Sei un eterno indeciso? Lo so, è dura

Avete presente gli indecisi? Sono quelli che non prendono mai una decisione, naturalmente propensi all’incapacità di scegliere tra A o B, bianco o nero, su o giù.

Ecco, l’indeciso è quel tipo di persona che non sceglie mai. Una di quelle della peggior specie: piuttosto che rischiare di fare la scelta sbagliata, non la fa per niente.

Eppure, che paradosso, la vita è una continua scelta: latte o succo d’arancia; caffè o cappuccino; dolce o salato; caldo o freddo; Sky o Netflix; Radio Subasio o Radio Ibiza; insalata di pasta o di riso.

Sia subito chiaro che per gli indecisi non esiste una risposta esatta, né tantomeno una risposta e basta. Per cui, a colazione andrà bene un po’ di lattarancia con caffuccino; un plumcake con prosciutto; un telefilm Skyflix e poi mezza canzone Subasio mezza Ibiza. E via, che la giornata abbia inizio!

La vita dell’indeciso scorre così, in quel perenne dilemma tra lo scegliere e il voler scegliere, che finisce poi in una triste rinuncia.

La vita dell’indeciso è una missione, una cruenta guerra con le volontà imprecise dell’anima, una guerra in cui le battaglie si presentano in ogni momento e senza preavviso: l’operatore telefonico che ti chiede se sei interessato ad un nuovo abbonamento più conveniente… ma tu non lo sai, se sei interessato; il ristorante che ha terminato il tuo dolce preferito e te ne offre un altro… ma tu non lo sai, se sei interessato; Android che ti segnala l’aggiornamento del sistema operativo… ma tu non lo sai, se sei interessato; “acqua frizzante o liscia?”… ma tu non lo sai, se sei interessato all’acqua o alla coca-cola.

Insomma, è difficile per l’indeciso trovare un suo equilibrio nel mondo, anzi, con ogni probabilità è del tutto impossibile. Spesso succede (per sopperire a tale disagio) che l’indeciso ricerchi conforto in effimere consolazioni, come un bel gelato (lo sanno tutti, conforta sempre).

Sconsolato e rassegnato, l’indeciso si avvia con camminata affranta sulla strada della gelateria, convito (più o meno) del voler affogare tutti i suoi guai in 3 o 4 palline di zuccheri e grassi idrogenati, piacevolmente incastrate su un cono pralinato.

Ma poi il gelataio gli chiede: “che gusti desideri?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...