Victoria’s Secret e… le curve!

Risultati immagini per victoria secret

Si sta parlando molto in questi giorni di un piccolo ma importante cambio di rotta deciso dal brand Victoria’s Secret, marchio di lingerie che ha scelto per la prima volta una modella curvy per le sue sfilate.

Si sa che Victoria’s Secret ha sempre ingaggiato modelle che rappresentassero un certo tipo di donna che spesso è davvero difficile emulare nella realtà: fisici statuari, magri ma non troppo, visi angelici ed eterei… Ciò che è spesso stato criticato, in quanto la loro lingerie spesso impreziosita da una loro unicità, è il fatto che non potesse essere indossata da tutte le donne e per questo non avesse poi molto senso.

Eppure, da parte loro, è sempre stato chiaro il non apprezzare una fisicità diversa da quella che, secondo loro, era l’unica possibile e all’altezza della loro offerta. Continua a leggere

Annunci

Intervista a Barbara Christmann: Redattrice di moda e Personal Shopper

“Vivi bene con te stessa, amati per quello che sei e valorizzati. Un equilibrio tra anima e corpo è la vera bellezza che si riconosce dagli occhi e dal sorriso di una persona.”  

Queste sono le bellissime parole, rivolte a tutte le donne, che cita Barbara Christmann: Redattrice di moda e Personal Shopper, impegnata in meravigliosi progetti nel mondo della moda Curvy.

Barbara, come è iniziato il tuo percorso rivolto al mondo della moda?

Da quando ero bambina giocavo con gli abiti di mia nonna e ammiravo le sue scarpe e borse. Era una donna elegante. Io ho sempre amato la moda, ho deciso quindi di frequentare una scuola a Milano, la Marangoni, per diventare stilista di moda. Ho lavorato per qualche anno come stilista prima per Nanni Strada, in seguito per Scott Barrie, per poi passare dalla parte della comunicazione lavorando per un ufficio di giornali tedeschi a Milano. Dopo qualche anno mi sono messa in proprio e ho lavorato per molto tempo come corrispondente moda per delle riviste tedesche seguendo le sfilate, le fiere e i servizi di moda. Tenendo i contatti con uffici stampa e showroom, ho conosciuto da vicino questo settore.     Continua a leggere

Il debutto della Viard per il prêt-à-porter di Chanel

In scena il debutto di Virginie Viard per Chanel ready-to-wear primavera estate 2020

Sì è da poco tenuta la nuova spettacolare sfilata di Chanel al Grand Palais che ha sancito il passaggio dall’era Lagerfeld a quella del nuovo direttore artistico di Chanel: Virginie Viard.

La collezione primavera estate 2020 del prêt-à-porter è stata presentata nello scenario romantico dei tetti parigini, sui quali hanno sfilato modelle che indossavano capi delicati, da sognatrici, ma con la grinta che da sempre contraddistingue la donna Chanel. Continua a leggere

Perfetti Outfit da… Serie tv!

Risultati immagini per outfit da serie tv

In un articolo dedicato alla serie tv Una mamma per amica ho parlato di come ha influenzato positivamente il nostro percorso di crescita interiore, facendoci affrontare ogni giorno con un sorriso in più. Questo argomento però mi ha portato a desiderare di approfondire altri aspetti, come per esempio la moda per chi non ha molto tempo, oppure molto interesse, ad ispirarsi a tutte le nuove tendenze che spesso sono difficili da seguire. Oppure, più semplicemente, non ci rappresentano.

Invece, sono assolutamente sicura di una cosa: le serie tv al femminile che più abbiamo amato ci hanno ispirato anche nella ricerca del nostro outfit perfetto.

Un outfit che può essere più semplice, un outfit allegro, oppure audace…

E allora, perché non prendere spunto dalle nostre serie tv preferite, dagli anni ’80 a oggi? La moda in questi ultimi anni non ha un solo stile ben definito, possiamo davvero non seguire un filone del tempo che è, ma solo ciò che più rispecchia la nostra personalità.

Prendiamo quindi spunti interessanti dalle beniamine delle serie tv… Continua a leggere

Il mio shopping curvy online

Risultati immagini per ASOS

Come abbiamo già detto negli articoli precedenti dedicati alla moda curvy, molti brand hanno cominciato a dedicarsi con impegno e successo alla moda pensata per le taglie che vanno dalla 44 in su. In molti negozi è sempre più facile trovare modelli che vestono tutte le donne, modelli bellissimi e alla moda, spesso freschi e giovanili.

C’è da ammettere, però, che spesso i prezzi non sono alla portata di tutte e che soprattutto gli abiti plus-size sono leggermente più cari. Sotto questo aspetto purtroppo siamo ancora molto indietro in Italia, c’è da lavorare ancora un po’. Comunque una soluzione c’è, ed è davvero una soluzione che spesso risulta ben più comoda.

Lo shopping online è una di queste soluzioni: si possono trovare davvero vari modelli, una scelta vastissima per ogni gusto personale, la parola “accontentarsi” non esiste, anzi… C’è davvero l’imbarazzo della scelta! Continua a leggere

JLo sfila per Versace

Una Dea in passerella da Versace

La Milano fashion week ha avto ieri il suo apice, durante la sfilata Versace che ha lasciato la passerella alla divina Jennifer Lopez.

La stella mondiale del cinema e della discografia ha “graffiato” il défilé della casa di moda italiana, indossando nuovamente il famossissimo e mai dimenticato Jungle dress già apparso a fasciare le curve della Lopez ai Grammy nel lontano 2000.

Continua a leggere

Dress Code: differenza tra Black Tie e White Tie

Facciamo chiarezza. Qual è la differenza tra un evento che richiede il White Tie Dress Code e un evento che richiede invece il Black Tie Dress Code? Per gli uomini è semplice: rispettivamente Frac e Smocking. Ma per le donne?

Quando si viene invitati a un evento formale il dress code è indicato di solito nell’invito. Le parole magiche sono: Black Tie o White Tie, che stanno a indicare che l’uomo deve indossare nel primo caso lo smocking nel secondo caso il frac. E le donne?

Il sito britannico Debretts, una vera autorità in materia di etichetta, ci indica con grande precisione la differenza tra i due eventi e ci suggerisce che cosa indossare per non essere fuori luogo e rispettare il dress code (per saperne di più: https://www.debretts.com). Continua a leggere

Un amore su misura di Sugar Jamison

Un amore su misura di Sugar Jamison, casa editrice Leggereditore

Sinossi: Ellis Garrett è una ragazza che non teme sfide. Insoddisfatta della sua vita è fuggita da New York, lasciando un lavoro prestigioso e un fidanzato ipercritico, per rifugiarsi nella cittadina natale dove ha aperto un negozio dedicato a tutte quelle donne che come lei non rientrano nelle taglie ufficiali. Al Size Me Up le clienti non si sentono strane, ma solo piacevolmente diverse: Ellis infatti è convinta che non sia necessario essere una Barbie taglia 40 per sentirsi felici e che ci si debba godere un pasticcino (o due) ogni tanto, senza troppi sensi di colpa. Ma tutto il suo coraggio si dilegua quando per caso incontra il sexy poliziotto Mike Edwards, vecchio flirt della sorella per cui lei si era presa una strepitosa cotta. Mike non la riconosce, ma è immediatamente attratto dalle sue curve… decisamente pericolose. Più Ellis lo respinge, più lui è deciso a conquistarla, con qualunque mezzo. Che entrambi abbiano trovato la loro taglia perfetta?

Oggi per la rubrica Curvy voglio parlarvi di un romanzo che mi ha molto emozionata

Continua a leggere

L’eleganza nell’era di Instagram

Copiamo/incolliamo questo puntuale elenco di crimini contro l’eleganza. Lo abbiamo trovato sul web e lo abbiamo risistemato un po’ in alcuni punti, per adattarlo allo stile Pink!

L’ ELEGANZA. Questa sconosciuta… possibile che tanta gente non ha ancora imparato che:

1. nero e marrone solo se interpreti la quercia millenaria alla recita di fine anno;

2. le infradito con la zeppa sono annoverate tra i crimini contro l’umanità;

3. rosa e celeste solo se vai alla sagra del confetto a Monteporo;

4. il borsello solo se fai il postino;

5. il sandalo da uomo solo se sei Massimo Decimo Meridio; Continua a leggere

L’alleato indispensabile per un lip make-up perfetto: lo scrub

Audrey Hepburn by Philippe Halsman

Un’icona di stile come Audrey Hepburn una volta disse: «Per avere labbra attraenti, pronuncia parole gentili».

Dopo esserci assicurate di questo fondamentale dettaglio, dobbiamo anche essere certe che le nostre labbra risultino lisce e levigate. Questo è molto importante perché, lo sappiamo bene, le labbra screpolate e piene di pellicine non saranno in grado di dare il massimo una volta che applicheremo rossetti e tinte, anzi, andranno a enfatizzare le irregolarità della zona.

Spesso sono gli stessi prodotti che usiamo, oltre agli agenti esterni come freddo e vento, a contribuire alla secchezza delle labbra.

Questa parte così delicata e sensibile va trattata con i prodotti giusti e le dovute attenzioni; il primo passo per un risultato ottimale parte sempre dall’esfoliazione. Continua a leggere