La dea fortuna

La Dea Fortuna

Regia: F. Ozpetek con: E. Leo, S. Accorsi e J. Trinca

Siamo andati a vedere l’ultima fatica cinematografica di Ferzan Ozpetek.

In una Roma che abbraccia tutto dall’alto delle sue terrazze e del suo cielo, in rioni dove vivono e sopravvivono legami veri e indissolubili come l’amicizia e l’umanità troviamo i due protagonisti, belli e intensi, che si chiamano Arturo (Stefano Accorsi) e Alessandro (Edoardo Leo). Da più di un decennio fanno coppia fissa, anche se la routine, i silenzi e il ménage di una vita ormai scandita solo dalla quotidianità li sta esasperando e separando; ma entrambi cercano di salvare il ricordo d’un sentimento forte un tempo, ormai distante.

Nelle loro vite, cadenzate dal lavoro, un gruppo distinto di amici e una passione ormai spenta; arriva come un colpo di vento che apre le finestre sul loro passato, la migliore amica di Alessandro, Annamaria Muscarà (Jasmine Trinca).

Accompagnata da un sorriso bellissimo che riporta Alessandro e Arturo in un passato ormai quasi dimenticato e gli occhi velati di chi conosce già il suo futuro, Annamaria arriva accompagnata dai suoi due figli: Alessandro (Edoardo Brandi) e Martina (Sara Ciocca). Vivono da sempre con la madre, che ripone in Alessandro e Arturo l’ultima speranza di poter trovare sicurezza e affetto per i propri figli. Non essendo stati riconosciuti dai rispettivi padri biologici, e non avendo più legami con l’altolocata famiglia di baroni a cui appartiene Annamaria, la donna crede e spera che i suoi due vecchi amici possano aiutarla in un momento delicato e da cui tutto può cambiare. Annamaria deve curarsi. E per farlo, lascerà i ragazzi alla coppia che si ritroverà faccia a faccia con una realtà totalmente nuova; fatta di responsabilità e in cui le loro rispettive opinioni non sempre basteranno a reggere il peso dell’assenza materna.

I due bambini entreranno in punta di piedi nella vita di Arturo e Alessandro, in modo e tempistiche diverse ma che li obbligheranno a fare i conti con la loro infelicità e insoddisfazione di coppia; soprattutto quando succederà l’irreparabile ed entrambi capiranno che il rituale della Dea Fortuna, insegnato da Annamaria ai suoi figli – che permette a una persona di rimanere sempre accanto a un’altra – deve essere di nuovo “celebrato”: bisogna guardare fisso il volto di chi non vogliamo perdere, chiudere gli occhi e poi riaprirli come se scattassimo una fotografia, cosicchè la sua immagine scenda fino al cuore e lì, rimanga per sempre.

Io mi trovo in difficoltà nel recensire questo film, perché la sua bellezza e intensità non si può descrivere facilmente, si deve vedere quest’opera cinematografica; si deve ascoltare e percepire, perché Ozpetek con la sua bravura di regista sa muovere la macchina da presa, come riesce a far ruotare il cuore dei suoi spettatori in un vortice di sentimenti puri e forti; dirigendo con passione ed eleganza questi attori che brillano come specchi sull’acqua, dove la loro arte è esposta e non ha paura di mostrare tutte le sfaccettature di questo film: dall’amore più puro, a quello intriso di sospiri e mezze bugie. Dall’amicizia che non giudica né esaspera, ma che convive e condivide. Un cast in stato di grazia ha reso il giusto equilibrio a questa storia e alla sua bellezza profonda e veritiera che amerete con tutto il vostro cuore… Buona Visione.

Mirtilla Amelia Malcontenta

Un pensiero su “La dea fortuna

  1. Sono andata ieri a vederlo e non mi tolgo dalla testa Sandro che spacca di proposito il lavandino della nonna perché Alessandro torni da lui, non lo abbandoni: quello per me è l’amore. Puro, sincero: una chiamata, un urlo silenzioso che mi ha fatto piangere lì sulla mia poltrona del cinema. Un “resta qui con me” che non sai come dire a parole e allora lo butti nel mondo con il primo gesto che ti viene.

    Che meraviglia!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...