Giovani, carine e bugiarde: Ricercate

Hanna, Aria, Spencer ed Emily hanno passato di tutto insieme. Una bravata d’infanzia finita tragicamente male e non uno, ma ben due stalker che conoscono tutti i loro segreti. Senza contare l’assassinio della loro migliore amica, tre anni fa. Adesso le ragazze sono sul punto di trovare le risposte che hanno cercato a lungo, così da archiviare finalmente un orribile capitolo della loro vita. O almeno questo è ciò che sperano. Non tutte le storie, però, hanno un lieto fine. Specialmente quando hanno come protagoniste ragazze che sono tutt’altro che angeli. Emily, Hanna, Aria e Spencer dovranno quindi affrontare un nuovo, terrificante colpo di scena.

giovani-carine-e-bugiarde-ricercate_9554_x1000

Quando tutto sembra risolto, con un colpevole dietro le sbarre assicurato alla giustizia, e la quiete ritornata nella cittadina di Rosewood, Aria, Hanna, Emily e Spencer possono tornare alle loro vite tranquille, anche se ora ben distinte, non più insieme come una volta.
Sono passati quattro anni dalla scomparsa di Alison Di Laurentis, ritrovata poi morta nel suo stesso giardino. Mona non può più dare loro il tormento, Billy, l’ormai accertato colpevole degli omicidi di Ali, Jenna e Ian è in prigione, e nulla può più ferire le ‘giovani, carine e bugiarde, come le chiamano ancora tutti.
Purtroppo non è così. La famiglia di Spencer è a pezzi dopo gli scandali che li hanno travolti, Aria deve fare i conti con una madre ‘in cattura’ del suo nuovo fidanzato e il nuovo figlio di suo padre in arrivo, Hanna non può camminare per i corridoi della scuola senza essere additata e chiamata psicopatica, e Emily non accetta la morte di Alison.
Che lo vogliano o no le loro vite sono cambiate per sempre, e devono buona parte dei loro problemi a Alison. Lei però non c’è più, e devono fare i conti solo con loro stesse.
Un malessere sembra accumunarle anche ora che sono divise, e qualcosa non convince nessuna di loro: è stato davvero Billy a commettere quei delitti? Era Billy a spiarle e fotografarle la notte nel fienile? Era Billy la seconda -A?
Queste e tante altre domande hanno risposta in questo ultimo e finale capitolo della saga teen/thriller che ha lasciato con il fiato sospeso milioni di lettori giovani e meno giovani negli ultimi anni, al traino anche dell’ immenso successo della serie tv.
L’autrice ci guida per mano nelle pagine di questa ultima avventura, nel lungo percorso di indizi che ci porta alla risoluzione dell’articolatissima trama, con colpi di scena imprevisti ma non imprevedibili, permettetemi il gioco di parole, perché alla fine la domanda da porsi non è chi è l’assassino, ma chi sono davvero gli assassinati, perché sarebbe troppo semplice chiedersi ‘chi ha ucciso Alison’. La vera domanda da porsi, dalla prima all’ultima pagina è ‘chi è Alison Di Laurentis’. Perché, che la si ami o la si odi, Ali resta la vera protagonista della saga, il vero colpo di scena della storia.
La bravura dell’autrice sta nel raccontarci di nuovo tutto quello che sapevamo già, conducendoci finalmente alla verità.
Chi ha già visto la serie e si vuole approcciare ai romanzi li amerà di sicuro, non aspettatevi quello che sapete già, perché la storia vi lascerà l’amaro in bocca in alcuni momenti, essendo su diversi punti completamente diversa, ma sarà proprio questa diversità a affascinarvi.
E invece per chi ha letto i libri e non ha ancora visto la serie tv, beh è arrivato il momento di farlo, dopo questo ultimo romanzo potete vederla con tranquillità, il finale ‘alternativo’ vi stupirà.
Ci sarebbe ancora una domanda da porsi nel finale ma… questa la scoprirete solo alla fine del romanzo.

Annunci

I love Dick- Neri Pozza

I consigli di lettura di Antonella Maffione.

Tra una partecipazione a una conferenza, una visita a una mostra e continui riferimenti letterari si dipana questo romanzo suggestivo e a tratti sconvolgente.
61HnV2GYZ3L
È un romanzo che si sofferma sulla perversione della mezza età, analizzando un rapporto ormai consumato dall’abitudine e dal desiderio di affrontare una nuova intimità; Focalizzato sull’ossessione giovanile collocata nel periodo del femminismo, periodo in cui le femministe cercavano di ridisegnare il loro ruolo sociale senza inibire la loro sensualità (tutto ciò si riversava anche nell’arte).
Sylvère un intellettuale che tiene corsi su Proust, è sposato con Chris una film-maker sperimentale. La vita di coppia dei protagonisti è in stand-by. Dopo una cena con un amico, Dick, Chris si innamora.
Essendo Sylvère un acuto ascoltatore, Chris gli raccontava le sue sensazioni; il marito, pur di farla allontanare dalla depressione, le suggerisce di scrivere delle lettere a Dick.
Chris è talmente innamorata da sentirsi come “una sedicenne in giubbotto di pelle rannicchiata in un angolo in compagnia dei suoi amici”.
Chris e Sylvère cominciano a scrivere delle lettere, coinvolgendo Dick in un gioco bizzarro ai limiti della depravazione, tanto da farlo diventare “l’oggetto d’amore”. Chris ormai era indifferente al sesso, ma da quando aveva conosciuto Dick non faceva altro che fantasticarne.
A tratti triste e malinconico il romanzo prende il via attraverso le lettere permettendo a Chris  di instaurare una comunicazione diretta con Dick. Le emozioni di Chris erano talmente forti che “ fluivano come il torrente dietro casa su nel nord, turbolento e in via di disgelo”. Pagina dopo pagina, forse è meglio dire lettera dopo lettera, questa storia diventa un ricatto emotivo, tant’è che Dick rifiuta di proseguire oltre questo gioco, affermando di ritenere l’amicizia un valore raro e delicato. Un riavvicinamento per recuperare la fiducia su cui si basava tale rapporto, prima di questi episodi, sarebbe stato difficile.
Ritengo che la lettura di questo romanzo sia una forma d’arte, dove i riferimenti letterari diventano per il lettore elementi emozionali, evidenziando La ricchezza intellettuale e l’eleganza stilistica dell’autore.

Storie e vite di SUPERDONNE che hanno fatto la SCIENZA

“Altro che principesse, le bambine da grandi VOGLIONO FARE LE ASTROFISICHE!”

9788893813488_storie_e_vite_di_superdonne_che_hanno_fatto_la_scienza
Questo libro raccoglie venti storie e venti illustrazioni di donne straordinarie che con intelligenza, amore, perseveranza e passione hanno contribuito all’avanzamento della scienza e del progresso umano.

Dall’autrice bestseller di L’incredibile cena dei fisici quantistici, il racconto accurato e appassionante dell’universo femminile della scienza.

Un team di super illustratori e artisti internazionali, tutti uomini, dedica un ‘omaggio floreale’ alle super scienziate.

PAOLO BACILIERI • PEPPO BIANCHESSI • JEAN BLANCHAERT • IACOPO BRUNO • DAVIDE CALÌ • IVAN CANU • ANDREA CAVALLINI • ALDO DAMIOLI • GIANNI DE CONNO • MANUELE FIOR • BEPPE GIACOBBE • NEIL GOWER • FEDERICO MAGGIONI • PIERRE MORNET • FABIAN NEGRIN • LORENZO PIETRANTONI • DAVIDE PIZZIGONI • VLADIMIR RADUNSKY • GUIDO SCARABOTTOLO • STEPHAN WALTER

Guarda il video qui: Super Donne

Letture per il weekend

Ciao booklovers,

eccoci all’appuntamento settimanale con le nostre segnalazioni per gli acquisti in libreria del fine settimana. Buona lettura!

71cuFwhhyAL

 

Tina vive con serenità i suoi ultimi anni di vita lontana dall’Italia e dalle sue radici. Un giorno in apparenza come gli altri, una telefonata sconvolge la sua tranquilla esistenza. Da quell’eco di una voce lontana dall’accento inconfondibile, un uomo sembra riportarla al suo passato e a suoi ricordi. L’Italia, Napoli, la sua terra, gli odori e i sapori che aveva amato da bambina e adesso credeva di aver dimenticato, riaffiorano tutti insieme all’improvviso travolgendola come un fiume in piena. Tina così decide di scrivere una lettera a quell’uomo riemerso dal suo passato ma non si tratta delle solite righe di convenevoli, ma di una lettera d’amore lunga tutta una vita.

 

 

815-3P9THRL

 

Quest’opera-mondo, che racconta la creatività umana, la letteratura, il pensiero, le arti figurative e la musica, dai lirici greci a Bob Dylan, da Catullo a Maria Callas, dal Gilgamesh a Roberto Bolaño – ognuno può trovare il ”da/a” che preferisce, il più divertente, il più coerente, il più assurdo, il più iperbolico – è forse, prima di tutto, un atto d’amore. Amore verso la vita, prima ancora che verso la lettura, perché non c’è pagina, che parli di poesia T’ang, di sapienti indiani, di Marziale o di Friedrich Nietzsche, in cui non si intraveda nitidamente la vita del ragazzo, del giovane, dell’uomo che su quelle pagine si è entusiasmato, si è interrogato e ha sognato, e che di quelle pagine si è nutrito fino a tramutarle in sua carne e suo sangue.

 

 

Layout 1

 

Dal momento in cui si stabilì in Francia, nel 1903, fino alla sua morte a Neuilly-sur-Seine nel 1946, la celebre scrittrice americana fu una figura centrale e fondamentale del mondo dell’arte parigino e non solo. La sua casa al 27 di rue de Fleurus, che condivideva con la compagna Alice B. Toklas, divenne il luogo delle frementi “arti moderne” d’inizio secolo, facendo incontrare alcuni tra gli artisti più importanti del Novecento, come Henri Matisse, Juan Gris e Pablo Picasso. In questo saggio, Stein racconta, con la sua lingua monologante, le sue poche virgole e le sue parole marcate e fluviali, la città di Parigi come culla dell’espressione artistica, musicale, mondana e civile. Una concentrazione urbana in divenire che si trasformò in quegli anni in rifugio accogliente per pensatori da tutto il mondo.

THE HATE U GIVE

Ciao pink readers,

oggi per il nostro #herstory vi segnaliamo uno YA edito Giunti.

hate-you-give-banner940x240px-6JB8VZKH.jpg

Starr si muove tra due mondi: abita in un quartiere di colore dove imperversano le gang ma frequenta una scuola prestigiosa, soprattutto per volere della madre, determinata a costruire un futuro migliore per i suoi figli. Vive quasi una doppia vita, a metà tra gli amici di infanzia e i nuovi compagni. Questo fragile equilibrio va in frantumi quando Starr assiste all’uccisione di Khalil, il suo migliore amico, per mano della polizia. Ed era disarmato.

68031e
Il caso conquista le prime pagine dei giornali. C’è chi pensa che Khalil fosse un poco di buono, perfino uno spacciatore, il membro di una gang e che, in fin dei conti, se lo sia meritato. Quando appare chiaro che la polizia non ha alcun interesse a chiarire l’episodio, la protesta scende in strada e il quartiere di Starr si trasforma in teatro di guerriglia. C’è una cosa che tutti vogliono sapere: cos’è successo davvero quella notte? Ma l’unica che possa dare una risposta è Starr.

Quello che dirà – o non dirà – può distruggere la sua comunità. Può mettere in pericolo la sua stessa vita.

 

Un romanzo importante. Una voce straordinariamente autentica. Un travolgente caso editoriale.

Leggete un estratto qui: The Hate U Give

Tempo da Elfi

“Tempo da elfi. Romanzo di boschi, lupi e altri misteri” è un noir scritto a quattro mani da Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli.

69472p

Le stagioni si avvicendano sempre uguali a Casedisopra, fra la tabaccheria della Nerina e le due caserme – dei Carabinieri e della Forestale – che invano vigilano sulla trattoria-bar di Benito, dove anche quando la stagione della caccia è chiusa il maiale servito in tavola ha un curioso retrogusto di cinghiale…

Eppure ultimamente qualcosa sta cambiando. In paese compaiono ragazzi e ragazze dagli abiti colorati, calzano sandali di cuoio intrecciati a mano e vendono i prodotti del bosco e della pastorizia: sono gli Elfi, che vivono in piccole comunità isolate sulla montagna, senza elettricità, praticando il baratto e ospitando chiunque bussi alla loro porta senza porre domande.

Forse potranno essere loro a prendersi cura del territorio appenninico, sempre più trascurato e spopolato, mentre sul corpo della Forestale incombe il destino di venire assorbito nell’Arma dei Carabinieri?

Marco Gherardini, detto Poiana, ispettore della Forestale, non fa in tempo a immalinconirsi con questi pensieri che ecco, nell’aria risuonano due spari proprio quando nemmeno i cacciatori avrebbero licenza di esploderli. E di lì a poco, ai piedi di un dirupo viene trovato un cadavere: proprio un giovane elfo, si direbbe.

Inizia per Poiana l’indagine più difficile della sua carriera. Perché potrebbe essere l’ultima, ma non solo: perché si troverà a sospettare degli amici più cari, perché dovrà ammettere che l’intuito femminile può essere imbattibile, perché per trovare la direzione giusta dovrà essere pronto a perdersi nel bosco…

Scopri di più su www.tempodaelfi.it

Labbra da baciare! Stop alle labbra screpolate

Ciao beauty lovers,

il freddo sta per arrivare…

Se anche a voi capita di avere labbra screpolate in questo periodo , vi svelerò il mio segreto di bellezza.

curare-le-labbra-screpolate

Per avere labbra morbide a prova di bacio , vi consiglio di effettuare uno scrub leggero almeno una volta a settimana.

Se non avete un prodotto a disposizione nel vostro beauty , niente paura!

Ecco per voi una piccola “ricetta”.

Occorrente:

Ciotola piccola

Zucchero

Miele

Preparazione.

Miscelate il miele con lo zucchero in piccole quantità.

Quando il composto sarà omogeneo,prendete una piccola quantità tra i polpastrelli e massaggiate delicatamente sulle labbra.

Per finire, non dimenticate di usare tutte le sere prima di andare a letto un buon burro di cacao che andrà a nutrire e a rendere le vostre labbra soffici e vellutate.

Volete ulteriori consigli?

scrivetemi su: segreteriapink@gmail.com    rubrica “beauty”

La principessa che aveva fame d’amore

COP_Gritti_La principessa che aveva fame ok.indd

Belle, buone, brave e obbedienti: quante donne hanno imparato fin dall’infanzia che questo è l’unico modo per essere amate? Come succede ad Arabella, la protagonista di questa favola: pur essendo capace, intraprendente e piena di talenti, è pronta a sacrificare la sua allegria, la sua curiosità e i suoi stessi bisogni per compiacere i genitori e sentirsi apprezzata. Ma c’è qualcosa che grida dentro lei, un grumo di insoddisfazione che le lacera lo stomaco e la rende irrequieta e vorace: è la sua fame d’amore. Si convince che potrà essere solo un uomo a placarla e va dritta nella Città degli Incontri. Ma come può una ragazza poco nutrita d’affetto riconoscere il sapore del vero amore? È sin troppo facile accontentarsi di qualunque riempitivo. Per fortuna c’è qualcuno pronto a darle una bella svegliata e guidarla a trovare la giusta ricetta. In questa favola, la psicoterapeuta Maria Chiara Gritti affronta con ironia e delicatezza la love addiction, quella strana cecità del cuore che porta a scambiare ogni rospo per un principe, a cui dare tutto in cambio di… niente. Troppe principesse ne soffrono, si aggrappano a rapporti squilibrati nei quali perdono autostima, fiducia e sorriso. Basta, non dobbiamo più accontentarci delle briciole, insegna la favola di Arabella: l’unico modo di nutrire il vero amore è imparare a nutrire noi stesse. E dovrà essere il principe a mostrarsi degno di noi.

Maria Chiara Gritti, psicologa e psicoterapeuta a Bergamo, esperta nel trattamento della dipendenza affettiva, da anni conduce gruppi terapeutici sulla love addiction. Ideatrice di un percorso di guarigione innovativo sulla dipendenza amorosa, tiene corsi di formazione rivolti a psicologi per diffondere l’applicazione del suo metodo di intervento.

www.psicologobergamo.com

http://www.dipendiamo.blog/

We love Rupi Kaur

Ciao lettori di poesie,

oggi vi segnaliamo le raccolte di una delle più emozionanti poetesse contemporanee. Vi consigliamo di leggerle in lingua originale e proprio per questo vi proponiamo le edizioni originali.

 

Acquistale qui: Shop Rupi Kaur

 

 

this is the recipe of life
said my mother
as she held me in her arms as i wept
think of those flowers you plant
in the garden each year
they will teach you
that people too
must wilt
fall
root
rise
in order to bloom

(the sun and her flowers)

 

Rupi-Kaur-about.jpg

 

Nata nel Punjab, in India, si è trasferita giovanissima in Canada con i suoi genitori. Ha studiato alla University of Waterloo, e attualmente vive a Brampton, nell’Ontario. Interessata da sempre all’arte, ha cominciato a pubblicare i suoi lavori sui social media, soprattutto su Instagram ( dove ha quasi un milione di follower), trattando i temi dell’amore, della perdita, del trauma, della guarigione e della femminilità con parole e immagini. Le sue opere hanno acceso dibattiti, scatenato controversie e attirato su di lei l’attenzione di tutto il mondo. Milk and honey è uscito per la prima volta nel novembre 2014, auto pubblicato dall’autrice, prima di essere poi pubblicato nel 2015 da un editore americano e ottenere un successo istantaneo.

Vinci la tua libreria dei sogni su ibs.it

Ciao booklovers,

super promozione su ibs.it.

20171013024715-logo-

Fino al 19 novembre, con una spesa di soli 50€ di prodotti tra libri italiani, libri vintage, libri in lingua inglese, DVD e blu-ray, cd musicali e vinili, videogiochi, giocattoli, cartoleria ed elettronica, potrete partecipare all’estrazione di una libreria di design Ptolomeo  X4 Kit C by Opinion Ciatti e di oltre 80 libri scelti da IBS che non possono assolutamente mancare nella libreria di famiglia. Ma i premi non sono finiti qui… in palio anche una Libreria Apollo! by Siderio, una Libreria Berlin by TemaHome, Happy Card IBS e buoni acquisto LoveTheSign.

Link al dettaglio della promozione qui Vinci la libreria/ibs