Hungry Birds

L’ATTORE GIOVANNI AREZZO PROTAGONISTA DI “HUNGRY BIRDS”

SHORT FILM SCRITTO E DIRETTO DAL FILM MAKER RAFFAELE ROMANO ONLINE SU YOUTUBE DA OGGI

 

È online su YouTube, “Hungry Birds”, short film scritto e diretto dal film maker  Raffaele Romano, già vincitore del premio BEST INDIE SHORT al LOS ANGELES FILM AWARDS.

Protagonista l’eclettico e promettente attore e regista ragusano, Giovanni Arezzo, accanto al celebre Dominic Chianese ( indimenticabile Zio Junior de “I Sopranos” e Johnny Ola de “Il Padrino” pt.2) .

“Hungry birds”,  girato e ambientato interamente a Londra , offre una potente riflessione sulle dinamiche economico-sociali della nostra società accostandole al comportamento dei piccioni, attraverso uno stile innovativo e riconoscibile.

Giovanni Arezzo, nell’intenso ruolo di un clochard, rivela il suo eclettismo e la capacità di fondersi nelle storie e nelle scritture, come  ha più volte dimostrato in teatro, dove ha spesso dato voce a vicende e personaggi complessi e dalla forte personalità. Tra questi, Chet Baker, il più celebre trombettista bianco della storia della musica mondiale,  del quale tratteggia un ritratto sincero, sentito ed empatico, dell’uomo e dell’artista, del suo genio e della sua sregolatezza, in CHET!, monologo di cui è anche coregista con Laura Tornambene. Lo spettacolo, che ha debuttato nel 2018,  gira l’Italia da un anno, e sarebbe andato in scena in questi giorni al Teatro Due di Roma. Continua a leggere

Un’attrice dai mille volti

Letizia Dispare nasce a Genova nel 1984 ed è una grande sognatrice; ama, come dice lei, “fare fantasticazioni”; nel suo porsi obiettivi ambiziosi, non ha mai smesso di credere, lavorare sodo e alimentare le sue passioni e questo l’ha sempre portata a fare esperienze importanti, ma soprattutto a dare il giusto valore alle cose.

È un’artista dalle molte sfaccettature; inizia la sua carriera come attrice teatrale e cinematografica, ampliandola negli anni al cabaret, alla tv e posando anche come fotomodella.
Lavora in ambito pubblicitario, sponsorizzando brand nazionali e internazionali. Continua a leggere

C’era una volta un soldato di nome Jane

Risultato immagini per soldato jane

Sin da piccolissima ho sempre avuto una passione smisurata per le principesse, e per principesse intendo sì quelle eteree fanciulle con abiti pomposi, luminosi e fiabeschi, e per principesse intendo sì quelle eteree fanciulle con abiti da guerriere e un po’ “maschiacci”.

Entrambe le categorie che le fiabe e i film da sempre ci propongono per me sono principesse, quindi non per il ruolo che ricoprono, non per i loro vestiti, ma solo ed esclusivamente per la loro fragilità, per il loro coraggio, per la loro passione, per la loro costanza.

Non credo che Cenerentola, solo perché buona e gentile anche con chi non la rispetta, non sia un esempio forte da seguire; la gentilezza è pur sempre un’arma potente contro il male. Continua a leggere

Un’amica come Maya Dolittle

Risultato immagini per maya dolittle

Maya Dolittle, interpretata dalla bravissima Kyla Pratt, è la protagonista dei tre film successivi de Il Dottor Dolittle, interpretati dall’iconico Eddie Murphy. Nei primi due film ha un ruolo marginale, è la figlia del dottore che parla con gli animali, solo dalla terza serie in poi diventa la protagonista indiscussa.

Risultato immagini per maya dolittle

Maya, proprio come il padre, ha un’incredibile dono: può comunicare con gli animali di qualsiasi specie attraverso l’uso della parola e loro possono risponderle. Un dono che sarebbe davvero bello poter ricevere nella vita reale.

Il suo personaggio è un mix di dolcezza, testardaggine, insicurezza, paura, malinconia e positività; tutti sentimenti che accomunano un po’ ognuno di noi. Tutti sentimenti che ci fanno sentire vivi e che apprezziamo in una storia di fantasia, proprio perché ci aiutano a immedesimarci nella vicenda regalandoci una buona dose di ironia che poi è alla base di una vita davvero completa e felice. Continua a leggere

Il cowboy con il velo da sposa

Risultato immagini per Il cowboy con il velo da sposa

Il cowboy con il velo da sposa è un film Disney diretto dal regista David Swift, tratto dal romanzo tedesco Carlottina e Carlottina di Erich Kästner, pubblicato nel 1949 e racconta di Sharon McKendrick e Susan Evers, due ragazze vivaci e identiche nell’aspetto, che si incontrano in un campeggio estivo e, notando la loro incredibile somiglianza ma non sopportandosi proprio, cominciano a farsi terribili scherzi a vicenda, sino a che la direttrice del campeggio, Miss Inch, decide di farle stare insieme e isolate dal resto del gruppo, per punizione e per farle andare d’accordo. Susan vive col padre Mitch in California, mentre Sharon vive con la madre Margaret a Boston. Quando scoprono di avere la stessa data di nascita e vedono le fotografie dei rispettivi genitori, capiscono di essere sorelle gemelle e di essere state separate quando avevano solo un anno. Continua a leggere

Jen & Brad il ricordo di un amore

Jennifer Aniston & Brad Pitt, il ricordo di un amore

Giuro che li ho visti i Sag Award (Screen Actors Guild Award – premi che sin dalla prima edizione del 1995 – vengono assegnati annualmente dalla Screen Actors Guild agli interpreti migliori sia del grande che del piccolo schermo, facenti parte della stessa associazione); mi ricordo la bellezza delle protagoniste sul red carpet, i variopinti look e i flash dei fotografi… Ricordo, ma non conservo perchè tutto in un momento si è fermato a un paio di fotogrammi – che al momento, risultano essere virali in rete- a cosa mi riferisco? Ma al tanto agognato, sospirato, sognato, amato (…e chi più “ato” ha, più “ato” metta) incontro tra Jennifer Aniston e lui, Brad Pitt! Continua a leggere

I Golden Globe

“Mamma, aspetti la Befana?”

“No, Amore, aspetto i Golden Globe!”

Si è tenuta stanotte al Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills (California) la 77esima edizione dei Golden Globe Award, che apre ufficialmente la stagione delle premiazioni del mondo cinematografico e televisivo statunitense.

I Golden Globe infatti uniscono il mondo cinematografico – che vive il suo apice con la notte degli Oscar – e il mondo televisivo che brilla con gli Emmy Award.

Sul Red Carpet hanno quindi sfilato nomi di prestigio sia dell’industria cinematografica che televisa d’oltreoceano, regalandoci abiti da sogno, bizzare acconciature e teneri baci tra le coppie d’oro del momento dello star system. Continua a leggere

La dea fortuna

La Dea Fortuna

Regia: F. Ozpetek con: E. Leo, S. Accorsi e J. Trinca

Siamo andati a vedere l’ultima fatica cinematografica di Ferzan Ozpetek.

In una Roma che abbraccia tutto dall’alto delle sue terrazze e del suo cielo, in rioni dove vivono e sopravvivono legami veri e indissolubili come l’amicizia e l’umanità troviamo i due protagonisti, belli e intensi, che si chiamano Arturo (Stefano Accorsi) e Alessandro (Edoardo Leo). Da più di un decennio fanno coppia fissa, anche se la routine, i silenzi e il ménage di una vita ormai scandita solo dalla quotidianità li sta esasperando e separando; ma entrambi cercano di salvare il ricordo d’un sentimento forte un tempo, ormai distante. Continua a leggere

Il primo Natale

Il primo Natale di e con Salvatore Ficarra e Valentino Picone

Salvo è uno scapestrato quanto simpatico ladro di arte sacra, felicemente ateo; dopo il suo ultimo furto andato a segno decide di rubare una preziosa reliquia che si trova in una piccola parrocchia nell’entroterra siciliano, dove ogni anno a Natale viene allestito un bellissimo presepe vivente del parroco, Padre Valentino. Continua a leggere

L’immortale di Marco D’Amore

L’immortale regia di M. D’Amore – con Marco D’Amore, Giuseppe Aiello. Produzione Cattleya, Vision Distribution

L’immortale è un film drammatico, uscito nelle sale cinematografiche il 5 Dicembre 2019 e attualmente il lungometraggio italiano con il record d’incassi per miglior debutto al botteghino degli ultimi cinque anni.

La pellicola, diretta e interpretata dal bravissimo Marco D’Amore, ha un come protagonista il boss di Secondigliano Ciro di Marzio, detto “l’Immortale”- già conosciuto nella serie evento di Sky Gomorra (liberamente tratta dall’omonimo best seller di Roberto Saviano, che ne firma anche la sceneggiatura) – che avevamo lasciato moribondo ad annegare nelle acque del Golfo di Napoli, a seguito di un colpo di pistola sparato dal suo amico/nemico per eccellenza, Gennaro Savastano, durante l’ultima puntata della terza serie.

Continua a leggere