La casa delle farfalle di Silvia Montemurro

«Si torna sempre dove i ricordi più belli somigliano al volo di mille farfalle bianche.»

Così mi ha accolto uno dei libri più delicati e profondi che io abbia letto fino a oggi. Delicata e potente è la penna che scrive. E, si sa, di norma la penna è direttamente collegata all’anima della persona che decide di raccontare una storia. Quando l’ho incontrata, prima tra le pagine dei suoi libri e poi “di persona” sono rimasta colpita dalla sua dolcezza e dalla sua meravigliosa sensibilità. È una persona eccezionale davvero Parla dritto al cuore, Silvia. E lo fa nell’unico modo possibile: usando il cuore. Il suo. E ce lo mette tutto, ve lo assicuro.

Ecco perché i suoi libri, ogni volta, mi restano letteralmente incagliati dell’anima. La sua scrittura pulita, coinvolgente, mai scontata e sempre sorprendente è leggera come un volo di farfalla. Sa prenderti delicatamente per mano per accompagnarti fin dentro la sua testa e i suoi sogni così da farti vivere ciò che vede. Ed è inevitabile fare le ore piccole perché semplicemente non puoi staccarti da lì! Non si può. Io non posso. Continua a leggere

Il mondo di Mathilda Blake

«E tu non puoi finire le frasi degli altri. Non puoi avere la presunzione di capire tutto prima di loro.»

Sono entrata in possesso del libro di cui vi parlerò oggi in un modo davvero sopra le righe.
Tempo di riapertura, maggio. Tempo finalmente di passeggiate all’aperto e proprio durante una di queste mi sono sentita chiamare dalla porta della mia edicola di fiducia.
«Sara. Buongiorno! Vieni che ho qualcosa per te», mi sono avvicinata incuriosita. «Ho approfittato di questo periodo di stacco per sistemare e ho trovato questo libro. Ti ho pensata e te l’ho tenuto da parte, sono certa che ti piacerà!», peccato non aver potuto vedere il suo sorriso dietro la mascherina.
Inutile dire che ho accettato!
E ho fatto bene.

Sono stata subito rapita da uno stile di scrittura fine e ricercato che mi ha tenuta incollata dall’inizio alla fine in un crescente contrasto di emozioni spazianti tra la rabbia, la delusione, l’euforia e la speranza miste alla suspence nelle scene più cupe.
E quando un libro riesce a emozionare è una bella magia.
È una scrittura ricercata ma scorrevole, a tratti decisamente incalsante, che non lascia scampo al lettore che così si trova direttamente in mezzo alla storia con il fiato corto. I colpi di scena si susseguono con una rapidità quasi estenuante che fa spesso portare la mano alla fronte nel tipico: “Non è possibile, non ci credo!”.
Inutile dire che l’ho letteralmente divorato, ma non poteva esser altrimenti, una parola cede il passo all’altra! Impossibile lasciarlo. Continua a leggere

L’amore salverà il mondo

«Giungo alla conclusione che è l’amore che salverà il mondo, ma sopratutto me stessa»

In questo periodo così particolare per l’intera umanità, fatto di  regole e divieti di uscire, necessarie per la nostra salute e per quella di chi ci circonda, abbiamo tutti dovuto rinunciare alle nostre visite in libreria. E per una come me, abituata al cartaceo, è stato un brutto scherzo.

Certo, c’è Amazon… ma pensare di intasare le consegne più importanti non era proprio nelle mie corde. E così, se volevo continuare a leggere, avrei dovuto piegare la mia scelta, non che la mia volontà, sugli ebook. Chi mi conosce sa che non li gradisco, ma a mali estremi… così ho fatto la mia passeggiata virtuale tra i libri, ma questa volta mi sono lasciata consigliare dalle amiche. Avevo deciso di dare uno sguardo tra gli autori emergenti e so che loro ne seguono un bel po’. Li ho proprio chiesti espressamente. Continua a leggere

Il profumo del nostro animo

«La felicità non è altro che il profumo del nostro animo»

Quando entro in libreria spesso mi fermo sulla porta inspirando profondamente la magia che mi accoglie. Il profumo della carta, il sorriso del libraio, l’ordine composto che solo il silenzio sa offrire… ogni singola cosa ha il suo personale profumo. Anche le persone, specialmente quelle belle ne hanno uno tutto particolare. Senza parlare della pace che scende fin dentro l’anima. Un vero e proprio ingresso in un mondo parallelo. Non riesco ancora ad abituarmi agli e-book; certo è il futuro, ma come si può rinunciare alla carta? Al suo odore, al sentirla tra le mani pagina dopo pagina, al piacere di passare le dita sulla copertina. No, non posso. E non poteri mai rinunciare al rapporto creato con i miei librai. Risorsa preziosa! Così mi lascio spesso consigliare. Mi piace parlare con loro, hanno una luce tutta particolare negli occhi quando ti accompagnano tra gli scaffali! Ed è priorio camminando lentamente tra di essi che, al tempo, ho avuto la fortuna di entrare in contatto con l’autrice che oggi definisco “il mio tutto”. La mia perla rara. Mi ha attirato la copertina ed il titolo, libro fra tanti libri, libro che mi ha letteralmente chiamato a gran voce. Che fai? Non lo prendi? Continua a leggere

Libri e ragazzi

In questi giorni, in cui siamo tutti costretti a casa, mi sono decisa a pulire la stanza di Mirko. Mirko è mio figlio, un ragazzo adolescente di quasi 17 anni, quindi potete immaginare quello che non ho trovato entrando là dentro: un vero e proprio campo di battaglia! Mi sono armata di secchio, straccio e tanta ma tanta pazienza, e ho iniziato. Armadio, mensole, scrivania… Quando sono arrivata alla libreria mi sono sentita rimescolare di emozioni.Tra gli scaffali ci sono ancora tutti i libri che leggevo per lui da piccolo: Gianni Rodari, Roald Dahl, Sanit Excuperie, Mario Lodi, Jules Verne, Collodi,  Susanna Tamaro; abbiamo letto praticamente di tutto insieme. Ci mettevamo la sera sul letto, lui comodamente accomodato sotto il piumone e io a sedere a fianco a lui, con solo la piccola luce del comodino a fare da ponte tra questo mondo e quello della fantasia. Io leggevo e lui immaginava vite sempre diverse. Continua a leggere

La passione per i libri


Mi chiamo Sara, ho 42 anni  e vivo immersa tra le colline del Chianti Classico vicino Siena. Sono mamma di un ragazzo di 16 anni  e moglie paziente; lavoro per una importante azienda agricola a pochi chilometri da qui e a tempo perso coltivo la passione per la scrittura. E sono una lettrice compulsiva!
Il mio amore per i libri, ironia della sorte, parte da una punizione a scuola.
Immaginate la scena.


Scuole Medie… la classe stava facendo un baccano enorme e la prof di italiano, pur di farci stare zitti, ci fece alzare uno ad uno per scegliere un libro dalla piccola libreria in fondo all’aula.
Potete immaginare il gelo che scese nei minuti successivi quando disse che avremmo dovuto farci su una relazione così dettagliata che avremmo dovuto chiedere carta di identità, patente e codice fiscale all’autore!

Continua a leggere