Un Natale tutto per sé

perleSono tante le finestre aperte sul mondo da questo che già all’inizio, quando lo presentai, definii un piccolo scrigno di perle rare, per i nomi in esso raccolti, con i relativi preziosi saggi di delicatezza e di stile.

Le scrittrici che qui hanno lasciato la loro immagine del Natale appartengono a epoche e latitudini distanti, ma sono accomunate dallo stesso amore per la scrittura. Ciascuna a suo modo decide di raccontare la sua idea del Natale, il suo personale punto di vista di questa festa speciale, la sua interpretazione del significato di essa: denominatore comune però è la sensibilità femminile cui tutte loro hanno attinto la penna per comporre il loro omaggio.

E l’impressione iniziale si è calorosamente confermata con la lettura, avida e avvolgente, dei racconti in esso contenuti: modi diversi, nel tempo e nello spazio, di trascorrere il Natale. Un Natale comunque del passato, senza sfarzi o eccentricità e per questo ancora più lontano da quello odierno.

Ma sempre uguale, sempre lo stesso, è l’animo umano che viene ritratto, con le sue reazioni e i suoi moti scontati eppure inspiegabili, irresistibili al fascino dei buoni sentimenti, pronto a dare manifestazione di disinteressata generosità e istintiva gentilezza.

Ecco allora che ciascuna con lo stile che la contraddistingue, dal cesto del lavoro estrae un racconto e lo mostra come un ricamo dal semplice motivo dietro al quale c’è invece un ragionato lavoro. Un quadretto rifinito, che tocca il cuore.

Un Natale tutto per sé. Un Natale tutto al femminile, con un ricorso consapevole a questa aggettivazione per rimandare subito all’amore materno, ai saggi consigli di una moglie o al coraggio di una piccola donna. Tutte emblema dei valori del Natale perché loro stesse già designate naturalmente ad essere depositarie di essi.

Dieci racconti dunque, dieci storie da assaporare e assimilare per accompagnare il nostro Natale fino all’Epifania, come vuole la tradizione.

Da un Natale all’altro (Cordelia); Natale a Napoli (M. Serao); Racconti di Natale (Haydèe); Storiella di Natale (M. Messina); Il vecchio Moisè (G. Deledda); Temporale e raggi di sole natalizi (E. Gaskell); Un Natale in campagna (L. M. Alcott); La tentazione di suor Maria (E. P. Bazán); Una lieta vigilia di Natale (K. Mansfield); L’inverno a Roma (Colette).

La raccolta è illustrata da una nota della curatrice Sara De Simone e corredata, in fondo al volume, dalle notizie biografie delle scrittrici. Divisa in due sezioni, tra italiane e non, famose e dimenticate, tra l’Ottocento e il Novecento.

Si ringrazia la curatrice del progetto, i traduttori e la casa editrice Edizioni Croce, per questo delicato regalo di Natale, augurando a voi tutti, buona lettura e buon Natale!

Romina Angelici

Annunci

Un pensiero su “Un Natale tutto per sé

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...