Il gusto speziato dell’amore, di Silvia Casini (recensione e tutorial ricetta)

L'immagine può contenere: testo

 

Sinossi: Stella si è trasferita da Firenze a Roma per dimenticare il suo ex e aprire una libreria galleggiante sul Tevere specializzata in arte culinaria: Il sapore dei libri. Proprio dalla fusione di queste passioni è nato Florario rock, il ricettario che Stella ha firmato con lo pseudonimo Josephine Alcott, best-seller e caso editoriale dell’anno. Per superare il divorzio, Gabriele ha deciso di trasferirsi da New York a Roma, dove gestisce una società di format tv e si dedica alla sua passione segreta: la cucina. Il giorno in cui si imbatte nella lettura di Florario rock, gli eventi prendono una piega inattesa. Ne è talmente entusiasta da scrivere all’autrice dando inizio a una fitta corrispondenza. Ma il giorno in cui organizza un evento per incontrare l’acclamata scrittrice, Gabriele scoprirà che non esiste alcuna Josephine Alcott… Un romanzo frizzante, romantico e ironico, che fonde sapientemente musica, letteratura e cucina.

Recensione: Ho letto e assaporato questo romanzo di Silvia Casini in pochissimo tempo. Appassionata di tradizioni, cucina, descrizioni quale sono, non posso far altro che parlarvene e consigliarne la lettura. La storia di Stella comincia in un modo intenso perché ricco di descrizioni dei paesaggi circostanti: non sono mai stata a Roma, ma è come se la conoscessi da sempre. Per me è stato come passeggiare per quelle strade, in alcuni momenti ho chiuso gli occhi e ho immaginato di essere lì, con i personaggi, ho vissuto le loro emozioni, ma, cosa ancora più importante, ho tenuto tra le mani il Florario rock. Ed è proprio intorno a questo prezioso ricettario che parla di amore, un amore senza tempo tra una nonna e la sua nipotina, Stella, ricco di ricette e di avvenimenti che emozionano, fanno commuovere, e hanno un sapore magico di casa, che tutto ruota.

Un grande successo il Florario rock di Josephine Alcott, nonché pseudonimo di Stella. Uno pseudonimo che farà da tramite tra lei e Gabriele, appassionato di cucina, che non sa chi in verità si cela sotto questa scrittrice di successo…

Ho letto con attenzione anche tutte le ricette che hanno arricchito ancor di più questa bella storia, ricette ricche di profumi particolari, preziose, delicate, ma una di queste mi ha colpita profondamente per diversi ricordi che hanno caratterizzato la mia infanzia e ho voluto riproporla. La ricetta è quella originale dell’autrice, direttamente dal Florario rock, e con il mio tutorial ve la propongo. Il risultato è stato davvero unico e speciale.

 

Ricetta: Mele al forno vestite al profumo di cannella (o Gocce di Natale)

Da degustare ascoltando Due tramonti

di Ludovico Einaudi

Ingredienti per 4 mele:

Pasta

  • 200 gr di farina integrale di farro
  • 100 ml di vino bianco
  • 2 cucchiai di fruttosio
  • 1 pizzico di sale dell’Algarve
  • 1 pizzico di cannella
  • latte di soia – qualche cucchiaio
  • 4 mele biologiche non troppo grandi
  • Marmellata senza zucchero o dolcificata a basso indice glicemico

Tempi 10 minuti  + la cottura

Cottura 160° per 40 minuti

Preparazione: Formate l’impasto con gli ingredienti indicati e salateli con un pizzico di flor de sal dell’Algarve. Lasciatelo riposare una mezz’ora.

Riprendetelo e tiratelo finemente con il mattarello. Con la rotella dentata tagliate quattro rettangoli della dimensione che possa avvolgere una mela sovrapponendosi un poco di lato.

Lavate le mele, estraete il torsolo con l’attrezzo apposito. Spalmate un po’ di marmellata sui rettangoli di pasta, e mettetene un cucchiaio nello spazio lasciato vuoto dal torsolo.

Avvolgete la mela con la pasta caramellizzata avendo cura di mantenere la parte con la marmellata a contatto col frutto. Rimboccate la pasta sul fondo e lasciatela aperta in cima. Bagnate la superficie della pasta con il latte di soia.

Foderate una teglia di carta forno e appoggiateci sopra le mele. Infornate a 160° per 40 minuti.

Servite tiepide.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...