Classici in Love…

Ciao booklovers,

vi ho parlato tempo fa della collana LOVE (Compagnia editoriale Aliberti), la prima collana di eBook interamente dedicata all’amore. Avete già fatto scorpacciata di ebook o siete ancora indecisi?

Vi ho consigliato alcuni romanzi di giovani e brillanti scrittrici, adesso invece voglio segnalarvi i classici rieditati per voi e presentati dalla direttrice della collana Cinzia Giorgio.

Properzio, Fate l’amore non la guerra

3071f7673cef2b753f83a2471bb6206b_w250_h_mw_mh_cs_cx_cy“Vi chiedete perché io scriva tanti versi d’amore? Ebbene, il marinaio parla dei venti, il contadino parla dei tori per arare, il soldato racconta delle sue ferite, il pastore delle sue pecore, io invece parlo delle uniche battaglie che conosco: quelle che combatto a letto!”. Nelle sue elegie il poeta latino Properzio racconta con dovizia di particolari, tutte le vicissitudini della sua storia d’amore con Cynthia, la donna che gli fa confessare di non aver mai provato un simile trasporto prima di aver conosciuto lei. Sua la dichiarazione d’amore più intensa e romantica della storia della letteratura: “Sei la mia sola casa, la mia sola famiglia, sei tutti i miei momenti di gioia.”

Antonio Gramsci, Una rosa che ho piantato

f5ee9592581dbe342c21144e54204a96_w250_h_mw_mh_cs_cx_cyQuando le “Lettere dal carcere” apparvero per la prima volta nel 1947, in una selezione curata personalmente da Palmiro Togliatti con Felice Platone, l’emozione fu grande. Un monumento umano e letterario, è stato definito questo corpus epistolare, “entrato a far parte della coscienza degli italiani”. Sono in questo volume raccolte le lettere che Gramsci scrisse ai figli Delio e Giuliano (spesso nominati con i diminutivi-vezzeggiativi alla russa) e alcune delle missive indirizzate alla moglie Julia, alla cognata Tatiana, alla madre di Gramsci in cui si parla dei figli e della loro educazione.

Giovanni Boccaccio, Decameron (novelle amorose)

Il “Decameron”, che Boccaccio dedica soprattutto alle donne c345f372ba1c682a7fc669902bab4122_w250_h_mw_mh_cs_cx_cyinnamorate, è il libro del trionfo della vita sulla morte. Le donne in particolare hanno il solo svago della lettura e attraverso le storie d’amore narrate dai novellatori possono svagarsi, piangere con le sfortunate eroine che soffrono più di loro, ridere per la poca scaltrezza di alcuni uomini che le circondano e infine distrarsi dalle pene d’amore. Le novelle d’amore qui raccolte rappresentano la quintessenza della concezione amorosa del Boccaccio.

Giovanni Verga, Mai senza te

6f391cc52ec2cfb8d4517872b359ed27_w250_h_mw_mh_cs_cx_cy“Al villaggio la chiamavano la Lupa perché non era sazia giammai – di nulla. Le donne si facevano la croce quando la vedevano passare, sola come una cagnaccia, con quell’andare randagio e sospettoso della lupa affamata…”. Le tre novelle raccolte in Mai senza te (La Lupa, L’amante di Gramigna e Cavalleria Rusticana) raccontano di amori passionali, famelici, strazianti. Amori intensi, violenti, che torturano gli animi dei protagonisti fino alla loro inevitabile perdizione.

Questi sono solo alcuni dei titoli che potrete trovare, per consultare l’elenco completo cliccate qui:

http://www.cealiberti.it/catalogo/collana/12

Buone letture

Isabella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...