Alaska di Brenda Novak

Ciao booklovers,
La nostra blogger Rosaria Russo ha letto per voi il thriller del momento. Pronti?

alaskaStanno accadendo strane cose nel piccolo villaggio di Hilltop, remota località dell’Alaska dove l’inverno è così gelido da ottenebrare le coscienze. Da quando, tre mesi prima, è stata aperta Hanover House, una clinica psichiatrica di massima sicurezza che ospita con finalità scientifiche i più feroci serial killer d’America, nessuno dorme più sonni tranquilli e a nulla servono le rassicurazioni di Evelyn Talbot, la psichiatra trentenne e determinata che dirige l’istituto insieme al collega Fitzpatrick.
Soprattutto quando nella neve avviene un macabro ritrovamento: i resti di una donna, orrendamente martoriata. Per il giovane sergente Amarok è la conferma di ciò che ha sempre temuto: portare un branco di efferati assassini a pochi metri dalle loro case e dalle loro famiglie è stata una decisione estremamente pericolosa. Ma la sua fermezza si scontra con il fascino fragile e misterioso di Evelyn, il cui passato nasconde il più nero e atroce degli incubi.
E mentre una violenta tormenta di neve si abbatte sul paese rendendo impossibili i collegamenti e le comunicazioni, la psichiatra ha più di un motivo per pensare che quel primo omicidio sia un messaggio destinato proprio a lei e che l’ombra del passato la stia per raggiungere ancora una volta.

Recensione
Un buon thriller per essere giudicato tale deve avere, secondo me, due elementi fondamentali: tenere il lettore incollato fino all’ultima pagina e fargli credere fino alla fine di aver capito tutto per poi deludere le sue certezze con un colpo da maestro.
Alaska, bestseller scritto da Brenda Novak, ottempera al primo obiettivo ma non al secondo. Non voglio anticipare nulla, e non aspettatevi proprio un finale scontato, ma per un occhio esperto o un appassionato con la a maiuscola del genere, non sarà difficile scovare gli indizi giusti per arrivare alla verità.
Ad ogni modo la storia è ben strutturata e potremmo definirlo un viaggio nella mente umana, sia quella della protagonista, la dottoressa Evelyn Talbot, psichiatra dal passato traumatico, che ha subito a sedici anni violenze dal suo fidanzato di allora, che non è ancora stato catturato dalle autorità. Per poi passare a quella del suo collega e co-fondatore di Hanover House, Tim Fitzpatrick, e i detenuti della prigione, che sono parte integrante della storia.
L’ambientazione fa da padrona, il freddo tagliente, la tormenta, l’isolamento danno ancora maggiore spessore alla storia. In alcuni momenti mi sembra di essere catapultata nei thriller nord europei, e in altri mi sembra di essere ad Alcatraz. C’è ben poco infatti dello stile noir americano al quale si è abituati, fatto di grattacieli altissimi o case di periferia con tanto di portico e staccionata bianca. Ripeto l’ ambiente è adatto alla storia.
L’elemento rosa non manca, c’è infatti il rapporto tra Evelyn e il sergente della polizia Amarok, ragazzo bello ed affascinante che con la sua pazienza e dolcezza riuscirà ad aiutarla ad aprirsi di nuovo all’amore, nonostante le sue mille paure.
E poi, dulcis in fundo, il finale è aperto, infatti questo è il primo episodio della serie avente come protagonista la dottoressa Talbot. Quindi attendiamo il seguito.

Brenda Novak
Autrice bestseller del New York Times e di Usa Today, vive a Sacramento e ha scritto numerosi thriller e romanzi femminili. Alaska è il primo volume di una serie con protagonista l’affascinante psichiatra Evelyn Talbot.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...