Dracula di Bram Stoker

“Ho attraversato gli oceani del tempo, per trovarti“.

Compie ben 27 anni il film cult degli anni ’90 “Dracula di Bram Stoker”, uno dei capolavori del regista Francis Ford Coppola. La prima proiezione americana avvenne il 13 novembre del 1992, mentre nelle sale italiane arrivò pochi giorni dopo, esattamente il 30 novembre.

Un cast eccezionale, un regista dal talento indiscusso e un team di scenografi e sceneggiatori da far invidia al mondo, portarono questa pellicola alle vette degli incassi al botteghino – scongiurando così anche la bancarotta della società produttrice Zoetrope di proprietà dello stesso regista- raggiungendo in brevissimo tempo l’attenzione dell’Academy Award e dei suoi giurati che, nella cerimonia degli Oscar del 1993 ne decretarono la vittoria in ben tre categorie:

– Migliori costumi a Eiko Ishioka

– Miglior trucco a Greg Cannom, Michèle Burke e Matthew W. Mungle

– Miglior montaggio sonoro a Tom C. McCarthy e David E. Stone.

A causa del titolo del film molti pensarono a un adattamento cinematografico vero e proprio da parte di Coppola del celebre capolavoro di Stoker (edito nel 1897), ma in realtà il film non è fedele al racconto, molte sfumature lo allontanano dalle pagine del romanzo e altrettante varianti sono state inserite, una su tutte: la storia d’amore tra il Vampiro e la bella Mina. Si narra che l’inserimento del nome dello scrittore nel titolo del film fu una trovata del regista per non subire ritorsioni legali da parte degli Universal Studios che detengono tutt’oggi i diritti sul titolo “Dracula” – film del 1931.

Ma è giusto ricordare la trama di questo film, anche per chi, come me lo conosce a memoria e ha pareti del cuore tatuate da questa fantastica storia:

Londra, 1897: il giovane e ambizioso avvocato Jonathan Harcker (Keanu Reeves) viene inviato dalla sua ditta in Transilvania, per concludere l’acquisizioni di beni immobili a Londra, da parte di un eccentrico, quanto misterioso Conte che di nome fa Dracula (Gary Oldman). Lui è il Signore della notte, il Principe delle tenebre è un vampiro che da secoli si nutre di sangue umano ed è spietato.

L’incontro fra i due risulta subito surreale quanto inquietante, durante il confronto il Conte nota la fotografia della fidanzata di Harker, Mina Murray (Winona Ryder) rimasta in Inghilterra ad aspettare il suo ritorno per potersi sposare. Il Conte non ha più un cuore che batte, ma ha memoria e di quei ricordi ne ha impastato il suo presente e la sua malefica sopravvivenza perchè quella donna ritratta è la reincarnazione della sua amata moglie Elisabetta – morta suicida durante la sua assenza per combattere i Turchi invasori di Costantinopoli, nel lontano 1462 – ora è tornata, e lui la rivuole con sé. Per farlo, costringe il giovane avvocato a scrivere delle lettere nelle quali finge di essere obbligato a rimanere nel castello per un mese, per concludere gli affari in modo approfondito e meticoloso. Una di queste missive raggiunge Mina, ospite della sua amica d’infanzia Lucy Wensterna (Sadie Frost), maliziosa e bellissima ragazza, che diventerà la prima vittima del Conte.

Il vampiro arriva in una Londra immersa nella sua nebbia e nei suoi sussurri e acquisisce nuove sembianze, tanto da incarnare il perfetto gentiluomo dandy e affascinante per avvicinare la bella Mina. Tra i due l’alchimia è forte tanto quanto la determinazione di Dracula nel corteggiare la fanciulla, che cede alla forza di un’attrazione impossibile da controllare. Mina percepisce che i suoi sentimenti li ha sempre custoditi in sé, come se il suo cuore fosse stato uno scrigno e il suo affascinante quanto misterioso amico, ne possedesse la chiave. Ma Jonathan non si arrende e riesce a fuggire dalla prigione dove il vampiro l’aveva relegato, obbligandolo a subire gli attacchi canini delle sue spose. Riuscito a liberarsi, chiede a Mina di raggiungerlo per convolare a giuste nozze. Quest’ultima sa che i sentimenti che la legavano al suo fidanzato non esistono più, ma non si tira indietro alla promessa e parte; anche se il suo “strano amico” è sempre nei suoi pensieri. La giovane coppia rientra in patria, dove trova una situazione senza precedenti: intorno a Lucy divenuta ormai una discepola del vampiro, si è formata una squadra di uomini valorosi, guidati dalla ferrea conoscenza del Prof. Abraham Van Helsing (Anthony Hopkins) studioso e conoscitore dell’occulto e della natura del vampirismo; che ha capito la gravità della situazione e l’imminente catastrofe che si sta per abbattere sulle loro esistenze perchè il Principe delle tenebre vuole con sè Mina, e non permetterà a nessuno di contrastarlo.

“Ho attraversato gli oceani del tempo per trovarti” sussurra il vampiro a Mina, in una delle scene iconiche, ma il loro amore sembra dover affrontare sfide estreme, perchè Jonathan come il prof Van Helsing, non hanno nessuna intenzione di lasciare l’anima di Mina all’ombra oscura dei poteri del Conte. Perchè se per Jonathan significherebbe perdere la propria amata moglie, per il resto dell’umanità sarebbe l’inizio della disfatta, ma sarà proprio l’Amore a riportare luce nei meandri più oscuri delle tenebre e con esso la pace.

So per certo che la maggior parte di voi, conosce il finale del film, ma io ho deciso di non scriverlo permettendo a chi – sfortunatamente – non ha avuto ancora il privilegio di vederlo, di trovare uno spunto in più per farlo.

Devo essere sincera nell’affermare d’aver sempre amato questa storia, le sue atmosfere gotiche, i suoi colori densi e tetri. Ho visto e rivisto questo film, talmente tante volte da non poter non ammettere il mio profondo rispetto e affetto per il Conte Dracula che, pur scegliendo di vivere tra le oscure forze del male, non ha permesso neppure ad esse di scheggiare o sfiorare il suo amor perduto, proteggendolo nell’angolo più lontano della sua mente, ma sempre ad un millimetro dal suo cuore.

“L’uomo più fortunato che calpesta questa terra è chi trova il vero amore.” Dracula

Mirtilla Amelia Malcontenta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...