Becco Giallo in libreria

Meraviglie Becco Giallo da non perdere!

Marie-Curie_copertina_STAMPA-1

Il ritratto di una donna straordinaria, fra le scienziate più importanti di sempre. Quando arrivò a Parigi e si iscrisse alla Sorbona, Maria Skłodowska aveva già 24 anni.
In Polonia aveva dovuto lavorare come governante per mettere da parte i soldi necessari a intraprendere gli studi in scienze fisiche. Il nome con cui divenne famosa è quello del marito Pierre Curie, che la aiutò nelle ricerche su una sostanza sconosciuta che aveva proprietà assai curiose: emetteva energia, luce e calore.
Era l’alba della fisica nucleare, ma anche l’inizio dell’era delle donne nel mondo della scienza. Dopo la morte improvvisa di Pierre, Marie portò avanti la sua carriera, fin troppo brillante e indipendente, scontrandosi con la mentalità conservatrice dell’Europa del primo Novecento.

 

ecologia-spiegata-ai-bambini-cover-web

La volpe Sandy sentiva che qualcosa, nel suo piccolo mondo, non andava per il verso giusto. Ma solo grazie al pellicano Ettore si accorse che attorno a lei le foreste venivano abbattute senza sosta, gli incendi divoravano l’erba, i ghiacciai si scioglievano e la barriera corallina ormai stava scomparendo. La situazione era critica, ma qualcosa poteva ancora essere fatto…
Questo libro è uno strumento per cominciare a parlare di sostenibilità e tutela del pianeta con i più piccoli.
Annunci

Novità Becco Giallo

#LibriPerLeVacanzePink

giovanni-falcone-copertina

Giovanni Falcone nasce a Palermo il 20 maggio 1939. Giudice, magistrato, simbolo nazionale della lotta contro la mafia, è stato — con Paolo Borsellino — il rappresentante di punta del pool antimafia che negli anni Ottanta ha indagato sulla criminalità organizzata.
Al suo impegno si devono la collaborazione del boss Tommaso Buscetta e lo storico Maxiprocesso a Cosa Nostra, che si è concluso con più di 300 condanne.
Dopo aver subito minacce e delegittimazioni pubbliche, Giovanni Falcone è stato assassinato il 23 maggio 1992 assieme alla moglie e agli agenti della scorta nella cosiddetta Strage di Capaci, lungo l’autostrada A29, nei pressi di Palermo. Sarà il giudice Borsellino, agli occhi dell’opinione pubblica italiana, a raccoglierne il testimone.

Link per l’acquisto: Giovanni Falcone

borsellino-copertina

Il 23 maggio 1992, all’Ospedale Civico di Palermo, Paolo Borsellino abbraccia per l’ultima volta Giovanni Falcone prima che muoia. Agli occhi dell’opinione pubblica Borsellino diventa l’erede naturale del giudice Falcone. Per Cosa Nostra il prossimo nemico da abbattere. Il 19 luglio 1992 Borsellino muore nella strage di via D’Amelio assieme agli agenti della scorta. L’agenda rossa sulla quale appuntava ogni dettaglio scoperto dopo la morte di Falcone — tra cui probabilmente le rivelazioni del pentito Gaspare Mutolo sulle infiltrazioni mafiose negli apparati dello Stato — sparisce dal luogo dell’attentato e non viene più ritrovata.
Cosa c’era scritto nell’agenda di Borsellino? Perché qualcuno ha voluto cancellarne ogni traccia?

Link per l’acquisto:  Paolo Borsellino

copertina-sinai

Un reportage sui Beduini del Sinai, sulla saggezza di un popolo antico, sul valore del tempo che passa, sulla felicità.
Un diario di viaggio in presa diretta per cominciare a conoscere una cultura straordinaria.
Abitante del deserto da più di mille anni, ospitale e silenzioso, testimone di una saggezza millenaria che abbraccia il Mar Rosso e il Monastero di Santa Caterina sul Monte di Mosè (uno dei luoghi sacri più antichi al mondo), il popolo dei Bedu – come si definiscono i Beduini del Sinai – è custode di una cultura affascinante ancora poco diffusa in Occidente.
Questo reportage, che è prima ancora un diario di viaggio in presa diretta, è uno strumento utile per cominciare a conoscerla.

Il Sinai è il posto perfetto per chiunque abbia smarrito la strada. Il mio invito è semplicemente di andare a visitarlo: non ne rimarrete delusi.”

Link per l’acquisto: Sinai

Etnacomics Day

Ciao booklovers,

oggi la redazione di Pink ha vissuto per voi la magia del mondo del fumetto nella suggestiva cornice delle Ciminiere di Catania per l’Etnacomics 2017.

DBZab5CXgAEwQtD

Tra cosplayer, stand di gadget, editori, mostre e tantissime attività, come ogni anno la fiera del fumetto made in Sicily si contraddistingue per allegria e divertimento.

Tantissime le proposte per tutte le età e tutti i gusti; per chi è in zona da non perdete domani la giornata conclusiva! Qui il programma Programma Etnacomics 2017

Ovviamente il nostro bottino è stato molto ricco, ecco i nostri consigli per voi!

il-mio-secondo-dizionario-delle-serie-tv-cult

Il mio secondo dizionario delle serie tv cult è una guida sentimentale composta da schede tutte nuove, tra curiosità, retroscena e interpretazioni inedite per capire insieme di cosa parliamo quando parliamo di cult.

giardino-d-inverno

 Sam, barman in un jazz club, porta avanti un’esistenza anonima in una città grigia, incredibilmente piovosa e disumanizzata. Interrotti ormai i rapporti con la propria famiglia, solo la relazione con la ballerina Lili lo solleva a stento dall’incomunicabilità e dalla routine quotidiana. Fino a quando una goccia d’acqua che dal soffitto cade nella sua tazza di caffè lo porterà dal vecchietto del piano di sopra. Un incontro che, grazie a una sorpresa inaspettata, permetterà a Sam di provare a uscire dal grigiore della sua vita e aprirsi ai sentimenti.

Un saluto speciale per voi da Lorenza Di Sepio alias #Simple&Madama

814B0KzoWoL

 “Nella buona o nella cattiva sorte,che il buongusto sia con voi”! Enzo Miccio18815346_815889388576071_2224061082894132263_o

Il caso Moro #BeccoGiallo

Ciao booklovers,

Becco Giallo Edizioni ci regala una nuova meraviglia a fumetti dedicata a una delle pagine

più controverse della storia politica del nostro Paese.

Il-caso-Moro_Copertina_web

Il 16 marzo 1978, l’auto che trasporta il presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro viene intercettata e bloccata in via Mario Fani a Roma da un nucleo armato delle Brigate Rosse; in pochi secondi i brigatisti uccidono i cinque uomini della scorta e sequestrano Aldo Moro. Inizia così l’attacco al cuore dello Stato.
Rinchiuso in una cella angusta, Aldo Moro viene sottoposto ad un vero e proprio processo politico da parte del “tribunale del popolo” istituito dalle stesse Brigate Rosse. Durante i cinquantacinque giorni del sequestro, il presidente Moro scrive una grande quantità di lettere alla famiglia, agli esponenti del suo partito e alle massime cariche del governo, nel disperato tentativo di aprire una trattativa tra lo Stato e i suoi rapitori.

Ancora una volta la Becco Giallo presenta ai lettori il racconto di personaggi di grande rilevanza storico-culturale attraverso un linguaggio più diretto e immediato come quello del fumetto. Una forma narrativa che avvicina anche i lettori più giovani e una variegata fascia di lettori che solitamente sono lontani da determinati temi per le tipologie classiche di narrazione. Luca Bagnasco, sceneggiatore, e Tommaso Arzeno, disegnatore, riescono a tessere, con attenzione e accuratezza, le fila di una storia che resta ancora oggi un grande buco nero.

Aldo-Moro_Interni_STAMPA_bassarisoluzione-8

Per approfondimenti potete consultare il sito della casa editrice: Becco Giallo/ Il caso Moro

I 100 libri da non perdere!

Novità Becco Giallo edizioni

Ciao booklovers,

oggi vi segnaliamo delle bellissime novità edite Becco Giallo.

Anna-Magnani_copertina-FINALE-1

Una voce lontana intona “Reginella”, una canzone popolare napoletana, e Anna Magnani la insegue tra i vicoli di Roma senza mai riuscire a raggiungerla. Quando si sveglia è l’alba di un giorno importante: poche ore dopo riceverà il premio Oscar per l’interpretazione magistrale ne “La rosa tatuata” di Tennesee Wiliams. Intervistata sul prestigioso riconoscimento, Anna ripercorre alcune tappe della sua vita: il teatro con Totò, il primo ruolo importante con Roberto Rossellini in “Roma città aperta”, la relazione con lo stesso regista, la rivalità con Ingrid Bergman, il primo viaggio in America in occasione della proiezione di “Bellissima” dell’amico Luchino Visconti, fino all’ultimo cameo nel film “Roma” di Federico Fellini.

SY-copertina-STAMPA_FRONTE

Lo Yemen è conosciuto dall’opinione pubblica per essere la fucina del terrorismo di Al Qaeda e per i rapimenti di turisti stranieri. Ma è anche il Paese che fu la culla della regina di Saba, che stregò così tanto Pasolini da portarlo a girare i suoi film storici in questa terra. La reporter Laura Silvia Battaglia ci racconta lo Yemen in prima persona, attraverso la vita delle piccole comunità locali, nei piccoli gesti quotidiani che oltrepassano pregiudizi e barriere. Lo Yemen si rileva uno straordinario mondo da scoprire, ricco di cultura, storie e contraddizioni.

Per approfondimenti: Becco Giallo

Jane Austen a fumetti

Ciao booklovers,

torna zia Jane, raccontata in una veste diversa, in una storia a fumetti in cui è lei stessa che parla della sua vita in una lettera alla sorella Cassandra.

jane-austen

Jane Austen, ormai prossima alla morte a soli 42 anni, ripercorre la propria giovinezza scrivendo una lunga lettera alla sorella Cassandra.

Ricorda la sua infanzia di bambina cresciuta in mezzo ai libri, poco incline alle maniere consoni alle dame dell’epoca, ma incredibilmente dotata come narratrice. La scrittura e i libri sono tutta la sua vita, pari forse solo all’amore per il giovane Tom Lefroy.

Manuela Santoni fa parlare zia Jane attraverso delle bellissime illustrazioni che ne colgono le sensazioni, le emozioni, i pensieri, i ricordi.

jane-austen (1)

Un piccolo ed intenso viaggio nella vita di una delle scrittrici che appassiona ancora oggi i lettori di tutto il mondo.

Un tributo a zia Jane dedicato a tutte le  Janeites e non solo.

Link di acquisto: Jane Austen

 

Vita da commessa

Ciao booklovers,

Oggi vi proponiamo una lettura divertente grazie alle Edizioni Becco Giallo.

vita-da-commessa

L’eterno indeciso.

Quello che non saluta.

Quello che casomai ripasso.

Quello con la mamma che decide per lui.

Il  bambino che appoggia le mani sulla vetrina appena pulita. I weekend che non fai mai, i saldi e i black friday, i pacchettini regalo. Il famigerato cliente dell’ultimo minuto:

Un blog italiano con più di 70.000 followers e 500.000 visualizzazioni per ogni video postato.

Il racconto di chi sta dietro il bancone di un negozio, tra richieste assurde, grammaticamente sbagliate, psicologicamente disarmanti.

Scanzonato, ironico e totalmente autobiografico: Laura Tanfani è la giovane commessa di un grande negozio di abbigliamento.

vita-da-commessa (1)

Un libro da non perdere, divertente ed ironico per “clienti” ed “addetti ai lavori” con delle meravigliose illustrazioni e spunti esilaranti. Tantissime sezioni dedicate alle commesse con consigli per la “sopravvivenza” nei periodi più critici (Dicembre) e nelle situazioni più impensate, ma reali. Un manuale sociologico che con ironia, ma verità, ci racconta tantissime tipologie di interazioni.

Ecco un piccolo estratto:

1. IL “NON SO DOVE SONO Né COME MI CHIAMO”
Entra e non sa in che negozio si trova. Gli chiedi la taglia e non la sa,
gli chiedi che colore preferisce e rimane zitto, gli chiedi cosa vuole e
risponde: “qualcosa per me!”. Cliente che mette a dura prova il tuo
sistema nervoso e di autocontrollo.
E anche le tue doti da indovino.
2. IL FOTOGRAFO
Sì, mi piace questo articolo ma per essere sicura posso fare una foto
e mandarla a mia figlia, mio marito, mia moglie, mia madre, il mio
amante, la mia migliore amica? Al personal trainer, alla mia sarta,
alla banca, al titolare? Vorrei avere da loro un consiglio. In alcuni di
questi casi, la commessa a volte è usata come modella/manichino.
3. IL COMANDANTE
“Prendimi quella t-shirt, portami quella giacca, fammi vedere quella
borsa e già che ci sei controlla che mio figlio di tre anni non scappi
dal negozio”. Tutto senza un “per favore” o “grazie”. Sicuramente non
comprerà nulla perché: “non riesco a guardare niente con mio figlio
dietro, ripasso!”
4. IL SUSSURRANTE
Quello che quando ti chiede qualcosa bisbiglia. Ti chiede una scarpa,
ma tu non senti assolutamente niente, e dopo un’interminabile serie
di “eh?” fai finta di aver capito per non passare per quella sorda e va
a finire che gli vendi un cappotto.

Link di acquisto: Vita da commessa

Racconti di Elizabeth Gaskell

È in stampa, e quindi uscirà tra breve, la raccolta Racconti di Elizabeth Gaskell.

Scrittrice prolifica e versatile, ella riesce a essere intensa nelle short stories tanto quanto nei grandi romanzi, e le Edizioni Croce hanno deciso di tradurre e pubblicare dieci racconti dei suoi, inediti o introvabili in italiano.

Avvolti da questa meravigliosa copertina che in un gioco di luci e ombre lascia presagire una lettura appassionante e intenta, i dieci titoli sono: Casa Clopton, L’eroe del Sagrestano, Casa Morton, Lo zio Peter, Tempeste e raggi di sole natalizi, Le vicissitudini domestiche di Bessy, Il cuore di John Middleton, Storia di un proprietario terriero, Le tre ere di Lizzy Marsh, Visita a Eton.

Si tratta degli scritti brevi gaskelliani a tema non gotico, forse qualcuno ispirato dai suoi viaggi e dai suoi spostamenti durante i quali raccoglieva aneddoti preziosi, le cui date di composizione abbracciano più di un ventennio.

Il volume, appartenente alla collana “Participio Passato”, va ad aggiungersi con le sue 394 pagine, a quelli già pubblicati: La casa nella brughiera, I fratellastri, Mary Barton, (oltre a Bran e altre poesie). A curare questa edizione è la prof.ssa Anna Enrichetta Soccio, professoressa di letteratura inglese all’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara. Tra i traduttori spiccano i nomi di Mara Barbuni e Salvatore Asaro, già uniti da un legame speciale a Elizabeth Gaskell.

Un volume don pregio fin dalla prima pagina della raccolta che raffigura, riproducendola in filigrana, la litografia di Casa Clopton, la stessa che ha ispirato il racconto a Gaskell. E alla fine del libro ci aspetta una splendida sorpresa come ormai le Edizioni Croce ci hanno abituato a pregustare.

Racconti raccoglie la narrativa breve di una delle maggiori scrittrici dell’Ottocento inglese, colei che è riuscita a entrare nelle grazie di Charles Dickens e a dare voce a una moltitudine di personaggi – non solo figure riprese dalla nobiltà ma anche uomini recuperati dalla periferia umana, storie di reietti, di esclusi. La scrittura breve ha accompagnato Elizabeth Gaskell per tutta la vita, dal suo esordio fino alla morte improvvisa avvenuta durante un tè nel suo salotto, nel 1865. Pubblicati sulle maggiori riviste dell’epoca, i suoi racconti hanno entusiasmato generazioni di lettori. La modernità con cui Elizabeth Gaskell riesce a investigare all’interno dell’animo umano non ha pari nella storia della letteratura vittoriana. Le sue storie ci coinvolgono da vicino, ci toccano e alla fine ci disarmano. Racconti ambisce ad avere un carattere “definitivo”, mettendo assieme una serie di titoli finora mai tradotti in italiano, al fine di confermare l’importanza della scrittrice all’interno del panorama letterario inglese.

L’uomo montagna di Séverine Gauthier e Amélie Fléchais

uomo-montagnaOggi ho deciso di parlare di una graphic novel bella, anzi no …bellissima! Forse avrete sentito parlare delle due ultime novità della casa editrice Tunuè. Una di queste è proprio “L’uomo montagna” che fa parte della collana Tipitondi. I Tipitondi sono tipi davvero speciali. Nella loro rotondità simbolica celano la morbidezza e il gioco, il divertimento pensante, la curiosità creativa, l’attitudine pop alla contaminazione di segni e narrazioni. Sono insiemi aperti di condivisione. Intelligenze elastiche. Esploratori della conoscenza.

 Illustrata dalla bravissima Amélie Fléchais, autrice francese di grandissimo talento che ha lavorato a diversi progetti di animazione come Brendan e il segreto di Kells. Scritta da Séverine Gauthier che ha scritto, giovanissimo, la sua prima sceneggiature per un fumetto, Il mio albero, disegnato da Thomas Labourot.

Questa Graphic Novel non è una storia come tante ma una storia di vita, una lettura importante e pregna di  dolcezza. In sè troviamo l’amore, l’altruismo, l’amicizia e il tendere la mano nel momento del bisogno, tutti questi valori purtroppo  oggi sono scomparsi, nessun uomo pensa a un individuo come forza ma come ostacolo. La bellezza di questa storia risiede proprio in questo, nello spiegare a chiunque legga questa storia che non c’è solo egoismo e menefreghismo ma anche gentilezza e umiltà.

Il protagonista della storia è un piccolo bambino che vuole aiutare suo nonno ad alleviare il suo ultimo viaggio, alleviare quel peso che si porta sulle spalle e farlo volare libero e felice anche con un tale fardello, intraprende così un viaggio alla ricerca del vento, il vento più forte che possa smuovere le montagne che il nonno ha sulle spalle. Il viaggio sarà lungo e tempestoso,  incontrerà amici, incontrerà un albero che lo aiuterà a comprendere cosa siano le radici, cosa sia casa.

Una storia toccante, leggera che come un fruscio ti porta in un mondo sensibile e fin troppo difficile, fatto di delicatezza infinita. I disegni sono impressi su carta e quasi lasciano una miriade di nuvole nel cuore che come panna montata entrano attraverso la bocca e scendono giù soffici.

Una bellissima storia adatta a tutte le età, forse non dovrebbero leggerla i bambini, perchè loro sanno leggere già nei cuori ma dovrebbero leggerla i grandi che ormai hanno perso la fantasia di volare! Buon Viaggio…