Tanti auguri JLo!

Corro, corro sulle scale della redazione; devo trovare la direttrice prima che se ne vada… devo consegnare una lettera aperta.

“Cara Jennifer, che dire… Tanti auguri per i tuoi 50 an… ops, volevo dire: BUON COMPLEANNO MRS LOPEZ!”

Lo so, lo so, l’età di una donna non andrebbe mai svelata, anche se, al posto suo, lo griderei al mondo intero che proprio oggi varca il mezzo secolo, visto che di donne belle ed eteree come lei, ne sono rimaste talmente poche che si possono contare sulla punta delle sue dita affusolate e perfettamente trattate. Sembra la pronipote di Barbie , perfetta in ogni uscita pubblica, dove sfoggia al dito il cecio – cioè volevo dire il bellissimo solitario che fa luce anche al buio – dono del suo futuro …esimo (?) marito Alex Rodriguez.

Eh sì, Jenny from the block ne ha fatta di strada, e ne ha percorsi di altari in tutti questi anni. Nata a New York nel quartiere del Bronx, Jennifer è figlia di genitori portoricani emigrati in cerca di nuova vita in America; sin dalla più giovane età, mostra passione per l’arte della recitazione e del ballo. Nelle sue vene scorre la giusta dose di grinta e caparbietà unita alla passione e alla voglia di credere nei propri sogni, che l’aiuteranno a non perdere mai di vista il suo obbiettivo: sfondare ad Hollywood. Ci si dedica anima e corpo – e che corpo, direi! Addirittura il famoso fondoschiena è stato a assicurato per la bellezza di 25 milioni di dollari – donando alle donne di mezzo pianeta, la fugace prospettiva che anche i ricchi hanno i fianchi e non solo le osse. Paladina del manifesto “curvy” negli anni Novanta, Jennifer Lopez ha aiutato a sdoganare il concetto di bellezza caliente in quel di Hollywood.

La sua unicità è stata quella di esaltare le sue radici latine, proponendosi da subito come artista a tutto tondo. Dai block buster campioni d’incassi come: “Selena” (1997) , “Un amore a cinque stelle” (2002), fino a “Quel mostro di suocera” (2005), senza nulla togliere alle vette delle classifica di vendite di album come “This is me…than” (2002), al disco in ligua latina “Como ama una mujer” (2007); Jennifer è stata in grado di non sbagliare un colpo durante tutta la sua ultradecennale carriera artistica, godendone meritatamente ora i premi e i privilegi.

Diversa per vicissitudini e scelte la sua vita privata; che tanto privata non lo è mai stata, visto che il gossip l’ha aiutata a tenere sempre alta l’attenzione su di lei, nel bene e nel male. Di questo non ti condanno Jen, anzi ti ringrazio perché c’hai donato bellezze rare sul tappeto rosso di mezzo mondo, del calibro di Ben Affleck e Marck Anthony. Amata dai stilisti più importanti – ci credo, aspettano sempre il suo prossimo matrimonio, prima di preparare le sfilate spose e cerimonie! – e anche dalle weeding planner dell’east e west coast; oggi Jennifer sta spegnendo tante candeline che – a mio modesto parere – non stanno ad indicare quanti anni sono trascorsi, ma quanti sogni sono stati realizzati… Ancora auguri Jennifer Lopez, e che sia dal Bronx o dal Nepal, o dal comune di Rocca Cencia (chi ride, può controllare che invece esiste!), saresti comunque riuscita ad arrivare dove volevi, perché ogni respiro che emani è intriso di forza che hai e che solo chi ha cuore i propri sogni, può capire e apprezzare.

Eppi Berdei tu iu!

Mirtilla Amelia Malcontenta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...