L’amante del diavolo di Giada Trebeschi

L’amante del diavolo di Giada Trebeschi – Oakmond Publishing

“Bellezza del defunto Angelo Orsini di Colle Vecchio, secondo la pubblica voce, siete accusata di aver commesso molti malefizi, stregonerie e venefici. Questo tribunale, costituito per volontà del governatore e soggetto alla sua autorità, procederà contro di voi ascoltando testimonianze degne di fiducia e deciderà, solo dopo lunga e attenta analisi, del vostro destino.”

Bellezza Orsini si lascia raccontare in questo romanzo attraverso la bravura della scrittrice Giada Trebeschi, che fonda il suo lavoro attento e preciso, sulle traccia lasciate dalla storia di questa donna, accusata di stregoneria e processata dal tribunale dell’inquisizione agli inizi del XVI secolo.

Bellezza e il suo grimorio. Bellezza e le sue arti mediche e ostetriche; la sua capacità di essere donna affascinante, forte e competente più di un uomo in un contesto sociale e storico che, invece, promulgava e perpetrava la figura femminile come madre silenziosa, ignorante e succube. Tutto quello che Bellezza non è, e mai sarà. Neppure quando capisce di essere spacciata, che l’invidia e la falsità della gente che le è intorno, la condanneranno ad essere arsa al rogo.

Ma questo romanzo racchiude ancora qualcosa in più, perchè non è solo un’opera narrativa storica che riporta gli echi di una delle pagine più oscure del nostro passato, ma narra e vibra della potenza della realtà di Bellezza e di sua figlia adottiva Aglaia. Due donne, due faccie della stessa medaglia. Bellezza vive aiutando gli altri e dei suoi apprendimenti ne farà arte; Aglaia affascinante ragazza, tormentata per un amore impossibile; imparerà a essere donna in un mondo di uomini. Sullo sfondo di un’epoca oppressa , queste due figure si stagliano con impeto tra gli altri personaggi che si affacciano nel libro per rendere perfetto questo palcoscenico narrativo.

Aglaia e Bellezza sono la cocente dimostrazione storica di quanto la donna abbia da sempre, dovuto farsi rispettare per le sue idee, i suoi talenti e la sua libertà.

Io le porterò con me, nel lungo viaggio della vita, come esempio di forza e lungimiranza.

Mirtilla Amelia Malcontenta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...