Biblioterapia

12970259_1696725373931719_1615270645_o.pngCiao booklovers,
Avete già sentito parlare di biblioterapia o libroterapia?
I nostri amici libri possono essere straordinari ausilii per terapie psicologiche. Come?
Su Pink Magazine Italia di febbraio trovate un articolo approfondito sul tema.
Oggi vorrei segnalarvi una novità editoriale legata a questa tematica: I libri si prendono cura di noi di Regine Datambel.

«La biblioterapia è l’utilizzo di un insieme di letture scelte quali strumenti terapeutici in medicina e in psichiatria. E un mezzo per risolvere dei problemi personali mediante una lettura guidata»: così il dizionario Webster definiva la biblioterapia nel 1961. Una descrizione senza dubbio fredda e succinta, oltre la quale tuttavia si aprono scenari inaspettati e affascinanti, a cavallo tra psicologia e letteratura, antropologia e ricerca interiore. Régine Detambel, scrittrice e kinesiologa francese, raccoglie i numerosi contributi di studiosi che si sono occupati di una disciplina ricchissima di sfumature, dal lavoro pionieristico di Sadie Peterson Delaney fino alle opere più recenti di Ouaknin, Spire, Picard e soprattutto l’Elogio della lettura di Michèle Petit.
Se emozioni e sentimenti si colgono pienamente solo attraverso la loro forma verbale, allora possono essere curati, accuditi, coccolati dalla parola scritta. All’approccio semplicistico del biblio-coaching, che predilige libri «facili» e didascalici, l’autrice preferisce puntare sulle difficoltà e sulle sfide lanciate dai grandi autori del presente e del passato, che nella scrittura hanno trovato un antidoto al dolore. Sono questi i «farmaci» migliori: la lettura diventa un’occasione di risveglio interiore, consapevolezza, dignità, un rimedio ai malanni della mente e del corpo. Niente di meglio, quindi, di un «libro sui libri», un racconto sul profondo potere della pagina scritta: «La biblioterapia deve permettere a ciascuno di uscire dall’isolamento, dalla stanchezza, per reinventarsi, vivere e rinascere a ogni istante».

Buona lettura.
Isabella

Annunci

La piccola guida di Sellerio

12270402_1645221425748781_780614926_n

Ciao booklovers,

anche voi avete iniziato a compilare la lista dei regali di Natale? Libri, libri e ancora libri da regalare e da regalarsi? Spesso però è difficile scovare il libro giusto da regalare ad amici e parenti.

Quest’anno in nostro aiuto è arrivata la SELLERIO che ha pensato di creare una piccola guida per i lettori nel bellissimo catalogo dei mitici libri blu.

A seconda dell’hobby, dell’attitudine o della professione del fortunato destinatario del tuo pacchetto, la Piccola guida ti suggerirà il titolo giusto da mettere sotto l’albero.

Ce n’è per tutti i gusti: per l’amante della musica, per la fashion victim, quello che ama le festività…

Il consiglio per i lettori incalliti? Eccolo qui

12278180_1645221422415448_933471877_nNon semplicemente il classico che racconta i classici poiché, tra le pagine di questo recente successo editoriale, anche chi pensa di avere letto tutto potrà fare scoperte sorprendenti.
Graditissimo dono anche per il conoscente ipocondriaco o la nipote che crede che i libri siano noiosi.

«Qualunque sia il vostro disturbo, la nostra ricetta è semplice: un romanzo (o due), da prendere a intervalli regolari».
Un appassionante dizionario di romanzi e scrittori dalle singolari virtù terapeutiche, un sorprendente manuale di letteratura per chi ama scovare nuove opere e autori.

Si può curare il cuore spezzato con Emily Brontë e il mal d’amore con Fenoglio, l’arroganza con Jane Austen e il mal di testa con Hemingway, l’impotenza con Il bell’Antonio di Vitaliano Brancati, i reumatismi con il Marcovaldo di Italo Calvino, o invece ci si può concedere un massaggio con Murakami e scoprire il romanzo perfetto per alleviare la solitudine o un forte tonico letterario per rinvigorire lo spirito. Questo suggeriscono le ricette di un libro di medicina molto speciale, un vero e proprio breviario di terapie romanzesche, antibiotici narrativi, medicamenti di carta e inchiostro, ideato e scritto da due argute e coltissime autrici inglesi e adattato per l’Italia da Fabio Stassi, autore de L’ultimo ballo di Charlot. Se letto nel momento giusto un romanzo può davvero cambiarci la vita, e questo prontuario è una celebrazione del potere curativo della letteratura di ogni tempo e paese, dai classici ai contemporanei, dai romanzi famosissimi ai libri più rari e di culto, di ogni genere e ambizione. Queste ricette per l’anima e il corpo, scritte con passione, autorevolezza ed elegante umorismo, propongono un libro e un autore a rimedio di ogni nostro malanno, che si tratti di raffreddore o influenza, di un dito del piede annerito da un calcio maldestro o di un severo caso di malinconia. Le prescrizioni raccontano le vicende e i personaggi di innumerevoli opere, svelano aneddoti, tratteggiano biografie di scrittori illustri e misconosciuti, in un invito ad amare la letteratura che ha la convinzione di poter curare con efficacia ogni nostro acciacco. Non mancano consigli per guarire le idiosincrasie tipiche della lettura, come il sentirsi sopraffatti dal numero infinito di volumi che ci opprimono da ogni scaffale e libreria, o il vizio apparentemente insanabile di lasciare un romanzo a metà.

Curiosate un pò e scegliete il vostro libro blu: Sellerio – Pagina Facebook

Isabella