Alicante, la techno e l’eternità

Drinking with L. A.

Un drink con Alessandra Lumachelli

di Alessandra Lumachelli

È sempre così: mi ricordo di un evento a cui tengo molto, solo all’ultimo minuto. Forse perché gli impegni si intrecciano fra loro e talvolta si sovrappongono. Il tutto rapidamente. Come la vita. Imprevisti e casualità. Che vanno a comporre un disegno con un suo senso, un po’ come un arazzo, che visto da troppo vicino sembra un guazzabuglio di fili insensati. Ma dalla giusta distanza, diventa uno splendido immaginario per la mente. Alicante, lo considero orgogliosamente un amico, ormai, dopo le mille interviste “subite” (eheh), lui e tutto il suo entourage. Il suo set si tiene a Cepagatti, a un’ora di viaggio, in un locale mai visitato, i “Cantieri Disco”, i cui proprietari, contattati al volo, si rivelano disponibili e gentilissimi, così come tutto lo staff. Serata al limitare dell’estate, ormai prossima ventura, con la luce solare che tarda ad appisolarsi, pigramente, rimanendo sospesa sulle colline e sul mare. Temperature ottime. Cielo fantastico.

Ok, deciso, vado. Generalmente quando il sound è techno, electro, ecc., l’abbigliamento indossato dal 90% delle persone è nero. Misteriosamente. Per me, invece, è d’obbligo il colore: è quasi estate! Anzi, stasera addirittura fiori: l’esplosione della natura per festeggiare uno dei miei generi preferiti. Arrivo, come sempre mi presento e prendo confidenza con l’ambiente. Altri artisti suonano, in attesa di Ilario Alicante. Che arriva sorridendo, solare ed espansivo come sempre (un consiglio: spaventatevi se lo vedete corrucciato! Da toscano, come me, se ha la faccia arrabbiata, è davvero arrabbiato!).

Si inizia, sul palco si balla al ritmo personale, ma anche talvolta “a specchio” di persone che dalla pista incitano un movimento, anziché un altro. La musica porta lontano con l’immaginazione. L’anima vola e si imprimono nella mente momenti indimenticabili. Emozioni sorrisi idee (a me arrivano nei luoghi più disparati!) frasi suoni luci. Come sempre. Forse è per questo che adoro intervistare e scrivere articoli. Perché, nella novità, c’è la ripetizione già nota: la sicurezza di potersi affidare ad amici e sentimenti.

Ed è come se il tempo potesse fermarsi. Tutto potesse fermarsi. Tutto in un momento. Luminoso. Musicale. Bellissimo. L’eternità in una serata. In alto i calici! A presto, Angels! (Io ho bevuto acqua: possiamo brindare anche con acqua, giusto?).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...