Lune di miele #anteprima

Esce oggi per Fazi Editore un romanzo esplosivo!

Ralph Crawford e Jim Stark sono scrittori, ma sono soprattutto amici che condividono sogni di libertà e successo e sbarcano il lunario nella California decadente e modaiola degli anni Settanta. Sopravvivendo a povertà, sbronze colossali, bollette da pagare, assegni scoperti, piatti e insulti che volano, i due passano da un bar all’altro, scappano, si ritrovano, s’innamorano. Ma quello che sembrano fare più volentieri i protagonisti di Lune di miele è tradire: Ralph tradisce la moglie Alice Ann con Lindsay; Jim tradisce Ralph sposandosi con Lindsay e lasciando la prima moglie che a sua volta lo tradiva; anche Alice Ann tradirà Ralph, senza però smettere di amarlo e di aiutarlo. E così via, in un susseguirsi di grandi tragedie e grandi risate, di salvezze e fallimenti, di personaggi che, come in una vecchia canzone country, sono mossi da una voglia fanciullesca di ricominciare, di buttarsi a capofitto in nuove vite, sempre immuni dal catastrofismo degli adulti.

lune-di-miele-673x1024

 

Se anche voi come me amate la letteratura americana follemente e senza riserve, non potrete che vivere intensamente la lettura di questo romanzo che esprime tutta l’essenza più cruda, forte e dissennata di un intero mondo narrativo.

Vi dico solo: California e anni ’70! Direi che già sono due elementi di ambientazione eccezionali.

Un romanzo di non ritorno, di quelli che segnano un’ epoca narrativa e che di certo non si nascondono dietro maschere sintattiche: ogni scena è vita vissuta, vera, cruda, sregolata, piena, emozionale, sopra le righe.

Non mi stupirebbe scoprire che potrebbe seguirne una sceneggiatura cinematografica o una serie televisiva perché tutto il tessuto narrativo è diretto e aperto, senza filtri linguistici né espressivi.

Se non lo avete già letto sbirciando sul sito Fazi Editore, siate onesti, vi sfido a riconoscere chi ha ispirato uno dei personaggi principali, protagonista di questo folle viaggio letterario, se non siete dei “principianti” e conoscete ” il mestiere di scrivere” sono certa che lo capirete! ( Vi ho dato già due grandi indizi!)

Se questi elementi non vi hanno già convinti che questo romanzo “sa da leggere” ecco qui un estratto in anteprima per voi!

“Ti dispiace farmi fare un tiro?, chiese Ralph.
E così tu credi che esista un paradiso delle capre, Ralph? Tieni, cazzo di capra. Non la finire tutta.
Se c’è una giustizia a questo mondo, dev’esserci un paradiso delle capre. Non mi dispiacerebbe neanche un goccetto, vecchio Jim.
E tu ci credi?
Certo. Come no. Perché no? Credo al paradiso delle capre tutti i giorni della settimana. Il paradiso delle capre è un campo infinito di tenera erbetta verde senza massi sparsi qua e là. E non ci sono neanche le corde, nel paradiso delle capre. E se da adesso in poi rigo dritto, sì insomma, mi lavo le zampe prima di mettermi a tavola e pulisco bene il piatto e dico le preghiere prima di andare a dormire e non gioco col mio coso da solo al buio, dove probabilmente mi toccherà passare il resto della mia vita naturale, e se esco dal tunnel e smetto di bere, be’ allora chissà, magari Berta la Capra e io ci incontreremo di nuovo nel paradiso delle capre.
È o non è un pensiero carino, vecchio Ralph?, disse Jim.”

Buona lettura ( non dimenticate una buona birra e un bel vinile in sottofondo!)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...