Le stanze dei ricordi

Ciao booklovers,

oggi Antonella Maffione ci racconta un bellissimo romanzo Sperling & Kupfer.

51mFEmahzbL

Londra, Kennington Road. La grande casa georgiana al numero 137 è in vendita. Tanto affollata un tempo, ora è soltanto un nido vuoto, troppo grande per una donna sola. Troppo carica di ricordi per chi non vuole più essere prigioniera del proprio passato. E così Edwina Spinner, ex artista e illustratrice, ha deciso di andarsene. Mentre conduce l’agente immobiliare di stanza in stanza, si sente trasportare indietro nel tempo. La sua mente torna a cinquant’anni prima, quando si era trasferita lì dopo le nozze, giovanissima, con il primo, grande amore. Torna ai suoi bambini, i gemelli Rowena e Charlie, così imprevedibili, così diversi. Torna al secondo marito e al figlio acquisito, che l’ha sempre detestata – e che lei ora non riesce nemmeno a nominare. Ogni angolo della casa è intriso della loro gioia, delle loro lacrime, del loro sangue. Ci sono porte da cui Edwina sente ancora risuonare risate cristalline. Altre che preferirebbe non aprire mai più, per non lasciare uscire i segreti più inconfessabili. Come il ricordo della notte che ha spezzato per sempre la sua famiglia. Ma nemmeno Edwina conosce davvero tutta la storia. La verità su quella notte è un mosaico al quale mancano alcune tessere: un indizio nascosto in un baule mai aperto, una confessione rimandata da troppo tempo. E, per scoprire tutta la verità, Edwina dovrà affrontare proprio l’unica persona che non avrebbe voluto rivedere mai più.

Chi ama tanto la lettura ha il potere di vivere la vita di ogni personaggio che incontra nei libri e a volte è difficile staccarsene, ma è altrettanto facile entrare a far parte della vita di un nuovo personaggio e camminare passo passo con lui nel sentiero di una nuova storia. Ogni nuovo libro ci consente una nuova porta per l’altrove, ed oggi io l’ho trovata leggendo questo romanzo.
Edwina, è un’anziana signora di Londra che decide di mettere in vendita la sua casa georgiana, un tempo un rifugio traboccante d’amore, ora una dimora dove sono annidati solo tanti ricordi tristi dai quali vuole solo allontanarsi. Quando mostra la casa all’agente immobiliare, Edwina è stordita perché stanza dopo stanza rivive continui flashback. Come se una botola le si fosse aperta sotto i piedi trascinandola indietro nel tempo, riportandola con la mente a  cinquant’anni prima, quando si era trasferita con suo marito Ollie, con il quale ha vissuto un amore travolgente dal quale sono nati due splendidi gemelli; ma la sua morte prematura su una spiaggia ha cambiato la vita di Edwina. Lei non  ha mai mollato, anche quando le persone l’hanno additata, ha continuato ad andare avanti, dedicandosi alla pittura.
Pagina dopo pagina, in compagnia della protagonista, ho viaggiato tra passato e presente, insieme abbiamo percorso le antiche cicatrici della sua vita famigliare colma di dolori e affetti sinceri. Le stanze dei ricordi è una storia commovente, ma con un pizzico di mistero, che cattura l’attenzione del lettore, il quale resta affascinato dalle vite segrete e piene di implicazione dei diversi personaggi che si susseguono “stanza dopo stanza”.

“Queste stanze sono come cipolle, uno strato dopo l’altro di memorie. Ne togli uno e – magia! – sotto ce n’è un altro e un altro e un altro ancora”.

Link di acquisto: Le stanze dei ricordi

Annunci

Un pensiero su “Le stanze dei ricordi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...