Marchio Dove: unico nel suo genere

Risultati immagini per pubblicità dove

Le pubblicità che vengono trasmesse in tv, come quelle che possiamo vedere sui social o sulle riviste, spesso non rappresentano ciò che è la realtà.

Vediamo immagini di donne o uomini con la pelle del viso perfetta pubblicizzare prodotti che paiono davvero miracolosi. Noi certo sappiamo che non è così, che spesso quella pelle dietro lo schermo o dietro un’immagine è elaborata per farci vedere ciò, eppure, il più delle volte, ci facciamo condizionare ugualmente, non distinguendo quella che davvero è la realtà.

Negli ultimi anni, però, qualcosa sta cambiando anche nel mondo della cosmesi: a fare per me una sostanziale differenza è il marchio Dove.

Marchio di prodotti per l’igiene personale, di proprietà della Unilever: una multinazionale olandese-britannica nata nel 1930, titolare di 400 marchi nel campo dell’alimentazione, delle bevande e dei prodotti per l’igiene e per la casa. La sua sede è a Rotterdam e a Londra. Continua a leggere

È tempo di giacche a cappotti!

Risultati immagini per cappotti curvy

Il grande freddo è arrivato, non ci ha dato neppure il tempo di prepararci come si deve, lasciandoci ancora nel limbo dell’abbigliarsi a strati. Il tempo dei giacconi pesanti e dei cappotti sembrava ancora lontano e, invece, è arrivato.

Allora, come possiamo in poco tempo rimediare e acquistare il modello di giacca adatto alla nostra morbida fisicità?

La prima regola è sempre quella di acquistare ciò che ci fa sentire davvero a nostro agio, provando comunque a osare un po’, a cambiare modello senza pensare di indossare il solito cappotto che ci infagotti nascondendo tutte le nostre forme. Continua a leggere

Chelsea Werner, ginnasta e modella con la sindrome di Down

Risultati immagini per chelsea werner

La storia della dolcissima Chelsea Werner, della California, è una storia ricca di positività, forza interiore e esempio di vita.

Chelsea è nata con la sindrome di Down ma, nonostante i pareri sui limiti che avrebbe avuto in futuro riguardo alla sua condizione, lei non si è mai arresa: il suo sogno era quello di diventare una ginnasta professionista. Si è allenata, nonostante le difficoltà nel camminare sulla trave, ha continuato.

È caduta, ma ha continuato a rialzarsi più forte di prima. Ha realizzato il suo sogno di diventare una grande campionessa della ginnastica artistica, ma il suo grande successo non finisce qui.

Nel 2016 le si presenta l’opportunità di rappresentare una nuova icona nella moda per la campagna pubblicitaria di H&M dedicata agli atleti che nella vita sono riusciti a superare grandi ostacoli. Comincerà così anche una significativa carriera da modella: prima alla settimana della moda di New York, poi per la campagna #AerieREAL di Aerie che promuove l’inclusione non stereotipata. Continua a leggere

Cosa resterà di questi miei anni ’80

Immagine correlata

Erano gli anni ’80, per essere precisi quegli anni tra il 1985 e il 1988.

Abitavo ancora in un piccolo quartiere di Genova, era come un paese a sé, un piccolo mondo che racchiudeva un asilo, una scuola elementare, i giardinetti pubblici, la chiesa e, passando per una strada secondaria, si arrivava al campetto.

C’erano i negozi, tra cui la latteria dove andavo sempre a comprare la merenda da portare ai giardinetti.

Ricordo che, una volta uscita dal portone della palazzina in cui abitavo, correvo giù. C’erano ancora tante scale esterne da fare e, proprio di fronte, dall’altra parte della strada, c’era l’edicola.

Aspettavo quel giorno della settimana in particolare, forse era un mercoledì, tiravo fuori  le monete dal mio borsellino di Poochie che ovviamente avevo in coordinato all’astuccio, al diario, ai quaderni e alla cartella rigida, compravo il nuovo numero del giornalino di Cristina D’Avena: al suo interno a volte trovavi qualche gadget, delle novità sulle sigle dei cartoni. Era davvero un appuntamento immancabile. Continua a leggere

Curvy è un modo di essere

Ricordo così bene quando il termine curvy ancora non esisteva, quando una fisicità più importante veniva definita con “grossa”, “grassa” “robusta” e parole così, ovviamente rivolte anche al genere maschile, seppure per noi donne è sempre stato un bel po’ più difficile da accettare.

Se poi alcune parole arrivano dalla nostra famiglia è ancor più difficile da comprendere che da estranei, questa è una verità.

La fisicità di una persona va al di là di ciò che noi vediamo, dietro ognuno di noi ci sono storie e vissuti differenti e non sempre quando una persona è più formosa è da intendersi che non si curi o che mangi troppo. In questo caso è ben diverso, non per questo però deve mancare il rispetto.

Sicuramente il termine curvy è una parola più deliziosa, orecchiabile e che dà importanza, però non è solo questo: è anche un modo di essere, un modo di esprimere se stessi, ciò che siamo.

Pensate un po’ se fossimo tutti biondi, o mori, o alti o bassi… Ci sarebbe una distinzione nell’individuo? O questo essere tutti uguali condizionerebbe anche il nostro carattere? Continua a leggere

Un po’ come Sookie St. James

Risultati immagini per suki saint james

Mi sono sempre chiesta, sin da piccolissima, del perché gli attori plus size, sia nei film che nelle serie tv, dovessero spesso interpretare parti nelle quali veniva quasi sempre fatto notare quanto fossero un bel po’ abbondanti.

Difficilmente ricordo di personaggi come loro che avessero ruoli fondamentali o ben definiti, solitamente erano sempre messi un po’ in sordina, o comunque rappresentati come non molto brillanti.

Devo dire, però, che negli anni anche questo aspetto è cambiato, una piccola ma importante rivoluzione c’è stata, e uno dei personaggi che è entrato in molti cuori è la bellissima e spontanea Sookie St. James, interpretata da Melissa McCarthy. Continua a leggere

Victoria’s Secret e… le curve!

Risultati immagini per victoria secret

Si sta parlando molto in questi giorni di un piccolo ma importante cambio di rotta deciso dal brand Victoria’s Secret, marchio di lingerie che ha scelto per la prima volta una modella curvy per le sue sfilate.

Si sa che Victoria’s Secret ha sempre ingaggiato modelle che rappresentassero un certo tipo di donna che spesso è davvero difficile emulare nella realtà: fisici statuari, magri ma non troppo, visi angelici ed eterei… Ciò che è spesso stato criticato, in quanto la loro lingerie spesso impreziosita da una loro unicità, è il fatto che non potesse essere indossata da tutte le donne e per questo non avesse poi molto senso.

Eppure, da parte loro, è sempre stato chiaro il non apprezzare una fisicità diversa da quella che, secondo loro, era l’unica possibile e all’altezza della loro offerta. Continua a leggere

Intervista a Barbara Christmann: Redattrice di moda e Personal Shopper

“Vivi bene con te stessa, amati per quello che sei e valorizzati. Un equilibrio tra anima e corpo è la vera bellezza che si riconosce dagli occhi e dal sorriso di una persona.”  

Queste sono le bellissime parole, rivolte a tutte le donne, che cita Barbara Christmann: Redattrice di moda e Personal Shopper, impegnata in meravigliosi progetti nel mondo della moda Curvy.

Barbara, come è iniziato il tuo percorso rivolto al mondo della moda?

Da quando ero bambina giocavo con gli abiti di mia nonna e ammiravo le sue scarpe e borse. Era una donna elegante. Io ho sempre amato la moda, ho deciso quindi di frequentare una scuola a Milano, la Marangoni, per diventare stilista di moda. Ho lavorato per qualche anno come stilista prima per Nanni Strada, in seguito per Scott Barrie, per poi passare dalla parte della comunicazione lavorando per un ufficio di giornali tedeschi a Milano. Dopo qualche anno mi sono messa in proprio e ho lavorato per molto tempo come corrispondente moda per delle riviste tedesche seguendo le sfilate, le fiere e i servizi di moda. Tenendo i contatti con uffici stampa e showroom, ho conosciuto da vicino questo settore.     Continua a leggere

Perfetti Outfit da… Serie tv!

Risultati immagini per outfit da serie tv

In un articolo dedicato alla serie tv Una mamma per amica ho parlato di come ha influenzato positivamente il nostro percorso di crescita interiore, facendoci affrontare ogni giorno con un sorriso in più. Questo argomento però mi ha portato a desiderare di approfondire altri aspetti, come per esempio la moda per chi non ha molto tempo, oppure molto interesse, ad ispirarsi a tutte le nuove tendenze che spesso sono difficili da seguire. Oppure, più semplicemente, non ci rappresentano.

Invece, sono assolutamente sicura di una cosa: le serie tv al femminile che più abbiamo amato ci hanno ispirato anche nella ricerca del nostro outfit perfetto.

Un outfit che può essere più semplice, un outfit allegro, oppure audace…

E allora, perché non prendere spunto dalle nostre serie tv preferite, dagli anni ’80 a oggi? La moda in questi ultimi anni non ha un solo stile ben definito, possiamo davvero non seguire un filone del tempo che è, ma solo ciò che più rispecchia la nostra personalità.

Prendiamo quindi spunti interessanti dalle beniamine delle serie tv… Continua a leggere

Il mio shopping curvy online

Risultati immagini per ASOS

Come abbiamo già detto negli articoli precedenti dedicati alla moda curvy, molti brand hanno cominciato a dedicarsi con impegno e successo alla moda pensata per le taglie che vanno dalla 44 in su. In molti negozi è sempre più facile trovare modelli che vestono tutte le donne, modelli bellissimi e alla moda, spesso freschi e giovanili.

C’è da ammettere, però, che spesso i prezzi non sono alla portata di tutte e che soprattutto gli abiti plus-size sono leggermente più cari. Sotto questo aspetto purtroppo siamo ancora molto indietro in Italia, c’è da lavorare ancora un po’. Comunque una soluzione c’è, ed è davvero una soluzione che spesso risulta ben più comoda.

Lo shopping online è una di queste soluzioni: si possono trovare davvero vari modelli, una scelta vastissima per ogni gusto personale, la parola “accontentarsi” non esiste, anzi… C’è davvero l’imbarazzo della scelta! Continua a leggere