Charlotte Link in Italia!

link

Torna la scrittrice tedesca più venduta dei giorni nostri, la regina dello psicothriller e delle classifiche dello Spiegel che ha venduto oltre 30 milioni di copie nel mondo e 1 milione solo in Italia. La scelta decisiva è il nuovo atteso romanzo di Charlotte Link: avvincente, inquietante, sorprendente

«Charlotte Link non sbaglia un colpo! Realistico, avvincente, senza una sbavatura: La scelta decisiva non ha una parola di troppo!» Bild am Sonntag

Voleva solo essere d’aiuto. Non sapeva che la sua decisione gli avrebbe cambiato la vita.
Simon sceglie di passare le vacanze di Natale con i figli, nella casa al mare del padre, cedendo ancora una volta all’ennesima richiesta della ex moglie e mettendo alla prova per l’ennesima volta la pazienza della sua nuova compagna. Non solo: i piani all’ultimo momento saltano, e lui si ritrova da solo in un paese nel Sud della Francia, vuoto, triste e piovoso. Incerto sulle prossime mosse, Simon passeggia sulla spiaggia sotto l’acqua quando si imbatte in un alterco fra due uomini e una giovane donna, Nathalie: disperata, senza soldi, senza documenti non sa dove andare e Simon, quasi suo malgrado, le offre ospitalità. Non sa che questa sua decisione lo farà precipitare in un incubo da cui cercherà di uscire seguendo le tracce, macchiate di sangue che conducono fino a Sofia e a un’altra ragazza: Selina. Sullo sfondo di una Francia ferita, in cui si respira ancora l’odore acre della paura degli attentati, le storie di persone apparentemente lontanissime fra loro, per un incredibile inanellarsi di eventi, si intrecceranno in modo drammatico e inaspettato ai destini di Simon e Nathalie a mille chilometri di distanza, in una Bulgaria povera e disperata.
Avvincente, inquietante, sorprendente, La scelta decisiva è la riconferma dell’indiscusso talento di una delle maggiori autrici di thriller contemporanee.

Charlotte Link, nata nel 1963, è una delle scrittrici tedesche più affermate. In Italia Corbaccio ha pubblicato La casa delle sorelle, La donna delle rose, Alla fine del silenzio, L’uomo che amava troppo, La doppia vita, L’ospite sconosciuto, Nemico senza volto; la trilogia Venti di tempesta, Profumi perduti, Una difficile eredità; L’isola, L’ultima traccia, Nobody, Quando l’amore non finisce, Il peccato dell’angelo, Oltre le apparenze, L’ultima volta che l’ho vista, Giochi d’ombra, L’inganno (tutti anche in edizione TEA) e il memoir Sei nelle mie parole.

Annunci

MOS MAIORUM 2017 Cittadini e Soldati nella Roma Antica

locandinaDal 25 al 29 Gennaio la Galleria di Euroma2 ospiterà i Legionari di Roma. Dopo il grande successo dell’edizione 2016, torna a Euroma2 l’evento Mos Maiorum, la spettacolare manifestazione di rievocazione storica e archeologia didattica che porterà negli spazi del Centro (al piano terra) la ricostruzione fedele della temibile Legio Secvnda Consvlaris, l’esercito romano di epoca repubblicana. Sono attesi 600 alunni di scuole elementari romane che potranno apprendere la storia e la cultura antico-romana attraverso un nuovo, divertentissimo metodo didattico: il living history.
Per l’edizione 2017, l’Associazione Culturale Mos Maiorum ha deciso di proporre ai visitatori di Euroma2 il tema “Cittadini e soldati nella Roma Antica”; dal III secolo al I a.C., infatti, i legionari, prima di essere soldati, erano cittadini dell’Urbe, chiamati regolarmente alle armi per servire Roma. Il pubblico potrà ammirare nella Galleria del Centro quattro diverse postazioni, aperte ogni giorno dalle ore 10:00 alle ore 21:00. Le ricostruzioni sono il frutto di un’indagine sulla base di fonti storiche e archeologiche, per apprendere gli aspetti civili e “quotidiani” del cittadino-soldato romano: religione, alimentazione, arti, mestieri, ingegneria, monetazione, metallurgia e tanto altro.
Un salto nella storia, un’occasione davvero imperdibile per il pubblico di Euroma2 che potrà viaggiare indietro nel tempo e visitare un vero castrvm legionario in cui è riprodotto ogni aspetto della vita nel campo militare, con una mostra di tutte le armi e gli equipaggiamenti che caratterizzavano i diversi tipi di legionari. Nei laboratori di didattica interattiva, i visitatori potranno toccare e provare armi, arnesi e utensili fedelmente riprodotti, e ascoltare dalla voce di un Legionario le spiegazioni sul loro impiego.

EUROMA2 Via Cristoforo Colombo, angolo Viale dell’Oceano Pacifico (Roma)
Tel. +39 06 5262161
http://www.euroma2.it

“Ritorno alla terra” – 27° Premio Trichiana Paese del Libro

logo_premio

“Ritorno alla terra” è il tema del 27° Premio Trichiana Paese del Libro

Il Premio Letterario Nazionale “Trichiana Paese del Libro”, giunto ormai alla 27° edizione, si rinnova e, dopo oltre un quarto di secolo, quest’anno prevede importanti novità. La graduatoria dei dieci finalisti sarà infatti stabilita da un grande nome della letteratura italiana, uno scrittore affermato e di indiscussa autorevolezza: Antonio Scurati.

L’obiettivo è quello di dare un nuovo impulso al premio che sarà dedicato a un tema complesso e di grande attualità, seppur non sempre al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica: la crisi ambientale, ovvero i cambiamenti climatici e la perdita della biodiversità con le relative conseguenze.

Gli aspiranti scrittori avranno dunque la possibilità di cimentarsi con un argomento che coinvolge tutti da vicino e di misurarsi con il giudizio di un autore affermato.

I racconti finalisti saranno successivamente raccolti in un’antologia pubblicata a cura dell’Amministrazione comunale, stampata in 350 copie. L’iscrizione è gratuita e in palio sono previsti sostanziosi premi e riconoscimenti.

Davvero una bella sfida che il Comune di Trichiana, in collaborazione con la Biblioteca E. Merlin e F.lli Cortina, è orgoglioso di promuovere e sostenere.

Per informazioni:

Biblioteca Civica di Trichiana

via Bernard 39/A 32028 Trichiana (BL) tel. 0437.555274 fax 0437.555204
mail biblioteca.trichiana@valbelluna.bl.it www .comune.trichiana.bl.it

MC Promozione – Ufficio Stampa

 info@mcpromozione.it www .mcpromozione.it

Novità in casa editrice Croce!

conradCome le prime luci dell’alba non abbaiano con il loro fulgore purtuttavia decretano/sanciscono sin dall’inizio la sorte del nuovo giorno, questo inizio d’anno è rischiarato da due significative luci.

Sulla scia dei progetti editoriali già intrapresi le Edizioni Croce hanno infatti deciso di presentare un Joseph Conrad in versione inedita e una scrittrice italiana poco conosciuta, dei primi del Novecento, Maria Messina, che Leonardo Sciascia paragonò a Katherine Mansfield. Di essi vi proponiamo in anteprima cover e sinossi abbinate in modo ideale e suggestivo.

Dopo Il Negro del Narciso, la collana Participio Passato aggiunge un altro titolo di Conrad.

Il coltivatore di Malata è un testo primario per gli studi post-coloniali e affronta tematiche assai diverse, e per questo ancora più interessante, da quelle per cui l’autore è entrato nella storia della letteratura inglese. Introduzione e cura di Maria Paola Guarducci, professoressa dell’Università di Roma Tre.

Pubblicato a puntate per la prima volta sul «Metropolitan Magazine» di New York nel 1914, Il coltivatore di Malata ruota attorno a un amore e a un mistero. Malata è un’isola dei Mari del Sud, concessa in dono al protagonista, Geoffrey Renouard, da parte del governo coloniale come ricompensa per i suoi meriti di esploratore. Qui l’uomo ha trovato fortuna come coltivatore di seta. In una delle sue sporadiche visite sulla terraferma fa la conoscenza dei Moorsom. Il capofamiglia è un intellettuale molto importante, autore di saggi che gli hanno assicurato la fama di cui gode ma che nessuno ha mai davvero letto. Lo studioso ha una figlia, la fulva e altera Felicia, che cattura subito l’attenzione di Renouard. Il suo amore istantaneo e disperato trova un ulteriore ostacolo quando viene a scoprire che la donna ha un fidanzato e che la vera ragione della sua presenza in quel remoto angolo di mondo è…

Se amate Conrad e la letteratura inglese, questa avventura non può mancare alle vostre.

Una scrittrice tutta italiana invece viene ricondotta all’attenzione del grande pubblico dopo quasi un secolo di oblio immeritato. La Trinacria le diede i natali, l’amico Verga la notorietà perché la notò e l’aiutò a pubblicare, poi intorno agli anni Settanta Sciascia la riportò in auge proponendo quell’ardito e internazionale paragone. Un sodalizio tutto siciliano che sembra destinato a perpetuarsi oggi nell’intento di Salvatore Asaro che ha curato la presentazione dell’opera unitamente alla prefazione di Elena Stancanelli.

Questo romanzo va ad aggiungersi alla collana di narrativa moderna e contemporanea OzioSapiente.

alla-derivaAlla deriva viene pubblicato per la prima volta nel 1920, anno in cui l’autrice riscuote un discreto successo letterario e che sancisce il suo ingresso nel mondo delle lettere. Marcello Scalia è un siciliano emigrato in Toscana per completare i propri studi universitari. Qui diviene “discepolo” del professor Montebello, il “Maestro”, venerato quasi come un profeta. Sempre qui egli si innamora di Simonetta, figlia dell’accademico, dalla quale viene inaspettatamente ricambiato. Laureatosi e avendo ottenuto la mano della ragazza nonostante la disapprovazione del “Maestro”, che avrebbe preferito darla in moglie al ben più ricco e determinato Angelo Fiore, Marcello accetta un posto di lavoro come insegnante nelle Marche, sebbene egli aspiri alla libera docenza e a diventare prolifico autore di dissertazioni come il suo mentore. Frustrato da un lavoro che non lo soddisfa, da un’ispirazione altalenante e dal desiderio di dare alla moglie tutti gli agi, Marcello vede a poco a poco crollare le sue speranze e il proprio matrimonio incrinarsi sotto il peso della propria inadeguatezza, con una moglie sempre più inappagata nel suo ruolo di subalterna nella vita e nel cuore del marito. Alla deriva costituisce un’opera emblematica e rappresentativa di un’epoca di migrazioni –alle quali si affianca lo scoppio della Grande Guerra, ulteriore elemento di destabilizzazione– oltre che il ritratto non solo di una, bensì di due anime, quella di Marcello e quella di Simonetta, che appena entrate nell’età adulta scoprono la stridente incongruenza tra sogni di gioventù e realtà.

Entrambi i volumi saranno presto disponibili in formato cartaceo; la loro uscita è prevista per fine gennaio-primi di febbraio. I residenti a Roma li troveranno da subito nella libreria delle Edizioni Croce.

R. A.