Meghan e Harry divorziano… dalla famiglia reale!

“Dopo molti mesi di riflessione e discussioni interne, quest’anno abbiamo scelto di iniziare una ‘transizione’. Vogliamo ritagliarci progressivamente un nuovo ruolo all’interno di questa istituzione. Intendiamo fare un passo indietro come membri “senior” della famiglia reale e lavorare per diventare finanziariamente indipendenti, pur continuando a sostenere pienamente Sua Maestà la Regina. È col vostro incoraggiamento, in particolare negli ultimi anni, che ci sentiamo pronti a fare questa scelta. Ora abbiamo in programma di trascorrere il nostro tempo tra il Regno Unito e il Nord America, continuando a onorare i doveri nei confronti della Regina, del Commonwealth e dei nostri mecenati. Questo equilibrio geografico ci consentirà di allevare nostro figlio con un apprezzamento per la tradizione reale in cui è nato, fornendo allo stesso tempo alla nostra famiglia lo spazio per concentrarci sul prossimo capitolo, incluso il lancio della nostra nuova entità di beneficenza. Non vediamo l’ora di condividere i dettagli completi di questo entusiasmante prossimo passo a tempo debito, mentre continuiamo a collaborare con Sua Maestà La Regina, Il Principe di Galles, Il Duca di Cambridge e tutte le parti interessate. Fino ad allora, vi preghiamo di accettare i nostri più sentiti ringraziamenti per il vostro continuo supporto”. Continua a leggere

Che fine ha fatto il Natale?

CHE FINE HA FATTO IL NATALE?

Le festività natalizie sono finite e torna quel senso di “vuoto”. Gli addobbi, l’albero, le decorazioni e i colori vengono tutti smantellati per fare spazio a quella definita da molti come la “normalità”. Niente più luci per le strade, niente più motivetti pubblicitari che inneggiano alla gioia e all’amore anche se sponsorizzano detersivi o cellulari di ultima generazione, niente più campane in festa né per le strade, né in tv, né alla radio. Niente.

Dopo l’epifania sembra che tutta quella decantata bellezza sia destinata a finire! Un’improvvisa ecatombe del Natale.

Charles Dickens aveva cercato di protrarre lo spirito natalizio nel suo celebre Canto di Natale in cui recita: “Onorerò il Natale nel mio cuore e cercherò di tenerlo tutto l’anno”.

Un nobile tentativo, il suo, di preservare quella nuova e scoperta delicatezza riposta nel cuore. Continua a leggere

Come Marilyn Monroe

Se penso attentamente a un look perfetto per tutte le fisicità, l’unica che mi viene in mente è di certo Marilyn Monroe. Questo perché il suo stile comprendeva abiti e completi che valorizzavano le sue bellissime forme e la vita stretta, ma erano anche perfetti non solo per una fisicità a clessidra come la sua, ma anche per una donna con le forme a pera e a mela, di cui abbiamo già parlato negli articoli precedenti dedicati al mondo curvy.

Quindi, che tu sia molto magra, longilinea, formosa, plus size o over size, sappi che lo stile di Marilyn sarà perfetto per te, non solo nell’abbigliamento, ma anche per il trucco e i capelli.

Continua a leggere

I Golden Globe

“Mamma, aspetti la Befana?”

“No, Amore, aspetto i Golden Globe!”

Si è tenuta stanotte al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills (California) la 77esima edizione dei Golden Globe Award, che apre ufficialmente la stagione delle premiazioni del mondo cinematografico e televisivo statunitense.

I Golden Globe infatti uniscono il mondo cinematografico – che vive il suo apice con la notte degli Oscar – e il mondo televisivo che brilla con gli Emmy Award.

Sul Red Carpet hanno quindi sfilato nomi di prestigio sia dell’industria cinematografica che televisa d’oltreoceano, regalandoci abiti da sogno, bizzare acconciature e teneri baci tra le coppie d’oro del momento dello star system. Continua a leggere

Come petali di ciliegio di Mia Another

Titolo: Come petali di ciliegio
Autore: Mia Another
Editore: Newton Compton
Genere: Romance contemporaneo / New Adult
Data di uscita: 18 dicembre (in ebook), 2 gennaio 2020 (in libreria) – preordine disponibile


Tokyo non è mai stata così sensuale.
Isabel Devlin è irlandese, ma da un anno si è trasferita a Tokyo per studiare tecnica del fumetto. Ha talento, è bella, sveglia e molto determinata a fare strada nel mondo dell’illustrazione. Vive in un monolocale con Mei, una sua compagna di corso e ha una storia con Tyler, che frequenta pediatria. Tyler vive con il suo amico di vecchia data Ryuu, un incrocio genetico tra occidente e oriente, un tipo bello e imperscrutabile. Studente di neurologia modello, ma anche sportivo, colto e profondo, questi si rivela essere un vero esperto di kinbaku, l’arte del bondage giapponese. All’inizio Ryuu dimostra una certa insofferenza nei confronti di Isabel, mentre Ty fa di tutto affinché l’amico accetti la ragazza di cui si sta follemente innamorando. Ma quando questa si trova a dover superare un esame di disegno sull’arte erotica della legatura, Ryuu acconsente a farle provare la pratica e questo basta ad accendere in lei il desiderio. Appena slegata corre da Ty per essere soddisfatta, ma presto si rende conto che non è lui che voleva. Tra la gelosia e l’insoddisfazione di Ryuu, il desiderio di Tylor di concretizzare con Isabel e lo spaesamento e l’incertezza di quest’ultima, la storia tra i tre si dipana in un crescendo di erotismo e sensazioni non sempre facili da decifrare…

Continua a leggere

La dea fortuna

La Dea Fortuna

Regia: F. Ozpetek con: E. Leo, S. Accorsi e J. Trinca

Siamo andati a vedere l’ultima fatica cinematografica di Ferzan Ozpetek.

In una Roma che abbraccia tutto dall’alto delle sue terrazze e del suo cielo, in rioni dove vivono e sopravvivono legami veri e indissolubili come l’amicizia e l’umanità troviamo i due protagonisti, belli e intensi, che si chiamano Arturo (Stefano Accorsi) e Alessandro (Edoardo Leo). Da più di un decennio fanno coppia fissa, anche se la routine, i silenzi e il ménage di una vita ormai scandita solo dalla quotidianità li sta esasperando e separando; ma entrambi cercano di salvare il ricordo d’un sentimento forte un tempo, ormai distante. Continua a leggere

Il primo Natale

Il primo Natale di e con Salvatore Ficarra e Valentino Picone

Salvo è uno scapestrato quanto simpatico ladro di arte sacra, felicemente ateo; dopo il suo ultimo furto andato a segno decide di rubare una preziosa reliquia che si trova in una piccola parrocchia nell’entroterra siciliano, dove ogni anno a Natale viene allestito un bellissimo presepe vivente del parroco, Padre Valentino. Continua a leggere

Il mistero del faro

La Scozia, terra bellissima, selvaggia e ricca di misteri e tradizioni, ospita il faro di Eilean Mòr e il mistero che lo avvolge dal lontano 1900, anno in cui sparirono i suoi tre custodi.

Eilean Mòr (che in Gaelico significa : Grande Isola) fa parte delle Isole Flannan nelle Ebridi Esterne al largo della costa occidentale della Scozia; il famoso faro venne costruito tra il 1895 e il 1899 nel suo punto più alto, proprio per facilitare la visione della sua luce da parte dei naviganti che solcavano il freddo oceano Atlantico. Il progetto fu del famoso architetto David Alan Stevenson, che disegnò una torre alta 23 metri ed elaborò anche i luoghi di sbarco, le scale, e i binari ferroviari utili per portare gli approvvigionamenti ai futuri guardiani, visto che sull’isola non sarebbe stato possibile trovare materie prime per vivere. Continua a leggere

La principessa amata e ripudiata

C’è una terra lontana, il deserto e i fasti di un’epoca ormai irragiungibile e irripetibile che accompagnano i protagonisti di questa triste storia. Tra il lusso, lo sfarzo e i misteri d’un paese tanto affascinante quanto magico come la Persia, ha inizio una delle storie d’amore più vere e tormentate del ‘900; quella tra la bellissima Sorāyā Esfandiyāri Bakhtiyāri e l’ultimo Scià Mohammad Reza Pahlavi (che governò l’Iran dal 1941 fino alla rivoluzione islamica avvenuta nel 1979).

Persia, 1951: lo Scià, già costretto a un divorzio dalla sua prima consorte Fawzia, sorella di Faruq I d’Egitto che aveva sposato nel 1939 e dalla quale ebbe una figlia – ma non il tanto agoniato erede maschio – si innamora perdutamente di Soraya giovane e bellissima donna che contraccambia subito il suo sentimento. Lei era la figlia dell’ambasciatore persiano in Germania, sua madre era tedesca e l’influenza tra i due mondi culturali e sociali, la porterà in seguito al suo divorzio a dichiarare che la vita “nel palazzo” era spesso pesante, piena di pressioni soprattutto da parte della famiglia reale che era sempre più ansiosa di vedere arrivare il futuro erede maschio al trono.

Continua a leggere

Clienti fantastici – Christmas Edition

 

Sin da quando qualcuno ha inventato il Natale, si dice che durante le festività natalizie siamo tutti più buoni, più caritatevoli, amiamo il nostro prossimo come mai in tutti gli altri 364 giorni dell’anno, 365 se è bisestile. Sarà l’aria natalizia? Saranno tutte quelle decorazioni che la tipica madre italiana sparge per casa addobbando anche noi se è necessario? O saranno le canzoncine che risuonano h24 per le strade, prima fra tutte “Last Christams” dei Wham? Beh, qualunque sia il motivo, se da una parte abbiamo gente che si trasforma nella versione moderna di Santa Maria Goretti durante le feste, dall’altro lato c’è chi subisce una trasformazione inversa, tanto da far sembrare il Grinch un tenerone. Ma chi sono le vere vittime del Natale? I commessi, i quali già da fine novembre iniziano a respirare un’aria pesante, intrisa di ansia e frustrazione. Improvvisamente è come se una gabbia metallica calasse sopra il negozio imprigionando i poveretti in un avvento di agonia e disperazione. Ventiquattro giorni di sacrifici, domeniche a lavoro, orari prolungati e stress a livelli cosmici portano a preferire il regime carcerario del 41bis che, al confronto, sembra una vacanza a 5 stelle alle Seychelles. In tutto questo clima di celestiale bontà una domanda, però, sorge spontanea: Ma cosa  succede ai clienti? Perché si trasformano in mostri danteschi? Continua a leggere