Progetto #ScrittoinAmerica – Ogni mese uno scrittore americano e un tema da scoprire.

#ScrittoinAmerica è l’hashtag del nuovo progetto che verte intorno alla letteratura americana.
Con La Squadra di bookblogger napoletani di cui faccio parte, abbiamo pensato che sarebbe stato molto bello ed interessante approfondire la lettura di autori americani e allo stesso tempo recuperare tanti titoli che avevamo nelle nostre librerie da mesi se non anni, e perché non farlo allora tutti insieme lasciando ad ognuno di noi e di voi  la libertà di scegliere gli scrittori che sente maggiormente nelle proprie corde?

Ogni mese annunceremo su Instagram un tema e ognuno sarà libero di leggere uno o più titoli che lo riguardano, per poi parlare delle proprie impressioni, usando l’hashtag #scrittoinamerica, in modo che tutti possano leggere, commentare ed interagire con gli altri partecipanti.

Il tema di febbraio sono stati i “Diritti Civili”.

Intanto linko qui sotto #LaSquadra con cui abbiamo pensato e realizzato questo progetto americano:

https://www.instagram.com/marilenasjournal/

https://www.instagram.com/federica.sherwood/

https://www.instagram.com/spunti_di_lettura/

https://www.instagram.com/labibliotecadelcorsini/

https://www.instagram.com/ilibridiziavale/

https://www.instagram.com/books_therapy/

https://www.instagram.com/ilaria_reviewsrose/

https://instagram.com/costantreader_?igshid=1e5us0y5wmnfr

https://instagram.com/lacontessarampante?igshid=w9xhh468lp4i

Ogni mese vi parlerò di una delle mie letture per il progetto #scrittoinamerica e i componenti della Squadra ci proporranno il loro consiglio di lettura, nell’ambito del tema del mese appena trascorso.

Per il tema “Diritti civili” vi consiglio assolutamente la lettura del romanzo di Alice Walker, Il colore Viola, edito Sur.
Racconta la storia di due sorelle di colore, Celie e Nettie, in fuga da una passato violento e da un padre che abusa di loro. Il romanzo è sotto forma epistolare e si svolge sulla durata di molti anni, è composto da una serie di lettere tra le due donne, separate da alcuni dolorosi avvenimenti della vita e pagine di diario che sono scritte sotto forma di  lettere che hanno come destinatario Dio, da parte di Celie.
Le due sorelle hanno come uno desiderio riunirsi.
La vita di Celie si svolge in un’America estremamente violenta e razzista, dove avvengono episodi di oppressione e di soprusi da parte dei bianchi sui neri, ma anche tantissima violenza all’interno della comunità nera, soprattutto domestica e soprattutto nei confronti delle donne.
Il romanzo è costellato di personaggi che gravitano intorno alle due protagoniste, tutti dai profili ben delineati e tutti estremamente forti ed intensi, difficilmente qualche personaggio mi ha lasciata indifferente, li ho amati o odiati.
La storia racconta la vita delle due sorelle. Tra le due donne ho provato più empatia per Celie.
Un personaggio che ho trovato molto interessante è Shug, una donna emancipata, che spinge Celie a pretendere e rincorrere i propri “diritti umani e civili” e la propria emancipazione.
I personaggi maschili sono quelli che mi hanno suscitato maggior disprezzo, in varie forme e per varie ragioni.

@marilenasjournal

 

Ecco i consigli di lettura della Squadra:

“La mia prima lettura per il gdl #scrittoinamerica per la tematica #diritticivili è stata Il buio oltre la siepe di Harper Lee, edito Feltrinelli.
Siamo in Alabama. La voce narrante è quella della piccola Scout, figlia dell’avvocato Atticus Finch, incaricato di difendere un afroamericano, Tom Robinson, accusato di aver abusato di una ragazza bianca Mayella Ewell. Umiltà, coraggio e saggezza contraddistingue la battaglia di Atticus, in una società dove la discriminazione è forte, dove bianco e nero non sono solo due colori ma la linea visibile di distinzione.
Manifesto perfetto per la tematica dei diritti civili, a distanza di sessant’anni è ancora un libro potente che tutti dovremmo leggere senza se e senza ma.”

@ilaria_reviewrose

 

“Attraverso uno studio dei corsi e ricorsi storici, della religione e non solo, ne La prossima volta il fuoco,edito Fandango libri, James Baldwin analizza la debolezza degli uomini bianchi che con le loro convinzioni hanno limitato la vita dei ‘nati neri’.
Ne consiglio la lettura perché mi ha affascinato sia lo stile dell’autore sia il suo pensiero, descritto attraverso parole figlie di un’esperienza vissuta sulla sua pelle.”

@ilibridiziavale

 

12 anni schiavo di Solomon Northup è stata una lettura intesa e coinvolgente, un libro crudo che non nasconde nessun aspetto della schiavitù e della discriminazione razione attuata sulle persone di colore.
Libro reso ancora più crudo al lettore dalla consapevolezza che quella narrata è una storia vera; persone trattate peggio del bestiame, costretto a lavori massacranti solo a causa  del colore diverso dello loro pelle. Un libro che suscita consapevolezza, sdegno e presa di coscienza dell’assurdità e dell’ingiustizia del razzismo.”

@books_therapy

 

“Per #scrittoinamerica di febbraio abbiamo trattato il tema dei diritti civili e io vorrei consigliare Radici di Alex Haley.
Un romanzo che ripercorre la storia della famiglia dell’autore, dall’avo Kunta Kinte rapito in Africa e deportato in America, fino ad arrivare ad Alex Haley scrittore, vincitore del premio Pulitzer, ma che può essere la storia di tutti gli americani di pelle scura che discendono tutti da qualcuno come Kunta!
“Radici” è un libro che ci ricorda che abbiamo un debito ancora da saldare con chi abbiamo deliberatamente sfruttato, picchiato, ammazzato, denigrato e incatenato.”

@federica.sherwood

 

“Per la tematica riguardante i Diritti Civili consiglio La Ferrovia Sotterranea di Colson Withehead.
L’autore racconta la vita di Cora, una schiava che ha vissuto tutta la sua vita nella piantagione di cotone in Georgia e che combatte per la sua libertà.
Una lettura forte e cruda, che crea tanti spunti di riflessione riguardo la condizione degli schiavi in America. Un libro che consiglio vivamente e che non può mancare nella nostra libreria.”

@costantreader

 

“Per il tema #diritticivili consiglio senz’altro un volumetto pubblicato dalla Fandango, La prossima volta il fuoco scritto da James Baldwin, edito Fandango libri.
È uno scritto che analizza con lucidità dal punto di vista di una persona afroamericana di Harlem (New York) la questione della parità di diritti non risparmiando critiche ai comportamenti “viziati” della propria gente. Breve, illuminante, ficcante: consigliatissimo.”

@labibliotecadelcorsini

 

Se la strada potesse parlare di James Baldwin, edito Fandango libri.
Questo è il testo che consiglio ai lettori per la tematica dei #diritticivili del progetto #scrittoinamerica.
Un testo sofferto che contiene, però, anche tanta speranza. Al centro della storia ci sono Tish e Fonny, due ragazzi, che, come tutti i giovani, hanno pensato di poter essere liberi e senza macchia e che, invece, non hanno tenuto conto della loro condizione: quella di esseri nati neri nell’America degli anni Settanta. Cosa succede quando superi alcuni limiti? Ed è davvero impossibile ribellarsi? Un libro per i sognatori, per tutti quelli che, pur conoscendo le storture del mondo, non hanno smesso di credere che sia possibile cambiare le cose.”

@spunti_di_lettura

 

“Per il progetto #scrittoinAmerica e la categoria dei diritti civili vi consiglio La capanna di zio Tom di Harriet Beecher Stowe.
Questo romanzo ci fa riflettere su quanto sia importante la libertà umana, ponendosi come critica alla schiavitù degli afroamericani, uomini esattamente come noi che erano sottoposti e schiacciati dagli obblighi dei propri padroni, che erano tali solo perché bianchi.
Per molto tempo questo romanzo è stato inserito nella categoria per “ragazzi”, ma questo non è assolutamente un difetto, perché un testo semplice, ma per nulla banale, può avvicinare gli adolescenti e gli adulti al tema del razzismo e indurli alla riflessione. La crudeltà inflitta ai poveri schiavi neri smuoverà le coscienze di tutti i lettori.”

@lacontessarampante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...