Frankie Hi-Nrg MC, gli eroi e la Cola

Drinking with L. A. 

Un drink con Alessandra Lumachelli

di Alessandra Lumachelli

L’uscita di “Quelli che benpensano” sembrava riassumere sinergicamente alcune mie convinzioni sociologiche, e apriva uno squarcio verso una delle passioni che avrebbe caratterizzato il mio cammino futuro: cioè il tentativo di combattere le ingiustizie.

Inevitabile, perciò, contattare gli organizzatori della presentazione del suo recentissimo libro, “Faccio la mia cosa”, ed arrivare alla location dell’evento: lo stabilimento balneare disteso sulla spiaggia chiara, a due passi dal mare corrucciato. Il cielo non è proprio da maggio inoltrato. Ma al riparo dal vento, dietro le grandi vetrate, è davvero piacevole ascoltare Francesco Di Gesù, in arte Frankie Hi-Nrg MC.

Se tu fossi un supereroe, che supereroe saresti e che superpoteri avresti?

I supereroi non si scelgono il superpotere. Comunque, non mi piacerebbe essere nessun supereroe. Mi piacerebbe essere una persona normale. Non abbiamo bisogno di supereroi. Abbiamo bisogno di eroi. Abbiamo bisogno che quelli che sono eroi, vengano riconosciuti come tali. E non trattati come sbandati, come borderline. Abbiamo eroi che quotidianamente prendono con le proprie mani la vita di altri e la migliorano. Io vorrei che il mio superpotere fosse far riconoscere il vero eroismo degli altri. 

Se tu avessi la macchina del tempo, dove vorresti andare?

Ovunque! Viaggerei nel passato, più che nel futuro, per capire come siano effettivamente andate determinate cose. Perché ho la sensazione che, su un sacco di temi, ce l’hanno raccontata … D’altronde, la Storia la scrive il vincitore, e di solito, di proprio pugno, aggiunge il “proprio” eroismo. Quindi, sì, userei volentieri la macchina del tempo, per andare a scorrazzare nel passato e verificare. E anche per essere testimone di eventi fantastici, meravigliosi, che mi sono perso. Vedere Mohammed Ali combattere in Africa, mi sarebbe piaciuto [ndA. A Kinshasa, il 30 ottobre del 1974, contro George Foreman]. Essere lì: una bella atmosfera!

“Quelli che benpensano” … perché continuano a proliferare e vengono esaltati, all’opposto di quelli che, invece, sono i veri eroi, secondo te?

Perché, nel momento in cui si riconosce un valore all’arroganza, un valore all’ignoranza, e l’unico valore che conta alla fine sono i soldi avuti, rubati, millantati, per forza di cose, loro sono la maggioranza: perché è più facile. Perché è più facile essere cafone, che essere educato. È più facile essere disonesto, che essere onesto. È una scorciatoia. E siccome il piacere delle scorciatoie è diffuso, forzatamente saranno questi soggetti a proliferare.

Cosa puoi fare tu per salvare o per migliorare il mondo?

Dovrebbe essere il mondo a dirmi se quello che sto già facendo e penso che sia utile, lo sia veramente! Io penso che essere se stessi e agire con sincerità, di per sé, comunque, rappresenti un miglioramento. Migliorare se stessi migliora il mondo. Sto cercando di lavorare fondamentalmente su me stesso, attraverso atti, che magari si riverberano anche beneficamente su altri. Impariamo a migliorare noi stessi, che è il primo passo per migliorare il mondo. Se lo facessimo tutti, il mondo sarebbe completamente migliorato. Un miglioramento del 100%.

Capito, Amici? Tutto quello che noi facciamo, volontariamente o involontariamente, influenza gli altri. Quindi, mi ritrovo assolutamente nelle parole di Frankie Hi – Nrg MC. Anche il non fare nulla, è una scelta. Anche il non volere approfondire cosa ci faccia stare bene, pure questa è una decisione, che riguarda noi, ma anche in qualche modo chi ci vive accanto, e chi comunque ci osserva. 

(Non gli ho chiesto quale sia il suo drink preferito; forse l’ho dato per scontato, notando che gli arrivava una Cola!).

In alto i tumbler, Amici! Con un bel libro da leggere, ascoltando buona musica, che ci faccia riflettere e ballare contemporaneamente! E, più che benpensanti, proviamo ad essere pensatori per il bene! Alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...