Carlo e Camilla

Anche se ora sono felicemente marito e moglie, la storia d’amore tra sua Altezza reale Carlo d’Inghilterra e Camilla – Duchessa di Cornovaglia, nata col cognome Shand (assumerà il più conosciuto Parker Bowles, solo dopo il matrimonio col primo marito: l’Ufficiale dell’esercito Britannico, Andrew Parker Bowles) ha radici nel passato e una scia di lacrime al suo seguito.

Perché per essere felici, hanno attraversato una strada lunga una vita, costellata di divorzi e separazioni burrascose; dichiarazioni pubbliche e la consacrazione mediatica e popolare dell’ormai iconica e mai dimenticata prima moglie del Principe: Lady Diana Spencer (Sandringham, 1961 – Parigi, 1997) che dichiarò pubblicamente di aver vissuto in un “matrimonio affollato”, proprio a causa del legame che univa il suo consorte, all’amica Camilla.

Un’unione che contro ogni previsione ha vinto sul tempo, sui mass media e sulla certezza che l’intero regno non avrebbe mai accettato il loro amore, soprattutto dopo essere stato coronato dall’unione civile e religiosa nel 2005.

Sono cresciuta ricordando il matrimonio tra l’erede al trono britannico e la giovane Lady D. punta di diamante, dell’aristocrazia inglese. Ricordo lo strascico e il bouquet e quei sorrisi scambiati sull’altare della Cattedrale di Saint Paul, che per miliardi di persone erano il giusto coronamento al perfetto finale da favola nel “e vissero felici e contenti”. Ma la realtà che si prospettava era ben altra; la neo coppia viveva il proprio rapporto all’ombra ingombrante d’un amore più profondo delle ragion di stato o dell’infatuazione che-sicuramente- Carlo provava per la giovane consorte… Ahimè, l’amore è un’altra cosa: è passione e condivisione, è tolleranza e compromessi e i caratteri totalmente diversi del futuro Re d’Inghilterra e la giovane Principessa di Galles hanno accentuato in breve tempo il destino; riportando Carlo tra le braccia di Camilla. L’amore per Carlo aveva un solo nome e non era quello di Lady D.

Entrambi vittime e carnefici della loro storia adulterina, che ha regalato pagine piene di gossip ai rotocalchi negli anni ’90, proiettando Lady D – e la sua indubbia capacità di avere dalla sua, opinione pubblica e mass media – nell’immaginazione collettiva come l’unica pedina perdente sulla scacchiera di questo matrimonio reale.

Per anni Camilla fu colpita nel profondo dalle basse e vili insinuazioni dei giornali scandalistici nelle quali veniva evidenziato la profonda differenza di stile e bellezza tra lei e Lady Diana. Non era concepibile – soprattutto agli occhi dell’opinione pubblica – che questa Signora decisamente poco fotogenica e non incline a “dare in pasto” la sua vita ai paparazzi e ai tabloid scandalistici, fosse riuscita a tenere saldo accanto a sé il futuro Re d’Inghilterra.

Anche all’interno della stessa famiglia Reale per anni, Camilla si è ritagliata un ruolo marginale e silenzioso proprio con l’intento di non far mai di supporre di voler prendere il posto della compianta Diana, ma sicura del suo legame con Carlo tanto che la lunga attesa ne è valsa il sacrificio. Ancora oggi – dopo più di trenta anni – la Duchessa di Cornovaglia, è accanto al grande amore della sua vita, vivendo finalmente questo rapporto consolidato sia a livello familiare che istituzionale. In più occasioni, Camilla ha dimostrato anche di non voler mai accostarsi alla memoria di Diana, rispettandola in silenzio e rinunciando pubblicamente al titolo di “Principessa di Galles”, ormai legato indissolubilmente a Lady D.,decidendo invece di assumere solo e soltanto quello di “Principessa Consorte”, qualora Carlo divenisse Re.

Si può provare simpatia o meno per questa donna, ma sicuramente la sua vita c’insegna che il segreto della bellezza non è solo la propria fisicità, e che il vero amore può fare dei giri immensi per poi tornare e permetterti di vivere serenamente alla luce del sole, quello che il cuore ha sempre saputo ovvero: che l’amore non conosce titoli nobiliari o percentuali di gradimento tali, da impedire a due persone di tenersi per mano per tutta la vita.

Mirtilla Amelia Malcontenta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...