Raffaello di Cinzia Giorgio

Quando l’Arte è tradotta in parole.

La storia, la pittura, la vita, si fondono per creare un’unica emozione.

La storia è affascinante e costruita su un doppio binario spazio temporale (tra la Roma del Cinquecento e la Parigi di oggi) a incastro, strato su strato: sovrapposti come quelli che un bravo restauratore deve rimuovere per recuperare l’opera originale che si disvela in tutto il suo splendore.

Accanto alla vicenda privata e pubblica di Raffaello, che si sviluppa a ritroso, corre parallela quella di una restauratrice, Bianca, ambientata al giorno d’oggi, la cui vita è strettamente legata all’arte e allo sfortunato pittore urbinate per diversi motivi.

Le storie procedono in senso inverso, legate da un comune denominatore, avvolto nel mistero.

L’autrice lascia che Bianca ci racconti la sua, in prima persona, nella concitazione tutta moderna di ritmi e spostamenti e di complessi rapporti interpersonali, e lascia sullo sfondo la vicenda umana dell’artista rinascimentale che gradualmente si compone in tutta la sua tragica intensità.

È come fare un salto nel tempo, ai giorni in cui la vita di un artista era drammaticamente combattuta tra le preoccupazioni quotidiane, la fatica fisica e la bellezza, in qualsiasi forma egli avesse deciso di esprimerla. Trasuda aria rinascimentale da tutti i pori: quella che si respira per le strade di Roma intrisa di arte e storia, che si insinua per i corridoi dei palazzi vaticani tra stanze e loggette affrescate, origlia dietro alle porte degli illustri prelati, sbircia i progressi di Michelangelo.

L’effetto indiretto del fascino esercitato da queste pagine induce ad analizzare molta della produzione raffaellesca a Roma dove Raffaello conobbe quella che sarebbe stata la sua Musa ispiratrice di numerosi visi femminili, in primis La Fornarina ma anche la Velata, la Galatea del Trionfo, e altrove più di un viso della Madonna.

Il restauro al Louvre di un ritratto del maestro urbinate che vede affiancati Raffaello e molto probabilmente il suo giovane amico e collaboratore, Giulio Romano, fa da raccordo tra la realtà storica dell’uomo con i suoi affetti e le sue passioni, e l’espressione artistica del suo talento.

Notevole tutto il lavoro di studio, ricerca e documentazione che c’è dietro al libro: la padronanza e gestione dell’argomento, l’originalità del modulo narrativo scelto, il desiderio di arte suscitato, la sete di bellezza accesa.

Cinzia Giorgio, scrittrice di romanzi e storica dell’arte, ha trovato la formula giusta per insegnare senza annoiare, raccontando la storia dell’arte rinascimentale attraverso uno dei suoi insigni esponenti, ridestando quel senso di appartenenza e di orgoglio nazionale che ci fa considerare l’insuperabilità del Genio che ha realizzato quei dipinti inestimabili. Uno di quei rari casi in cui le qualità umane sembrano perdere quei limiti insiti di finitezza e avvicinare l’artista, molto più di altri, a una dimensione divina.

L’epitaffio composto per Raffaello da Pietro Bembo lo esprime molto bene.

Raffaello e Pietro Bembo erano amici affiatatissimi. Il pittore muore giovane, nel 1520, lo stesso giorno della sua nascita, il 6 aprile, ed è Pietro a comporre il suo epitaffio, poi inciso sulla tomba al Pantheon a Roma:

«Ille hic est Raphael timuit quo sospite vinci, rerum magna parens et moriente mori».

Qui giace Raffaello: da lui, quando visse, la natura temette d’essere vinta, ora che egli è morto, teme di morire.

Acquista qui: Cinzia Giorgio – Raffaello (kindle edition)

Annunci

Regala un Pink Book!

Ciao pink readers,
I nostri pink books vi stanno appassionando e siamo molto felici di questo.
Sapete che si possono regalare anche gli ebook? È facilissimo grazie ad Amazon!

Vi basterà cliccare nell’area menù e selezionare Buoni regalo

buoni-regalo

Scegliere la tipologia di buono che preferite, per esempio per email

email

E compilare il modulo scegliendo immagine, testo, destinatario ed anche la data di consegna del regalo

buono-regalo-amazon

Amazon invierà una email al vostro destinatario che con un click potrà inserire il buono sul suo account e iniziare ad acquistare.

In pochi minuti e con un click potrete regalare i Pink Books ai vostri amici

Ricordatevi di inserire nel testo il link al romanzo così sarà facilissimo poi trovarlo per l’acquisto

Christmas in Paris https://www.amazon.it/dp/B01NCK82JO/ref=cm_sw_r_cp_apa_jhtuybJACQ9ZZ

The Emperor’s List (English Edition) https://www.amazon.it/dp/B00TCPKUR2/ref=cm_sw_r_cp_apa_QhtuybRTT4CYS

pink-book-promotion

Enjoy The Pink Side of Christmas!

La promozione dei Classici Newton Compton

Ciao classic readers,
oggi avete l’occasione di fare scorpacciata di ebook di grandi classici grazie alla promozione Newton Compton.

promo

Tra i tanti imperdibili Mammut ho selezionato per voi alcuni dei capolavori di Iréne Némirovsky.

due

Marianne e Antoine, due giovani scampati alla ferocia della Grande guerra, ora vogliono solo godere di tutto quello che la vita ritrovata può offrire loro. Ma una quotidianità serena e gioiosa sembra non sia possibile neanche senza la guerra, perché uno dei due protagonisti comincia a farsi domande che chiamano subito riflessioni inquietanti: perché dalla passione e dall’innamoramento del primo incontro si passa ai tormenti per divergenze futili, ai litigi, all’insofferenza reciproca? E quando tutto ciò si muterà nell’amicizia, nella comprensione profonda, nella sicurezza della solidarietà che resiste al tempo?

predaÈ Jean-Luc Daguerne la preda che dà il titolo a questo romanzo, scritto da Irène Némirovsky nel 1938. Preda di un’ambizione sfrenata, della rincorsa al successo, di un desiderio di rivalsa che non ammette tregua. Nella Parigi della metà degli anni Trenta, quest’uomo arriva dalla periferia alla ricerca del proprio posto nel mondo, ansioso di un riscatto che intende guadagnare a qualsiasi prezzo. Conquista il cuore della figlia del banchiere Sarlat, nonostante ella sia sposa promessa di un altro. Non lo ferma neanche la piena consapevolezza della propria infelicità coniugale. Diventa l’uomo di fiducia del notabile Calixte-Langon, inseguendo il potere politico…

suiteIn un paesino della campagna francese la giovane Lucile, sposa per volere del padre, e la suocera Angellier attendono di ricevere notizie da Gaston che è partito per il fronte. E quando nella loro casa verrà acquartierato Bruno, ufficiale dell’esercito tedesco, i rapporti fra le due donne diventeranno ancora più tesi. La scintilla tra i due ragazzi scocca ben presto, ma la necessità di reprimere e soffocare il desiderio diventa quasi impossibile da sostenere… Ultimo capolavoro della Némirovsky, il libro fu pubblicato in Francia solo molti anni dopo la sua morte e ha permesso al grande pubblico internazionale di conoscere l’opera della grande…

Sul sito http://www.newtoncompton.com trovate tantissimi altri titoli (e non solo i classici!). Affrettatevi: la promozione è valida solo per oggi!
Isabella

Baci, sabbia e stelle. Intervista a Marilena Boccola

Ciao booklovers,
In questi giorni vi ho consigliato tanti libri da portare con voi in vacanza, ma di certo immancabile compagno di viaggio sarà il vostro ebook reader, non mi sono scordata di lui. Per le letture digitali oggi vi consiglio una storia dolce, frizzante e romantica in arrivo per HarperCollinsItalia (collana eLit) il 30 giugno: Baci, sabbia e stelle (estate 1982) di Marilena Boccola, oggi ospite qui sul blog.

13446305_1724558197815103_2139253926_o1982 – 2016
Le estati dell’adolescenza, quando è il cuore che guida le nostre azioni e la voglia di libertà ci rende spavaldi, sono indimenticabili per tutti. E poi… chi non ricorda o non ha mai sentito parlare di quell’estate del 1982, quando tutti si sono sentiti un po’ CAMPIONI DEL MONDO?
Proprio mentre l’Italia sta impazzendo per la vittoria in Spagna, Maddalena e Michele vivono la loro notte magica che li porta a trasgredire, per la prima volta, alle regole. Distesi sulla sabbia del lido, con la cortina di stelle a fare da contrappunto alla loro storia, si abbandonano alle emozioni, dimentichi di tutto e di tutti. E quando la realtà irrompe prepotentemente tra loro, è tardi anche per scambiarsi un indirizzo.

I: Benvenuta Marilena, questo è il tuo esordio in HarperCollinsItalia dopo autopubblicazioni di successo, sei emozionata per il ” debutto”? Come vivi il tuo ruolo di ” scrittrice”?

M: Confesso di essere decisamente emozionata e di temere da un momento all’altro di svegliarmi e scoprire che essere contattata da una grande Casa Editrice come HarperCollinsItalia è stato solo un sogno. Invece, pare proprio che sia tutto vero: il 30 giugno si sta avvicinando a lunghi passi e io non sto più nella pelle! Spero di essere all’altezza della grande fortuna che ho avuto.
Devo ammettere che la definizione di scrittrice, riferita a me stessa, mi suona ancora strana, perché si tratta soltanto di uno dei ruoli che rivesto quotidianamente. Infatti, a seconda dei casi, sono moglie, mamma (quante volte al giorno mi sento chiamare in questo modo!), collega, figlia, sorella, ecc. La Marilena autrice, quella che ruba tempo al sonno e a ogni momento libero pur di scrivere (e leggere), in fondo, ha un ruolo marginale, anche se è quello che le permette di essere se stessa nel modo più vero e autentico possibile. Chissà se, col tempo, quello di scrittrice diventerà un ruolo sempre più significativo nella mia vita?

I: Raccontaci di questo romanzo, dei suoi protagonisti, di come è nata l’idea…

M: “Baci, sabbia e stelle” è un romanzo che si differenzia dai precedenti da me auto-pubblicati, principalmente per due aspetti: è scritto in prima persona ed è abbastanza autobiografico, non tanto per la storia d’amore narrata, quanto per le sensazioni e i ricordi dai quali essa trae spunto. L’estate del 1982 è stata per me davvero magica, tanto da farmi immaginare che i Mondiali di calcio di quell’anno, che hanno visto l’Italia diventare campione del Mondo, potessero fare da sfondo ai primi turbamenti amorosi di una sedicenne in vacanza al mare con i genitori. In realtà, la storia tra Maddalena e Michele è molto più di questo, ma lascio a voi il piacere di scoprirla.

I: Hai dei romanzi nel cassetto che ci farai leggere presto?

M: Purtroppo, o per fortuna, la mia fantasia non si ferma mai e, sì, confesso di avere altri due romanzi nel cassetto, uno dei quali ancora da concludere. Comunque, non ho fretta di pubblicarli… Per adesso, mi godo la soddisfazione di vedere il mio nome tra quelli degli autori HarperCollinsItalia e il mio nuovo romanzo, che racchiude l’estate, vicino ad altri libri amati in tutto il mondo.

I: Prima di salutarci, la mia domanda di rito: hai un libro del cuore, il tuo preferito?

M: Mamma mia! Leggo talmente tanto e sono così numerosi i libri che ho adorato, da non sapere mai cosa rispondere a questa domanda. Va be’, ci provo… So già che mi sentirò in colpa nei confronti di altri titoli, ma “Venuto al mondo” di Margaret Mazzantini è senz’altro uno dei libri che mi hanno fatto più male, ma che ho amato di più in assoluto. Ammiro la capacità di certi autori di ottenere un effetto catartico con le loro opere, gettando il lettore all’inferno e redimendolo attraverso il fuoco sacro della scrittura.

Grazie mille per essere stata con noi ti seguiremo!

#savethedate30giugno #BaciSabbiaStelle #HarperCollinsItalia
#eLit

Isabella

Si parla di eBook!

Eccoci di nuovo qui booklovers!

Oggi vorrei spezzare una lancia in favore dei libri digitali. Lo so, lo so, mi direte: il piacere della carta tra le dita, l’odore di un libro etc…sono sensazioni imperdibili. Avete perfettamente ragione.

Io sono un’accumulatrice compulsiva, di quelle che hanno una pila di libri sul comodino, ma non escono mai da una libreria a mani vuote. La mia causa #leggiamodigitale , nasce da una prospettiva completamente diversa.

Solitamente si affronta la relazione libro/ebook in termini di battaglia all’ultimo sangue, come se il digitale fosse una minaccia o un possibile sostituto. Se cambiamo prospettiva, possiamo invece renderci conto di quale grande occasione di sviluppo editoriale e culturale passi attraverso la coesistenza di questi due formati.

I libri classici ci danno l’opportunità di essere collezionati, di apprezzarne le edizioni, di assistere ad esperimenti narrativi eccezionali: uno tra tutti “la nave di Teseo” di Straka, che vi consiglio vivamente di leggere ( è un’esperienza di lettura davvero straordinaria e metanarrativa senza paragoni).

Gli ebook ci permettono di avere una libreria digitale portatile; finalmente basta alle riviste dell’anno prima che ci propinano nelle sale d’attesa degli studi medici e basta alle riviste di gossip della parrucchiera! Apriamo le app di lettura del nostro smartphone e abbiamo tutti i libri che vogliamo.

Io utilizzo tantissimo la app kindle e quotidianamente ci sono ebook gratuiti o a costi decisamente irrisori che non solo ti permettono di leggere immediatamente con un click, ma danno anche molto spazio agli scrittori emergenti e quindi a tantissime scoperte per noi lettori. Naturalmente poi ci sono i dispositivi di lettura specifici vedi Kindle Paperwhite, Kobo, Tolino, Sony ereader etc… che sono dei veri e propri distributori portatili di ricarica librosa!

L’imperativo categorico è LEGGERE, dove, come, quando e perchè, per fortuna, non sono più limitanti.

Quindi basta book versus ebook, ma compresenza amichevole, ci state? Se volete raccontarci le vostre esperienze di lettura digitali, ne saremo felicissimi.

Colgo l’occasione per consigliarvi due eBook che mi hanno davvero entusiasmata, ecco le copertine!

 

 

 

 

 

 

Isabella