Augustus di John E. Williams

Ciao booklovers,

esce oggi la bellissima edizione Fazi Editore di un vero capolavoro del padre di Stoner.

augustus-688x1024

Il poeta contempla il caos dell’esperienza, la confusione del caso e gli insondabili regni del possibile – vale a dire il mondo in cui siamo così abituati a vivere da esaminarlo solo di rado. I frutti di questa contemplazione sono la scoperta, o l’invenzione, di qualche piccolo principio d’ordine e armonia, che possa astrarsi dal disordine che lo nasconde, e l’asservimento di tale scoperta alle leggi poetiche, che finalmente la rendono possibile. La cura con cui il generale addestra le sue truppe, nei loro complessi schieramenti, è la stessa con cui il poeta sceglie le sue parole, obbedendo alle necessità della metrica; l’astuzia con cui il console schiera una fazione contro l’altra, per conseguire i suoi obiettivi, è la medesima impiegata dal poeta, quando bilancia i suoi versi per esaltare la verità; e l’attenzione con cui l’imperatore ordina le sue province, in modo che compongano un insieme, è la stessa con cui il poeta pondera i dettagli, affinché un altro mondo, forse più reale e solido di quello che abitiamo, ruoti nell’universo delle menti umane.

 

Uno dei migliori romanzi storici di tutti i tempi e un capolavoro della letteratura americana contemporanea, Augustus è uno scavo psicologico profondo e intimo che fa riflettere sulla solitudine che si nasconde dietro al potere.

Sono le Idi di marzo del 44 a.C quando Ottaviano, diciottenne gracile e malaticcio ma intelligente e ambizioso quanto basta, viene a sapere che suo zio, Giulio Cesare, è stato assassinato. Il ragazzo, che da poco è stato adottato dal dittatore, è quindi l’erede designato, ma la sua scalata al potere sarà tutt’altro che lineare.
John Williams ci racconta il principato di Ottaviano Augusto e i fasti e le ambizioni dell’antica Roma attraverso un abile intreccio di epistole, documenti, diari e invenzioni letterarie da cui si scorgono i profili interiori dei tanti attori dell’epoca, i loro dissidi, le loro debolezze: l’opportunismo di Cicerone, la libertà e l’ironia di Orazio, la saggezza di Marco Agrippa, la raffinata intelligenza di Mecenate, ma soprattutto l’inquietudine di Giulia, una donna profonda e moderna, che cede alla lussuria quanto alla grazia.
In Augustus, che valse all’autore il National Book Award nel 1973, protagonista è la lingua meravigliosa di Williams che ci restituisce a pieno lo spirito della Roma augustea.
Un capolavoro della narrativa americana che, fra ricostruzione storica, finzione e perfezione stilistica, non manca mai di dialogare con il presente, e in cui la grande storia è lo spunto per riflettere sulla condizione umana, sulle lusinghe del potere e sulla solitudine di chi lo esercita.

Cosa si può dire di più di questo capolavoro letterario? L’impeccabile traduzione ci permette di cogliere pienamente la bellezza della scrittura di Williams e l’abilità con cui interseca verità e finzione romanzata ( attraverso l’utilizzo di documenti, lettere e pagine di diario create quasi interamente ad hoc) per regalarci nuovamente un personaggio immortale.

L’unicità della penna di Williams risiede nella sua capacità di definire i personaggi in tutte le loro sfumature, entrando nel profondo di sensazioni e emozioni.

Uno scritto poetico e profondo che ci racconta prima di tutto un uomo e poi l’Imperatore.

Come in ogni romanzo di Williams, il protagonista diventa lo strumento per far riflettere il lettore e portare il livello del racconto a una complessità superiore.

Sono ormai convinto che nella vita di ogni uomo, presto o tardi, giunge il momento in cui egli prende coscienza, più chiaramente che mai, e a prescindere da quanto riesca ad ammettere, della terribile realtà della sua condizione; del fatto che è solo, e separato dagli altri; e che non può che essere la misera creatura che è.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...