Nakation: vacanze senza veli

Nakation, ovvero le vacanze nudiste. Crasi dei due termini anglofoni naked (nudo) e vacation (vacanza), le nakation sono l’ultima moda in fatto di turismo.

Ormai sempre più persone si stanno convertendo alnaturalismo a 360°, quindi non solo ecosostenibilità ma anche vita “al naturale”, se così possiamo definirla.

Basta poi accendere la televisione per vedere reality come Nudi e crudi su Discovery Channel, in cuii due protagonisti devono sopravvivere per ben 21 giorni in posti sperduti comegiungla o deserto, senza nessun tipo di comfort, nemmeno i vestiti.

Secondo la Lonely Planet, nota casa editrice australiana che diffonde guide turistiche in tutto il mondo, le nakation hanno subito un incremento del 30% in poco più di tre anni, dato che le decreta come trend in netta ascesa.

Le vacanze nudiste non si limitano, come potreste pensare,alle sole esperienze in spiaggia che tutti immaginiamo, no; le proposte sono numerose come ad esempio la possibilità di prenotare una mini crociera in barcaa vela oppure affittare una casetta sugli alberi.

Allo scopo di facilitare i naturisti che sono alla ricerca della location perfetta, nasce anche un portale ad hoc: si chiama Naturistbnb che – proprio come il più famoso Airbnb – raccoglie una serie di alloggi dedicati, strutture di accoglienza e itinerari suggeriti, il tutto all’insegna di un rapporto più diretto e spontaneo con la natura e con le proprie preferenze.

Il nudismo dona, a quanto raccontano coloro che lo hannosperimentato per la prima volta e poi mai più abbandonato, una totalesensazione di libertà.

Vivere nudi per due o tre settimane, in situazionicompletamente differenti dalla routine quotidiana delle grandi metropoli, è unvero e proprio rimedio contro lo stress.

Per chi non volesse però rinunciare alle comodità distrutture più attrezzate, ci sono migliaia di resort extra lusso nei quali, unavolta varcata la soglia, ogni attività è fatta rigorosamente senza vestiti: unapartita a tennis, un torneo di golf, una festa danzante, un giro in bicicletta,una lezione di yoga ecc.

Assieme ai vestiti cadono inibizioni e pregiudizi (“guarda come è vestito male [o bene] quello/a là!”), la mente si spoglia di quelli che possono essere schemi imposti o auto-imposti.

E poi pensate a quanto sarà facile e veloce fare la valigia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...