Moda Curvy estate: consigli e accorgimenti

Abiti da cerimonia taglie forti: cosa indossare se sei curvy ...

Magre, burrose, alte, basse, non sono caratteristiche così importanti: specialmente al giorno d’oggi, in cui la moda è davvero accessibile a tutte!

Molte catene di negozi, dai più cari ai più economici, propongono scelte varie, anche per le donne e le ragazze curvy e plus size.

In questo spazio volevo dare qualche piccolo consiglio e accorgimento per tutte le bellissime donne formose a cui piace seguire la moda e che non devono assolutamente nascondere le proprie forme sotto casacche e maglie larghe, rischiando così di non mettere in risalto le proprie qualità…

Curvy ed oltre: linee per taglie forti - La Stampa - Ultime ...

 

L’abito a vita alta: slancia e allunga anche se non siete molto alte, rimane più morbido sui fianchi per non segnare troppo e mette in risalto il seno visto che il corpetto di questi abiti di solito è piuttosto aderente. Potete usare anche una cintura per esaltare ancor di più il punto vita se avete la classica forma a pera. Continua a leggere

Le modelle che hanno fatto dei loro “difetti” grandi e unici pregi

Spesso ci soffermiamo tanto, troppo, sui nostri difetti, non permettendoci di vivere appieno la nostra vita. Ci guardiamo allo specchio e, immancabilmente, ci fossilizziamo sull’analizzare nei minimi dettagli ciò che non va nel nostro aspetto. Nel nostro corpo.

In questo modo ci togliamo la possibilità di apprezzare e valorizzare quelli che sono i nostri punti di forza. Ed è un vero peccato.

Nel tempo ho cominciato a capire che quello che gli altri possono pensare di me, del mio aspetto, non è davvero importante. Quel che invece conta davvero è l’essere consapevole di me stessa per cercare di diventare, giorno per giorno, una persona migliore, sia dentro che fuori. Ho imparato a guardarmi allo specchio e a dirmi che “sono unica e speciale”. Imparate a dirlo di voi stessi, perché sapete: ognuno di noi è davvero unico e speciale, soprattutto è l’imperfezione a renderci unici e diversi dagli altri. Perché l’imperfezione è la nostra perfezione. La perfezione di noi stessi in quanto individui unici.

Negli anni ho letto e seguito con piacere le storie di alcune donne che hanno fatto delle loro fragilità e insicurezze veri punti di forza. Punti di forza che le hanno portate a essere oggi dei veri e propri modelli di riferimento. Continua a leggere

Tutti i libri di Rory Gilmore

La lista definitiva dei libri di Rory Gilmore | Malapuella

Una delle cose che sempre mi ha affascinata in Rory Gilmore de Una mamma per amica è la sua passione smisurata per la lettura.

Ogni volta che, appoggiata al tronco di un albero, seduta su una panchina, sul letto in camera sua o mentre camminava per strada, teneva tra le mani un libro e il suo sguardo seguiva parola per parola, cercavo di capire quale potesse essere quel libro. Osservavo la copertina, ma non sempre era chiaro. Delle volte ne parlava, allora ammetto che, se già non avevo letto quel libro, lo andavo a cercare per colmare la mia lacuna. Ed è proprio quello che sto facendo soprattutto in questo periodo così delicato e particolare.

Molti dei libri letti da Rory sono stati tradotti in italiano, alcuni no, certo è che sono andata a cercare una lista dettagliata delle sue oltre 300 letture sul sito americano BuzzFeed e ho inserito i titoli che trovate qui di seguito. Continua a leggere

Il richiamo della foresta: il libro e il film

Xanadu - Wi-Fi Stories - WILLIAM GRILL - Il richiamo della foresta

La storia comincia in California, in una lussuosa villa, nel 1897. Il cane Buck, figlio di un maschio Sanbernardo e di una madre Pastore Scozzese, vive in questa grande villa insieme al giudice Miller. Nel frattempo, comincia la corsa all’oro del Klondike e la richiesta di cani da slitta, unico mezzo di trasporto nella fredda parte settentrionale del continente americano. Buck viene venduto dal giardiniere del suo padrone a un brutale trafficante che lo porta via nella notte, ed è così che comincia a conoscere la legge della zanna e del bastone, fino a diventare poi un cane da slitta. Impara a difendersi dagli altri cani e diventa il primo delle due file nel trainare la slitta. Si affeziona ai suoi nuovi padroni con i quali consegna, diligente e puntuale, la posta in quelle terre gelide e affascinanti, ma la sua felicità viene di nuovo interrotta quando cominciano ad arrivare i primi telegrafi, i cani da slitta, così, vengono dati via nuovamente. Viene salvato dal cercatore d’oro John Thornton. Tra loro nasce un’amicizia unica e speciale tanto da partire insieme per un’avventura in una nuova terra lontana ed è proprio qui che Buck comincia a sentire il richiamo della foresta. Continua a leggere

Tutti i cuori di Milo Ventimiglia

Milo Ventimiglia

Milo Ventimiglia nasce ad Anaheim, in California, l’8 luglio del 1977 da padre americano di origini italiane, Peter Ventimiglia, e da madre americana di origini irlandesi, inglesi, scozzesi e francesi, Carol Wilson. Si diploma all’El Modena High School di Orange nel 1995 e vince una borsa di studio estiva per studiare all’American Conservatory Theater di San Francisco. Tornato in California, si laurea in teatro all’UCLA.

La sua prima apparizione televisiva fu in Willy, il principe di Bel Air cui seguirono altri piccoli ma importanti ruoli poiché l’hanno fatto diventare l’attore che è oggi.

Il primo vero successo fu nell’interpretazione di Jess, nella serie Una mamma per amica, il suo ruolo di adolescente scontroso, problematico ma incredibilmente intelligente e appassionato, lo rende un personaggio da subito indimenticabile nel rappresentare quell’interiorità in cui molti giovani potevano e possono ritrovarsi. Perché in realtà il suo cuore era solo spezzato ma ricco di un amore che solo con il passare del tempo e con la delusione d’amore per Rory, cresce sempre un po’ di più fino a sbocciare.

Nel corso degli anni continua con la sua partecipazione a diverse serie, ma non solo: interpreta anche l’ultimo film di Rocky nei panni di suo figlio Robert e, anche qui, dimostra di saper trasmettere un’altra importante sfaccettatura: coraggio e dedizione. Continua a leggere

Succo di mirtilli: un modo naturale per tingere i capelli

Come dividere i capelli per fare la tinta a casa perfettamente ...

Siamo in primavera e tutte noi abbiamo voglia di rinnovarci, siamo portate a curare ancora di più il nostro aspetto anche se non possiamo uscire se non per lavoro o necessità. Sapete che esiste un metodo di tintura per capelli completamente naturale e che funziona? Si può tingerli con il succo di mirtilli.

Gli ingredienti principali sono: succo di mirtilli, balsamo, acqua calda, shampoo e i passaggi per preparare questa tinta naturale e benefica per la cute sono davvero semplici.

Procedimento: Passate la spazzola tra i capelli inzuppati di succo di mirtillo e lasciate agire per circa 30 minuti se avete i capelli biondi, 45 minuti se avete i capelli rossi e un’ora se siete castane. Dopodiché, risciacquate e applicate il balsamo per fissare il colore e ripetete l’operazione se necessario.

Se il succo dovesse darvi un po’ di prurito non preoccupatevi: basta lavare i capelli un po’ prima rispetto al tempo di posa. Chi avesse, come me, i capelli molto scuri potrà avere dei bellissimi riflessi e potrà migliorare il colore naturale, invece, dei capelli bianchi.

Cistite, un disturbo tipicamente femminile - Dott.ssa La Marca ...

Pollyanna di Eleanor H. Porter

Pollyanna eBook di Eleanor H. Porter - 9788841869765 | Rakuten Kobo

Sinossi: Pollyanna Whittier, bambina di undici anni figlia di un pastore anglicano, rimane orfana di entrambi i genitori e così va a vivere dalla zia Polly, una donna molto severa che accetta di prenderla con sé solo per rispettare i suoi doveri. Pollyanna non è per nulla dispiaciuta per il carattere della zia, anzi: con la sua personalità felice di natura, riesce ad amare tutti, a trasmettere sorrisi grazie al suo  gioco della felicità, conquistando ben presto molti cuori…

Dal romanzo dell’autrice Eleanor H. Porter sono stati tratti, negli anni, film e serie tv ma, più di tutti, il mio ricordo speciale va alla serie di animazione degli anni 80, molto bella e fedele al libro.

Questa per me è stata una lettura emozionante, ricca di colori, mi ha trasmesso la forza e il coraggio di Pollyanna, bambina che è cresciuta molto presto, ma che continua a mantenere nel tempo la sua fanciullezza, dimostrando che è davvero dai più piccoli che noi adulti possiamo imparare tanto. Continua a leggere

Clara e Doc: un amore passato, presente e futuro

The father of Steampunk.. Doc...! lol BACK TO THE FUTURE PART III ...

Quando si parla di rosa, di storie d’amore travolgenti, incredibili, uniche, si fa solitamente riferimento a libri o a film incentrati interamente – o comunque soprattutto – a questo elemento. Facendo attenzione, però, ci sono molte storie e film che nascondono storie d’amore uniche e meravigliose, che ci fanno sognare, immedesimare e ci strappano anche più di un sorriso.

Per esempio, riguardando i film cult dedicati a Ritorno al futuro, mi sono appassionata alla storia d’amore incredibile tra l’eccentrico e geniale Doc e la dolce e brillante Clara

I Made Clara Clayton GIF - Find & Share on GIPHY

Il loro incontro avviene grazie ai viaggi nel tempo che Doc fa insieme al suo giovane amico Marty. Il tutto si svolge nell’anno 1885: Clara sarebbe precipitata in un burrone con la carrozza e i cavalli per colpa di un serpente che li aveva fatti spaventare, se Doc non l’avesse salvata come il vero eroe che è. Lui, uomo di scienza, che non crede nell’amore al primo sguardo, rimane invece folgorato da Clara. Comincia così un susseguirsi di sguardi mentre l’avventura in una terra incolta del passato non lascia tregua ai due protagonisti. Continua a leggere

Outfit Curvy: restare a casa con stile

Sappiamo tutti molto bene quanto sia importante dare il nostro contributo stando a casa, uscendo solo lo stretto necessario per vere necessità.

Questo non vuol dire però che non possiamo continuare, seppur in un modo diverso e perché no innovativo, a seguire le nostre passioni quando possiamo. Mi rendo conto che è difficile sia quando si hanno dei bambini e gli impegni diventano molti, sia quando si vive in due o da soli, per non rischiare di indebolire la mente. Continua a leggere

Generazione Spice Girls

Risultato immagini per le spice girls

Era il 1994 quando sul quotidiano inglese The Stage si legge un annuncio in cui vengono selezionate ragazze per formare una band pop tutta al femminile.

Se ne presenteranno davvero a centinaia e, tra tutte, furono scelte le future e iconiche Geri Halliwell, Melanie C, Melanie B, Victoria Adams e  Emma Bunton (quest’ultima fu scelta solo dopo, in quanto la prima ragazza aveva deciso di ritirarsi).

Il loro primo singolo, Wannabe, venne pubblicato due anni dopo, il primo di tanti incredibili successi.

Ricordo che, oltre le loro musiche e la loro danza, il tutto così coinvolgente, ciò che ho davvero sempre apprezzato, era il loro modo di essere sì unite, ma comunque ognuna diversa dall’altra. Ognuna con le proprie caratteristiche che le facevano sentire così vicine e in un certo senso simili alle teenager di quella generazione e perché no: anche di questa. Continua a leggere