo erano riusciti ad affrancarsi dalla classe meno abbiente, grazie al lavoro indefesso di Secondo e Nello. Le mani le tremavano ancora, ma con uno sforzo di volontà cercò di dominare l’emozione.”

 

Per scoprire il mondo della signora dei Baci, seguite questa pagina facebook :

https://www.facebook.com/La-signora-dei-Baci-907284492725502/?fref=nf

Buona lettura!

Isabella

Ultime dalle edizioni Graphofeel!

Ciao booklovers,

oggi vorrei parlarvi di una mia recentissima scoperta nel mondo dell’editoria: la Graphofeel edizioni. Un catalogo pieno di idee innovative e straordinarie proposte, per lettori sempre alla ricerca di nuovi stimoli culturali. Vi avevo già parlato del sostegno all’associazione Peter Pan con la vendita di “Sbadiglio” di Silvestro Nicolaci, per cui oggi voglio parlarvi di altri tre romanzi da non perdere.

cpj_OcchiCerchiatiNew-500x500Lui, lei e l’altra. Il triangolo ha tutti i vertici al loro posto. Lui è un ricco conte con il doppio cognome, come si conviene. Livio Moltesi- Dauri. Lei, Baldina Reani, è una caparbia fanciulla col caschetto nero e gli occhi cerchiati d’azzurro. Una vergine solitaria, conquistata dal giovane Moltesi nel lugubre castello che l’ha vista reclusa fino ad allora, nero con le finestre cerchiate di bianco. L’altra è la donna che appare qualche pagina dopo la loro promessa di matrimonio, ma che in realtà da dieci anni svolge il ruolo di amante corrisposta del Moltesi. Ilda Miari. Donna matura e bionda, tanto abbondante e florida quanto Baldina è sottile, le gambe lunghe, il profilo caparbio.Il dramma della gelosia si consuma in un clima convenzionale, con un copione apparentemente già scritto, ma il dolore di Ilda è profondo e reale. Finale a sorpresa.

Un romanzo di amore e avventura nell’Anno Mille. Sei personaggi scelgono di uscire dalla Storia, ribellarsi al destino già scritto per loro dalle regole della società del tempo per affrontare una vita senza compromessi. Cristoforo, Isalfredi, Matilde, Panezio, Swein, Omizo si muovono lungo la via Francigena, tra Siena e San Gimignano, protagonisti di battaglie, passioni e misteri.

cpj_DelittiDellaPrimavera-500x500Firenze, 1486: una serie di omicidi sconvolge la vita della città. Le vittime sono donne appartenenti alla ricca borghesia, e lo spietato assassino sembra ispirarsi all’Allegoria della Primavera, capolavoro di Sandro Botticelli e del suo assistente Filippino Lippi. Su ogni cadavere viene trovato un oggetto che rimanda a un dettaglio del quadro: il ramoscello infilato tra le labbra di una ninfa, il mantello rosso che avvolge la Dea, la ghirlanda di fiori che adorna il collo della Primavera…
Tra passioni e intrighi Leonardo da Vinci, Amerigo Vespucci, Lorenzo il Magnifico, popolano le pagine di questo romanzo colto e raffinato, in cui si combatte l’eterna guerra tra Amore e Morte.

Potete consultare tutto il catalogo cliccando su questo link http://www.graphofeel.it/index.php

Isabella

 

 

Graphofeel a sostegno dell’associazione Peter Pan!

Ciao booklovers,

oggi vorrei parlarvi di una bellissima iniziativa promossa dalla casa editrice Graphofeel a sostegno dell’associazione Peter Pan. L’associazione è nata nel 1994 dall’iniziativa di un gruppo di genitori di bimbi con patologie oncologiche, per offrire sostegno concreto alle famiglie che devono affrontare trasferte per le cure. A Roma è nata la “Casa di Peter Pan” un polo di accoglienza costituito da tre strutture con 33 unità abitative e spazi comuni .

Graphofeel donerà un euro per ciascuna copia venduta del libro illustrato “Sbadiglio”.

“Ci pensi mai?”

“A cosa?”

“Al fatto che la maggior parte della gente non ha la minima idea di quello che sogna!”

“…Non sanno quello che si perdono.”

Silvestro Nicolaci ha intessuto una bellissima storia, resa ancor più coinvolgente dalle bellissime illustrazioni. Quando regalarsi un libro è anche un grande gesto di solidarietà! Non perdetelo, l’iniziativa sarà attiva sino al 31 dicembre 2015 per cui potrebbe essere anche una bellissima idea per i vostri regali di Natale!

Isabella