Venezia nelle parole di Anna Radcliffe

Immagine correlata

(Late Morning’, Joseph Mallord William Turner, 1819)

 

Indescrivibile la meraviglia della fanciulla [Emilia] allorché scoprì Venezia, i suoi isolotti, i suoi palazzi e le sue torri che tutti insieme sorgevano dal mare riflettendo i loro svariati colori sulla superficie chiara e tremolante. Il tramonto dava alle acque ed ai monti lontani del Friuli, che circondavano a tramontana l’Adriatico, una tinta giallastra di effetto mirabilissimo. I portici marmorei e le colonne di San Marco erano rivestite di ricche tinte e dell’ombra maestosa della sera. A misura che si avanzavano, la magnificenza della città disegnavasi più particolareggiatamente. I suoi terrazzi, sormontati da edifizi aerei seppur maestosi, illuminati, com’eranlo allora, dagli ultimi raggi del sole, parevano piuttosto fatti uscire dall’onde dalla bacchetta magica di un mago, che costruiti da mano mortale. 

Cap XV – II Volume – I Misteri del Castello d’Udolfo, di Anna Radcliffe

 

Risultati immagini per i misteri di udolpho venezia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...