Dracula di Bram Stoker

“Ho attraversato gli oceani del tempo, per trovarti“.

Compie ben 27 anni il film cult degli anni ’90 “Dracula di Bram Stoker”, uno dei capolavori del regista Francis Ford Coppola. La prima proiezione americana avvenne il 13 novembre del 1992, mentre nelle sale italiane arrivò pochi giorni dopo, esattamente il 30 novembre.

Un cast eccezionale, un regista dal talento indiscusso e un team di scenografi e sceneggiatori da far invidia al mondo, portarono questa pellicola alle vette degli incassi al botteghino – scongiurando così anche la bancarotta della società produttrice Zoetrope di proprietà dello stesso regista- raggiungendo in brevissimo tempo l’attenzione dell’Academy Award e dei suoi giurati che, nella cerimonia degli Oscar del 1993 ne decretarono la vittoria in ben tre categorie:

– Migliori costumi a Eiko Ishioka

– Miglior trucco a Greg Cannom, Michèle Burke e Matthew W. Mungle

– Miglior montaggio sonoro a Tom C. McCarthy e David E. Stone. Continua a leggere

L’amore nella morte: Gomez e Morticia Addams

[A Morticia] Tu eri veramente bella: pallida e misteriosa (Gomez)

Oggi 31 ottobre 2019 come ogni anno si celebra in tutto il mondo Halloween. Forse non tutti sanno che questa ricorrenza ha origini celtiche e che solo in un secondo momento fu importata negli Stati Uniti assumendo le forme spiccatamente macabre e commerciali con cui è divenuta nota a livello globale. La caratteristica di questa festa è la simbologia legata alla morte e all’occulto e il colore prediletto è il nero. Se incrociamo tutti questi dati non possiamo non risalire all’identikit di una coppia entrata nell’immaginario collettivo proprio per il fascino che la morte e tutto ciò che è macabro esercitano su di loro: stiamo parlando di Gomez e Morticia Addams. Continua a leggere

10 buoni motivi per amare Via col Vento

Uno dei film più famosi della storia del cinema, tratto dall’intenso romanzo di Margaret Mitchell, è ancora oggi considerato un cult. Vediamo perché.

In principio c’era lei, una delle scrittrici più interessanti del Sud degli Stati Uniti: Margaret Mitchell, che con il suo Gone with the Wind (1936) vinse il Premio Pulitzer con un record di 60milioni di copie vendute; poi a qualche anno di distanza dalla pubblicazione del romanzo arrivò nel 1939 il film più famoso della storia del cinema, nonché campione d’incassi. Diretto da Victor Fleming e dallo scenografo Cameron Menzies con contributi di George Cukor e Sam Wood, il colossal fu prodotto da David O. Selznick.

Ecco qui 10 buoni motivi per rileggere il libro e per rivedere il film:

1. Il romanzo è un affresco dell’America del Sud degli Stati Uniti durante la Guerra di secessione, raccontata da un punto di vista inedito: quello delle sue donne. Continua a leggere

Io, Leonardo

Io, Leonardo (Luca Argentero, Francesco Pannofino – regia di Jesus Garcés Lambert)

Dal 2 Maggio di quest’anno sono iniziate le celebrazioni per il cinquecentesimo anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci, genio indiscusso, reso immortale dalla sua arte e dalle sue invenzioni.

Molte le iniziative dedicate, tra queste l’uscita nelle sale cinematografiche del film di Jesus Garcés Lambert che racconta in modo originale, la storia dell’artista italiano per eccellenza. Un vero e proprio viaggio nella camera oscura della sua mente, dove la voce profonda e unica di Francesco Pannofino racconta, accompagna e ci ricorda quanto e come l’artista toscano abbia vissuto: le sue origini, il suo approccio all’arte e la sua indiscussa quanto unica intelligenza, senza eludere ai suoi tormenti e alla sua eccentricità. Continua a leggere

Dirty Dancing è su Netflix e nessuno può mettere Baby in un angolo!

Netflix ha appena annunciato l’inimitabile new entry del catalogo di settembre: Dirty Dancing – Balli proibiti.

Ciò che immagino sia accaduto è che ogni persona, in ogni angolo del mondo, qualunque cosa stesse facendo, abbia ripetuto nella propria mente (i più fedeli, ad alta voce) “NESSUNO PUÒ METTERE BABY IN UN ANGOLO”.

Questo perché Dirty Dancing è sì un film cult, una salda pietra miliare, l’espressione romantica del ritmo del mambo proibito… ma è soprattutto“NESSUNO PUÒ METTERE BABY IN UN ANGOLO”. Al punto che il film avrebbe potuto pure intitolarsi: Dirty Dancing – Nessuno può mettere Baby in un angolo. Continua a leggere

Netflix: un autunno pieno di novità!

«L’estate sta finendo, e un anno se ne va…», cantavano i Righeira negli anni Ottanta. Se anche voi vi state già proiettando verso fresche serate autunnali, fatte di felpe calde e tazze di tè, di colori avvolgenti e temperature miti e un buon film da vedere dopo cena, sappiate che Netflix ha in programma per settembre, ottobre e novembre una sfilza di nuove uscite che accontenteranno tutti.

Per esempio, dal 6 settembre prende il via la seconda stagione di Élite, serie tv spagnola a metà tra il teen drama e il thriller che annovera tra i protagonisti molti degli attori già visti (e amati) in La casa di carta: imperdibile questa seconda parte per seguire gli sviluppi sull’indagine dell’omicidio avvenuto nella prima stagione, e non faccio altri spoiler. Continua a leggere

Spiderman: far from home di Jon Watts – Marvel Cinematic Universe (MCU)

Edith, per favore attiva il protocollo per inviare l’articolo a Pink Magazine Italia.

*Buongiorno Mirtilla, sarà fatto.*

Premessa: non vado al cinema a vedere questo genere di film perché mi piacciono… Naaaa! Vado al cinema per il bene dei miei due figli, per loro mi “sacrifico”, ma se devo essere sincera questo sequel di Spiderman (il primo: “Homecoming”, è uscito nel 2017 ) è SUPERLATIVO! Ragazzi, sono rimasta senza parole. Davvero un prodotto cinematografico che non delude. Questo lungometraggio prodotto dalla Marvel è esplosivo, ironico, suggestivo e anche un po’ romantico! Ora vi spiego il perché del mio entusiasmo: Parker (interpretato dal bravissimo Tom Holland) dopo che gli Avengers sopravvissuti al “Blip” – lo schiocco delle dita di Thanos che ha polverizzato metà del genere umano, portando morte e distruzione in “Avenger end game”- sono riusciti a sconfiggere quest’ultimo e a salvare il mondo, tenta di ricominciare a vivere. Continua a leggere

Keanu Reeves. La bellezza dell’umanità

Keanu Reeves è appoggiato alla mia scrivania della redazione di Pink, lo vedo! Sorseggia il caffè e posso osservare il suo magnifico volto, ora mi sta guardando. WOW! Aspettate, no, è l’ennesima allucinazione che m’attanaglia le meningi post riunione di redazione! Ma in realtà, su Keanu Reeves ci si potrebbe scrivere un intero volume, perché quest’uomo ha stregato intere generazioni sin dagli anni ’90, e oggi più che mai, è famoso per la sua eleganza e umanità che poco si accorda al mondo Hollywoodiano, ma lui non sembra preoccuparsene affatto. Continua a leggere