La bella addormentata del bosco

alice-deaOggi parliamo di una fiaba per bambini. Ognuno di noi avrà letto mille volte le fiabe classiche ai propri figli, nipoti e pronipoti. Ogni fiaba ha una sua magia, una bellezza che si perpetua negli anni e rimane così nel cuore di chi l’ha letta. Una di queste fiabe storiche è proprio “La bella addormentata”. È stata riprodotta più e più volte, in svariate movenze e colori, dai cartoni animati, ai libri, ai film. Noi oggi la vediamo in una nuova veste, con colori e disegni raffinati, eleganti e fiabeschi.

Il libro è stato editato da DeAgostini, in un formato Deluxe, grande e imbottito. I disegni, molto particolari, sono della bravissima illustratrice Valeria Docampo, nata a Buenos Aires in Argentina, ha studiato Belle Arti poi si è laureata presso l’Università di Buenos Aires come Graphic Designer e Comunicazione Visiva. Dal 2006 si dedica alle illustrazione per bambini. Attualmente vive a Lione in Francia. Nel suo lavoro usa entrambe le tecniche: manuali e digitali; indaga su nuovi metodi e materiali in una costante ricerca di nuove forme espressive. Valeria inizia a disegnare spinta dal desiderio di catturare la poesia delle cose di tutti i giorni: i bambini, i cani, la forma delle piante, il suono delle foglie secche d’autunno e l’aroma della prima colazione.

Impressi in questa favola ci sono proprio questi principi, l’odore del caffè e dell’infanzia in un miscuglio argentato di stelle tenui che aggradano gli occhi.

La protagonista della storia è una Principessa, che nasce da due genitori, reggenti amorevoli che non avevano figli. La regina grazie a un gesto gentile verso un pesciolino vede esaudito il più grande desiderio. Rimane incinta e nasce una bellissima bambina, in suo onore viene allestita una grande festa e invitate tutte le fate del regno ma una delle fate, la tredicesima, non viene invitata. Adirata, scaglia, un terribile maleficio contro la bambina : “Nel giorno del tuo sedicesimo compleanno, ti pungerai con il fuso di un arcolaio e morirai!”. Una delle fate buone però ancora non ebbe espresso il suo desiderio e aggiunse: “…non morirai ma dormirai per cento anni e un principe ti sveglierà!”.

Il resto dovrete scoprirlo da voi, se non conoscete già la storia, ve ne innamorerete sicuramente. Dai colori ai disegni tutto vi sembrerà meraviglioso, in uno stile pastello e delicato vi catturerà come ha fatto con me. Una dolce storia per voi e i vostri bambini.

Rosa Caruso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...