Coltiva la bellezza dentro e fuori

Essere belli, piacevoli, ammirati è un desiderio ambito da molti. La bellezza è l’insieme delle qualità percepite dai cinque sensi che creano sensazioni piacevoli. La bellezza si divide in due categorie: interiore e esteriore. A volte capita di non apparire come ci si sente dentro, spesso siamo insoddisfatti della nostra immagine e quei piccoli inestetismi che ci contraddistinguono diventano difetti, dinanzi ai nostri occhi. E allora come si fa a migliorare la propria immagine e sentirsi adeguati in questa società? Prima di tutto bisogna aver cura di sé! Coltivare la propria interiorità ci permette di avere una visione diversa del mondo. Rispettando i propri principi, osservando le proprie azioni e confrontandosi con gli altri si può imparare tanto. Nutrire la mente leggendo buoni libri. Avere uno stile vita sano. Passeggiare all’aria aperta in un bosco o in riva al mare almeno una volta a settimana libera il nostro corpo dallo smog facendo apparire la pelle del viso più luminosa. Riposare almeno otto ore a notte. Bere tanta acqua, e mangiare frutta e verdura ogni giorno aiuta a eliminare i liquidi in eccesso e ad avere una pelle ben idratata. Avere una buona igiene. Insomma volersi bene ci spinge ad avere un immagine piacevole. Spesso si pensa che bastino un po’ di trucco e un taglio di capelli per apparire belle, la bellezza è un processo interiore che va alimentato costantemente.

Annunci

Debora Mayfair e il suo Cuore di Neve

Una copertina meravigliosa, un titolo misterioso e una trama che lascia intendere qualcosa di inaspettato fanno, del libro di Debora Mayfair, un mix perfetto per chi ama la mitologia nordica.

Lui ha me, io ho lui, e questo ci basta.
Siamo alla pari e con lui mi sento al sicuro.
Lo amo.

Bianca è nel limbo. La sua vita è fatta di ricordi vaghi che non le permettono di vivere con piena consapevolezza il suo presente. Perché Bianca è una Regina degli Spiriti e gli Incubi sono disposti a tutto per farla diventare una di loro e rubarle i ricordi e il suo cuore. Ma il vero motivo qual è? La vita di Bianca è veramente in pericolo?
Al suo fianco il suo Cacciatore, Teo, disposto a sacrificare la sua stessa vita per tenerla al sicuro e il suo ex ragazzo, Hallbjörn, tornato dopo anni di assenza.

Il mio scopo è quello di creare qualcosa che mi faccia cadere in uno stato simile al coma, così da poter proteggere la mia Regina nei sogni per tutto il tempo che mi rimane.
Se lei non si ricorda di noi, se non possiamo stare assieme, non ha senso vivere.

L’autrice ci trasporta in un mondo di fantasia con protagonisti ben delineati. Una storia che ha il sapore del mistero che affascina dalla prima all’ultima pagina.
L’alternanza di capitoli dai vari punti di vista scritti in prima persona rendono la lettura più ampia, in grado di raccontare qualcosa che è solo agli inizi. Perché forse l’unica pecca del romanzo è proprio questa: siamo solo all’inizio e il Ragnarök è ormai alle porte. Cosa succederà? Io non vedo l’ora di leggere il seguito. E voi…Cosa state aspettando?

Pubblicazione Dark Zone
Dicembre 2017
Disponibile in cartaceo (14.90 €) e in ebook (2.99 €)

All’ombra di Julius #anteprima

Londra, anni Sessanta. Sono trascorsi vent’anni da quando Julius è venuto a mancare, ma il suo ultimo gesto eroico ha lasciato un segno indelebile nelle vite di chi gli era vicino. Emma, la figlia minore, ventisette anni, lavora nella casa editrice di famiglia e non mostra alcun interesse verso il matrimonio. Al contrario, Cressida, la maggiore, è troppo occupata a struggersi a causa dei suoi amanti, spesso uomini sposati, per concentrarsi sulla carriera di pianista. Nel frattempo Esme, la vedova di Julius, ancora attraente alla soglia dei sessant’anni, rifugge la solitudine perdendosi nella routine domestica della sua bellissima casa color rosa pesca. E poi c’è Felix, ex amante di Esme e suo unico vero amore, che l’ha lasciata quando il marito è scomparso e torna in scena dopo vent’anni di assenza. E infine Dan, un estraneo. Le tre donne e i due uomini, legati da un filo che solca presente e passato, si ritrovano a trascorrere un fine settimana tutti insieme in campagna: caratteri e personalità, segreti e lati nascosti, emergeranno attimo dopo attimo in queste giornate intense, disastrose e rivelatrici, sulle quali incombe, prepotente, l’ombra di Julius.

Elizabeth Jane Howard, come ho spesso scritto, può essere considerata, con ogni suo romanzo, un vero classico moderno (per approfondire trovate un mio articolo sul numero di Marzo di Pink Magazine Italia).

All’ombra di Julius è un romanzo corale, che si snoda in un breve periodo di tempo, ma che si articola, tratto identificativo dello stile narrativo della scrittrice, attraverso l’evoluzione di un gruppo di personaggi.

Sappiamo tutto di loro, ne conosciamo le fattezze, il passato e il presente, aspirazioni e debolezze, ma soprattutto il loro modo di vivere le relazioni.

I personaggi femminili sono sempre al centro della storia e raccontano non solo di se stesse, ma anche della biografia dell’autrice; c’è un po’ di lei in ognuna di loro.

Le donne sono complicate solo in superficie, una specie di facciata; nel profondo sono creature elementari. Il trucco è fare in modo che non se ne accorgano mai.

Julius è l’assenza ingombrante, con la sua mancanza ha come creato un cumulo di macerie più che lasciare un vuoto.

Ciascuno dei protagonisti dovrà fare i conti non solo con le proprie insicurezze, ma soprattutto con le proprie questioni irrisolte che inevitabilmente li legano vicendevolmente anche in modo inaspettato e doloroso.

Le cose ti succedono davvero solo quando cominci a rendertene conto

Perché leggere questo romanzo?

Noi lettori siamo sempre alla ricerca di un libro che ci coinvolga e sconvolga, che sappia meritarsi un posto nel nostro cuore e nella nostra mente, che non rimanga a prendere polvere sulla libreria, ma che abbia un posto d’onore. I protagonisti delle narrazioni della Howard, grazie alla sua inimitabile arte del racconto e della descrizione, sanno diventare “famiglia” per il lettore che li adotta per sempre.

“Quella mattina poteva scegliere tra un bruttissimo romanzo d’amore che parlava di aztechi, il resoconto di una traversata del Sahara a bordo di un taxi londinese (un polpettone scritto coi piedi che la faceva sbadigliare solo al pensiero) e le meditazioni di un fosco giovanotto che viveva una vita di tale autoimposta libertà che di fatto non gli succedeva mai niente, circostanza di cui si doleva almeno una volta per pagina. E lì dove aveva preso queste tre perle, ve ne erano molte altre in paziente attesa. Oh, datemi da leggere qualcosa di buono!, pensò. Uno, un solo scrittore la cui abilità sia pari all’impegno, e che non si nutra solamente dell’esperienza degli altri…”

Per noi lettori appassionati, la fine della saga dei Cazalet, era stata un “trauma letterario”, ma per fortuna Fazi Editore ci ha regalato questo capolavoro precedente della scrittrice, che insieme a Il lungo sguardo e alla biografia a lei dedicata ci ha permesso di conoscere in profondità stile narrativo e storia personale di Elizabeth Jane Howard.

In occasione dell’uscita di oggi di questo romanzo, potete approfittare di una super promozione: acquistando due libri dell’autrice, editi Fazi, potrete avere in omaggio la shopper con la cover di questo ultimo capolavoro.

Per tutte le informazioni cliccate qui Fazi promozioni

Buona lettura e se volete saperne di più seguiteci oggi a colpi di tweet.