La ragazza scomparsa

Rosaria Russo ha letto per voi un thriller eccezionale edito Newton Compton.

Charlie e Amy, due bambine di soli nove anni, compagne di gioco, scompaiono all’improvviso. 

la-ragazza-scomparsa_9320_x1000

Un messaggio recapitato alle rispettive famiglie conferma l’ipotesi peggiore: le giovani sono state rapite. È l’inizio di un incubo. Poco tempo dopo, un secondo messaggio è ancora più mostruoso. I malviventi mettono le due famiglie l’una contro l’altra, minacciando di uccidere una delle due bambine. Per la detective Kim Stone e la sua squadra il caso è più difficile del solito. I rapitori potrebbero davvero trasformarsi in assassini spietati. Bisogna agire con rapidità e trovare la pista giusta. E Kim ha intuito che nel passato delle due famiglie si nascondono degli oscuri segreti…

 

Angela Marsons è  indubbiamente una bravissima scrittrice di gialli. Ha tutte le caratteristiche per esserlo. La capacità  di tenere il lettore incollato alle pagine dall’inizio alla fine, senza mai abbassare il suo livello di attenzione. Riuscire a dare forte spazio ai suoi personaggi, alla loro anima, ma mai al punto da creare un legame troppo forte con loro. Ciliegina sulla torta poi l’impressione di leggere la sceneggiatura di un film. Il testo scorre per immagini che si proiettano davanti agli occhi e permettono di essere nel fulcro della storia, di vivere quello che sta accadendo dall’interno. Nel caso specifico de La ragazza scomparsa, un ruolo fondamentale lo ha la scelta di far rapire due bambine, Charlie ed Amy, che hanno personalità  molto forti, per avere solo nove anni. Sono l’una il sostegno dell’altra, che si danno forza durante la loro prigionia. Da un lato ci sono loro e dall’altra i loro genitori. Due famiglie inglesi facoltose, disposte a tutto  per farle tornare a casa. É la madre di una di loro, Karen, a volere Kim Stone nel seguire le indagini. Le due donne infatti hanno un passato che le accomuna. Proprio Kim e la sua squadra di poliziotti che completa la trama perfetta. Con il suo carattere complesso, con le difficoltà  nel creare legami personali, e nello gestire la sua rabbia e quella degli altri. Si trova a convivere con la disperazione per il rapimento di due bambine innocenti, che si scontra aspramente con un fitto intreccio di segreti e cose non dette che accomunano i loro genitori. Il libro ha una caratteristica importante, è  narrato da più  punti di vista, metodo letterario che ormai va per la maggiore. Leggiamo quello delle bambine, dei genitori, di Kim e la sua squadra e dei rapitori, oltre ad altri personaggi che fanno da completamento alla storia. Questo metodo tuttavia non crea dispersione e non distoglie l’attenzione dal centro del racconto. Permette invece di avere una visione a trecentosessanta  gradi su quello che accade. Non mancano continui colpi di scena, fino ad arrivare a quello più  importante, quello finale, che nessuno di voi potrebbe mai aspettarsi. Quindi una lettura fortemente consigliata a tutti gli amanti del genere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...