La cacciatrice di storie perdute di Sejal Badani

Un romanzo che tocca le corde del cuore, La cacciatrice di storie perdute di Sejal Badani (Newton Compton). Non dimenticherete la storia di Jaya, della sua maternità mancata e della sua voglia di vita. È la storia di tutte le donne passionali a caccia della verità, è la storia delle donne che si sono smarrite per poi ritrovarsi, dopo un cammino pieno di difficoltà. Perché Jaya capisce, a un certo punto della sua vita, che per andare avanti ha bisogno di riscoprire se stessa, il suo passato, di fare chiarezza su ciò che è stato per capire ciò che sarà. Capisce che i legami familiari vanno al di là di ogni prevedibile ricaduta sul presente. E noi assistiamo, attraverso le pagine che scorrono fluide, alla rinascita, al fiorire di una donna che diventa sempre più forte, matura e consapevole. L’intreccio con la storia di sua nonna farà capire a Jaya l’importanza delle radici, della verità e della passione.

Continua a leggere

Annunci

Federico Baccomo, ma tu sei felice?

Federico Baccomo, milanese classe 1978, ha esordito sotto lo pseudonimo di Duchesne nel 2009 con un romanzo rivelazione che ha scalato tutte le classifiche di vendita: Studio Illegale (Marsilio).  Il romanzo è uno spaccato feroce e al contempo brillante del mondo lavorativo milanese, nella fattispecie quello degli avvocati aziendali. Un mondo che Federico conosceva benissimo dal momento che aveva svolto proprio quella stessa carriera. Il protagonista di Studio Illegale, il giovane avvocato Andrea Campi, guarda con occhio disincantato i colleghi e i superiori e ne descrive le manie, le illusioni e le piccolezze senza tuttavia mai giudicare. Le situazioni in cui Andrea si vede, talvolta suo malgrado, coinvolto sono così reali benché paradossali da indurre il lettore a non poter fare a meno di chiedersi come andrà avanti la vicenda. Il meritatissimo successo del romanzo ha spinto il regista Umberto Carteni a trarne, nel 2013, un lungometraggio con protagonista Fabio Volo nel ruolo di Andrea. Continua a leggere

Il matrimonio delle mie migliori amiche di Charlotte Butterfield

Il matrimonio delle mie migliori amiche di Charlotte Butterfield (Newton Compton Editore)

“I matrimoni. Ah, i matrimoni. Gioiose occasioni di celebrare l’amore. Gioiose occasioni in cui la lista degli invitati è come un sacchetto di caramelle fai da te nelle cittadine costiere. Immaginate il locale come un enorme sacchetto a strisce bianche e rosa e che, dentro di voi, si annidino gli ingredienti per un massiccio sovraccarico sensoriale. “

Continua a leggere

Due cuori in affitto di Felicia Kingsley

Due cuori in affitto di Felicia Kingsley (Newton Compton Editori)

In Noyack Bay Avenue, Sag Harbor, negli Hamptons si trova una fantastica villa: bianca, moderna, spaziosa perfetta per vivere un soggiorno da favola nel più totale relax; sicuramente è questa la ragione che ha portato Summer Hale, giovane sceneggiatrice in cerca di ispirazione, ad accettare di soggiornare per qualche tempo nella zona più chic di Long Island, dove i residenti benestanti di New York amano passare le loro vacanze… Continua a leggere

Book Club – Tutto può succedere

È stato il film più visto nel weekend appena passato e si stima che continuerà a mantenere il suo primo posto sul podio anche nel prossimo fine settimana. Stiamo parlando del film Book Club – Tutto può succedere un film diretto da Bill Holderman. Un film con Diane Keaton, Jane Fonda, Candice Bergen, Mary Steenburgen, Craig T. Nelson, Andy Garcia e Don Johnson. Uscito nelle sale italiane il 4 aprile 2019 Book Club è un film godibilissimo che cattura fin da subito gli spettatori di ogni età. 104 minuti di battute intelligenti e di spunti di riflessione che ci offrono uno spaccato interessante sulla cosiddetta “terza età”.

Continua a leggere

Corpo a corpo di Silvia Ranfagni

Corpo a corpo

Silvia Ranfagni

Edizioni E/O

Pagg. 156

 

Il desiderio di avere un figlio che riempia il vuoto di chi comincia a chiedersi “Che cosa ho costruito nella vita?”; la paura che quel figlio ci abbandoni, si stacchi per quel processo naturale e normale da noi, riprecipitandoci in quella solitudine che non è mai venuta meno: questi sono solo gli estremi tra cui si snoda una vicenda umana tutta femminile, che, più che la narrazione del desiderio di avere un figlio è un ritratto feroce, lucido e disincantato dell’egoismo umano. Materno, in questo caso. E questo romanzo lo dichiara senza reticenze e alibi. Continua a leggere

Spiacente, non sei il mio tipo di Anna Zarlenga

Correte in libreria perché un libro così bello non potete farvelo scappare.

A volte una scossa è ciò che serve per accorgerci di quello che non abbiamo mai considerato.

Sara e Teo non potrebbero essere più diversi. Lei è tutto ordine e precisione. Non ha tempo per perdere tempo e sogna, per il suo futuro, di avere una cattedra all’università di Scienze della Comunicazione. Lui, invece, è il classico Don Giovanni, figlio di papà e uno scansa fatiche di primo ordine.
Cosa li lega? Un matrimonio di persone a loro vicine. Cosa hanno in comune? Tutto e niente. Due caratteri completamente diversi, ma che faranno di tutto pur di mascherare i veri sentimenti.

Tu mi rendi speciale. Io ti rendo speciale. Siamo due parti che creano un disegno, che sfugge all’umana comprensione. Ma è il nostro disegno e io lo vedo perfetto. Non mi lasciare da solo. Diventiamo un ornitorinco. Insieme.

L’autrice ci racconta una storia di amore e odio tra due protagonisti che non potrebbero essere più incompatibili di come sono.
Ho amato entrambi i personaggi perché sono perfetti in tutto e perfetti anche l’uno per l’altra. Ritrovarsi poi nel carattere della protagonista femminile mi ha sicuramente fatto apprezzare maggiormente la storia.
Mi sono piaciuti tantissimo i dialoghi. Il loro “punzecchiarsi” è il perno centrale. Tutto ruota intorno al loro modo di dichiararsi odio e amore in ogni momento. Sono assolutamente impreparati a quello che sentono nel loro cuore e, soprattutto Teo, è quello che sbaglia di più. Per lui cambia tutto all’improvviso, ma cosa più importante ha trovato in Sara la persona che lo porterà a rivedere la sua vita.
L’ambientazione scelta poi è la città di Napoli. Finalmente un romanzo ambientato in Italia dove non bisogna immaginare grandi grattacieli, ma semplicemente conoscere la vita della città partenopea.
Vogliamo poi parlare della scelta adottata dalla casa editrice per la copertina? È davvero bellissima nella sua semplicità. I colori sono perfetti. Attirano sicuramente l’attenzione della lettrice di romanzi d’amore.

Teo non è assolutamente il mio tipo. Eppure, nonostante tutto, è perfetto per me.

Il libro di Anna Zarlenga è frizzante, divertente, spensierato. È una storia leggera che fa sorridere e riflettere. A volte, è il cuore a scegliere la tua anima gemella.

Un regalo per Miss Violet di Susan Gloss

Un regalo per Miss Violet – Susan Gloss – Newton Compton

Articolo: romanzo

Data indicativa: 2019

Condizioni: eccellenti, un romanzo da leggere, regalare e rileggere. Un libro stiloso e pieno di talento. Un evento al quale non potete rinunciare.

Origine: Susan Gloss

Tintinnano le porte del Vintage Shop a Madison in Wisconsin, tintinnano mentre apro il libro che mi conduce attraverso lo stile sublime dell’autrice, tra il frusciare dei vestiti e il picchiettare delle unghie sul bancone delle clienti in attesa della proprietaria, Miss Violet Turner. Io, ovviamente, aspetto il mio turno e nel frattempo mi godo il susseguirsi di storie che Violet incrocia e vive con le sue clienti e amiche.

Incontro April, dolce ragazza orfana e incinta che verrà aiutata da Violet in un momento cruciale della sua vita.

Conosco Amithi, superba donna indiana che dal silenzio della sua casa involucro vuoto, e specchio del suo matrimonio ormai agli sgoccioli con Naveen; entra nel vintage shop e trova nuova linfa da cui succhiare energia e vita per ricominciare e andare avanti.

Un susseguirsi di capitoli, un crogiolo di vite ed emozioni di donne che intrecciano le loro esperienze, le loro verità, tra le pieghe di vestiti ormai dimenticati e ricordi mai troppo lontani dal cuore. Ho atteso il mio turno e ogni pagina di questo libro mi ha avvicinata a ognuna delle protagoniste; mi hanno aiutata e capita, mi hanno sorriso e abbracciata. Ora tocca a me portare al Vintage Shop qualcosa di vetusto che non ho più voglia di utilizzare o di possedere; ho già scelto cosa sarà. L’ho adagiato sul bancone, ora Miss Violet lo sta valutando mentre leggo gli ultimi capitoli del romanzo. Lascio anch’io qualcosa qui, tra le pieghe delle pagine di questo libro, che sicuramente tornerò a leggere, per poter tornare in questo posto che ho amato sin dai primi brani e che scolpisce nel cuore attimi di pura gioia per chi lo legge.

Nel viaggio al Vintage Shop ho ascoltato un medley di musica americana degli anni ’50 e ’60.

Ho sentito tintinnare di nuovo la porta d’ingresso, mi volto e… Buona lettura anche a te!

Mirtilla Amelia Malcontenta

Il rimedio miracoloso di H.G. Wells

IL RIMEDIO MIRACOLOSO di H. G. Wells – Fazi Editore

Come diceva la mia professoressa di lettere: “Un classico al giorno, toglie il medico di torno” e mai come in questa lettura mi è tornato in mente il proverbio rivisitato. Un vero e proprio capolavoro letterario scritto sottoforma di autobiografia, in uno stile unico e iconico che ci permette di conoscere il protagonista, George Ponderevo.

George nasce alla fine dell’Ottocento, sua madre lavora come governante in una grande casa padronale, ma il suo futuro verrà stravolto quando viene mandato a fare l’apprendista dallo zio farmacista.

Lo zio Edward lo porterà con sé a Londra, dove la sua vita e le sue realtà s’intrecceranno con la messa in commercio di un fantomatico sciroppo ricostituente, chiamato “Tono Bungay”, inventato proprio dallo zio: un uomo pieno di ambizioni e arroganza, che avrà un successo impreditoriale incredibile. In verità il “rimedio miracoloso” altro non è che una buffonata, ma permetterà alla famiglia di George di vivere una realtà completamente diversa, tanto effimera quanto fulminea visto che l’impero economico si sgretolerà come ghiaccio al sole. Nel frattempo George ci guiderà tra le vicissitudini della sua vita: dai suoi amori, ai suoi sogni, alle sue passioni.

Un grande romanzo che riafferma la bellezza della letteratura classica, e che affascina per il suo stile intramontabile. Buona lettura!

 

“Comprate oggi lo sciroppo per la tosse Ponderevo

OGGI!

PERCHÉ?

Costa due soldi di meno che in inverno.

Se fate provvista di mele perché non farla della medicina

della quale avrete sicuramente bisogno?”

 

Mirtilla Amelia Malcontenta