Altamoda a Cosenza

Gran finale di Altamoda alla seconda edizione di Cosenza Fashion Week, evento ideato e organizzato da Giada Falcone.
Anche quest’anno quattro giorni dedicati alla moda con sfilate, workshop, eventi culturali, dibattiti e open day.
Una città che ha risposto bene ad un format originale e innovativo e che ha ospitato tanti giovani stilisti emergenti e i big dell’alta moda.
Special Guest assoluto Anton Giulio Grande che ha ricevuto da Cosenza Fashion Week e dall’amministrazione comunale nella persona del sindaco Mario Occhiuto, il Telesio d’Argento per i suoi primi 20 anni di carriera.
Un testimonial d’eccezione, un esempio di quanto al sud si può fare moda e diventare noti sul panorama nazionale.
In passerella abiti sensuali ed eleganti, veli e trasparenze, una collezione di alta moda, quella di Anton Giulio Grande, lo stilista amato dalle star della tv.
Grande attesa anche per la stilista Sladana Krstic che é riuscita ad incantare il pubblico di Cosenza per la seconda volta con la sua nuova collezione.
Abiti da favola, fantasie e tessuti originali per la stilista croata che ha partecipato anche ad Altaroma con lo staff della Cosenza Fashion week lo scorso gennaio 2018.

Intanto Cosenza Fashion Week si candida a diventare uno degli eventi moda più importanti del Sud Italia anche per la sua partecipazione, con una sezione off a gennaio 2018, all’Interno del calendario ufficiale di AltaRoma.
Un bilancio positivo per l’edizione a Cosenza tenutasi dal 24 al 27 maggio, che ha incantato tutti in termini di visibilità, numeri e prospettive.

Un progetto ambizioso- come ha affermato Giada Falcone- ma che guarda al futuro, per dire che anche al sud si può fare moda concretamente.

Laura Gorini

Collezione: I colori sono emozioni dirette

P/E2019

Stilista: Sladana Krstic

Brand: QueenMood

Modelle: Alessandra Crocco & Teresa Mancini della A Pois di Giada Falcone

Ph.: Domenico Longo

Castello Svevo

Annunci

Pink Magazine Italia – St. Valentine’s Issue

Febbraio 2018

The Pink Side of… St. Valentine

C’era una volta una bellissima e rockeggiante canzone di Michelle Branch (Everywhere, 2001) il sui testo diceva:

‘Cause you’re everywhere to me

And when I close my eyes it’s you I see

You’re everything I know

That makes me believe

I’m not alone.

L’amore è dunque solo una nostra invenzione o esiste davvero? È sempre l’amore quel motore immobile attorno al quale ci si affanna per non sentirsi da soli? Rispondendo con il ritornello di un’altra canzone, stavolta di Sheryl Crow: If it makes you happy, it can’t be that bad… Secoli e secoli di letteratura sembrano dar ragione a questa teoria. Qualche settimana fa è uscito l’illuminante saggio della studiosa Carol Dyhouse, Heartthrobs: A History of Women and Desire (Oxford University Press, 2018) in cui è sostenuta la tesi secondo la quale l’uomo ideale è in realtà un’invenzione delle scrittici. Si veda a tal proposito il perfetto Mr. Darcy in Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen, per avere un’idea. Insomma, con chi festeggiare San Valentino? Un buon libro può essere la risposta alla nostra voglia di romanticismo. Ma anche indossare magari un raffinato capo di Haute Couture può essere d’aiuto. È un numero davvero speciale questo di Pink Magazine Italia dedicato principalmente alla moda e ai libri. Siamo stati per voi alla sfilata dello stilista Anton Giulio Grande e abbiamo visto le sue intense creazioni. Abbiamo poi scelto anche accessori particolari, libri a tema e ci abbiamo messo tutto l’amore possibile. Questo sì, reale. Per voi.

Cinzia Giorgio

Scarica qui la tua copia gratuita di Pink Magazine Italia:

Pink Magazine Italia – Febbraio 2018